Recensioni Un' Odissea. Un padre, un figlio e un'epopea

  • User Icon
    16/05/2020 19:17:29

    Un testo fondamentale per gli appassionati della figura di Odisseo. E non solo. Questa rilettura in chiave personale della vicenda omerica ci restituisce non solo l'attualità di una delle storie più avvincenti della letteratura, ma anche la polisemia, la miriade di chiavi interpretative che quella vicenda cela. Il viaggio di Odisseo diventa quindi metafora di vita, di conoscenza, in questo caso di una reciproca conoscenza: un padre e un figlio, un matematico e un umanista. Ed ecco che il conflitto generazionale diventa motivo di confronto tra le cosiddette "due culture", alla ricerca di quel dialogo e di quella complementarità che sola può offrire un senso a ciò che è veramente cultura.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    16/05/2020 17:02:03

    In "Un'odissea" l'autore Daniel Mendelsohn intreccia la propria storia personale con quella dell'eroe greco Odisseo: nucleo del racconto è soprattutto il rapporto che l'autore ha con il proprio padre, che indaga attraverso quello che legava Odisseo al figlio Telemaco. Consigliato soprattutto a coloro che sono curiosi o appassionati del poema omerico, poiché l'autore fa molte digressioni interessanti sull'omonima epopea.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    15/05/2020 11:42:47

    Ho apprezzato tantissimo questo libro, le curiosità e i dettagli di un'opera così grande e conosciuta, che sembra ritrovare interpretazione e annodarsi perfettamente con la storia di "Odisseo e padre" attuali. Interessante, commovente e a tratti illuminante. Mi ha fatto venire voglia di rileggere l'Odissea!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/05/2020 08:57:25

    Per gli amanti della mitologia e dell'epica questo é un libro davvero consigliato. Racconta una buona parte della vita dell'autore, del rapporto che ha con il padre, in chiave decisamente greca, ovvero rivivendo gli episodi più decisivi del lungo viaggio di Odisseo. Appassionante dalla prima all'ultima pagina.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/05/2020 14:59:52

    È una bella storia quella che Daniel Mendelsohn ci racconta in “Un’Odissea”, una storia che riesce ad armonizzare con maestria l’immortale epica di Omero con una vicenda contemporanea dell’America dei nostri giorni. A tenere insieme i due racconti è il legame padre-figlio, che nell’Odissea vede protagonisti Odisseo e Telemaco, mentre nella vita reale c’è l’autore che racconta il suo delicato rapporto col padre Jay, ormai ottuagenario ma che per molti aspetti rappresenta ancora un mistero per il figlio. L’occasione per la riscoperta è data da un seminario che Daniel tiene all’Università, a cui il padre chiede inaspettatamente di partecipare. Per chi ha fatto il liceo, è un’opportunità unica di rispolverare un classico della letteratura mondiale (e di apprezzare tanti aspetti che allora non aveva notato…). Ma per tutti è la possibilità di seguire il percorso, anzi, il viaggio che padre e figlio decidono di intraprendere mettendo da parte le diffidenze reciproche e accettando di vedersi in una prospettiva diversa. Altamente consigliato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/02/2020 11:40:45

    Ulisse, un uomo che non è esistito, il vero Nessuno, diviene nuovamente il catalizzatore degli interrogativi e delle risposte di un altro uomo, il professor Daniel Mendelsohn, il quale, insegnando ai suoi studenti a leggere l’Odissea, impara egli stesso a rileggere i segni della propria vita. Un inno alla potenza creativa della grande Letteratura: la descrizione avvincente di come un’opera d’arte sia in grado di modificare la realtà degli uomini che, nel corso dei secoli, guardano ad essa come fonte di ispirazione, di cambiamento, di giudizio. “Un’Odissea” è un libro eccezionale, che sa coinvolgere il lettore con una commovente efficacia, certamente non inferiore al suo archetipo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    29/10/2019 08:26:14

    Una prospettiva umana e odierna sull’Odissea

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    30/09/2019 07:59:14

    Libro molto bello tra odissea e rapporto con il padre lo scrittore ci dice tante cose della vita e di come affrontarla.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/09/2019 08:07:01

    Vi consiglio "un'odissea" di Daniel Mendelsohn, un libro autobiografico, perché parla dell'autore, che è un professore al college, che tiene un seminario sull' Odissea e a questo seminario partecipa il padre. Quindi ci troviamo su un doppio binario che, da un lato si parla dell' Odissea di Omero, naturalmente non è un commento letterario approfondissimo sull' Odissea, e dall'altro il suo rapporto con il padre, quindi la sua storia familiare. Io ho adorato tutto. Molti l'hanno detestato considerandolo troppo superficiale nei confronti dell'Odissea e la storia familiare non è piaciuta. Invece a me è piaciuta tantissimo ed è stata una delle letture più commoventi del 2018 e voglio leggere assolutamente altro di Daniel Mendelsohn. Ve lo consiglio spassionatamente!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    24/09/2019 16:40:36

    Un'odissea di Daniel Mendelsohn è un libro a metà, un testo di non fiction a metà tra saggio ed essay personale. Parla di un professore di lettere classiche, l'autore Daniel Mendelsohn, che paragona il rapporto di Odisseo con Laerte con quello che l'autore stesso aveva avuto per tutta la sua vita con il padre. Tutto questo nella cornice di un seminario che lui tiene a degli studenti del college americano proprio sull'Odissea. Quindi diciamo che si alternano i ricordi personali familiari dell'autore con l'Odissea, con la discussione discussione sul testo omerico. Ma devo dire che grazie a questo libro ho ripreso in mano delle letture che avevo abbandonato durante il liceo ma adesso ho ritrovato lo stimolo per riprendere e per portare a termine con gusto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/09/2019 09:28:05

    Un libro "ferocemente intelligente". Non occorre essere già appassionati all'epopea di Omero, lo si diventa comunque leggendo questo racconto. Mendelsohn ha la stessa capacità di Carrere e che consente loro di raccogliere frammenti di vita vissuta e, citandone le fonti e circostanziandone il contesto, di elevarli a letteratura alta. Senza perdere di vista il maestro di tutti i narratori, o alla voce collettiva che noi sintetizziamo nel nome di Omero. Il tema eterno del rapporto col padre viene riproposto e attualizzato con spietatezza e senza commiserazione di sé. Sarebbe stato un inutile naufragio dentro il senso di colpa, tra i flutti del collerico Poseidone. Dedico un pensiero alla mia prof. di lettere alle medie, C. Scarafia, oggi purtroppo non più in vita, che mi fece innamorare dell' "alba dalle dita di rosa". I buoni insegnanti sono merce rarissima e preziosa. Il professor Mendelsohn, che accoglie il padre ottantunenne nel suo seminario su Odisseo e lo accompagna tra le avventure del ( non) eroe ce ne dà conferma.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/03/2019 13:32:54

    Un libro bellissimo, pieno di argomenti, di tante cose da dire, da raccontare, da spiegare. Un libro che emoziona. Romanzo, saggio, diario di memorie. Un figlio e un padre, uno che ama le lettere classiche e le insegna, un altro che è un matematico ferreo, anche mentalmente. Due mondi praticamente opposti, destinati allo scontro. Ma la vita non segue regole ferree. Come l'Odissea, è un viaggio senza punti fermi, con approdi sempre sconosciuti, dove tutto è da scoprire. E un padre razionale può conservare dentro di sè la curiosità, la voglia di un ventenne, la voglia di approfondire i classici, la storia antica, e può chiedere a un figlio di partecipare al suo seminario sull'Odissea, mescolandosi con tanti ragazzi. «Lì, ogni venerdì mattina alle dieci e dieci, prendeva posto fra le matricole che seguivano il corso, ragazzi e ragazze di diciassette o diciott’anni, nemmeno un quarto della sua età, e partecipava alla discussione su quell’antico poema, un’epopea che narra di lunghe peregrinazioni e lunghi matrimoni e di cosa significa struggersi per il desiderio di casa». E i due scoprire, insieme, quanto sia bella la sola idea che contiene un viaggio. Scoprire insieme che non è mai troppo tardi per imparare. E mai troppo tardi per capire quanto si possa imparare dallo sguardo degli altri sulle cose. Scoprire quanto poco conosciamo degli uomini e delle donne che ci hanno messo al mondo. “Un figlio in cerca di suo padre. Così inizia l’Odissea, e così finisce”. Ed è essenzialmente questo, di cui si tratta, il sempre misterioso rapporto che lega un figlio ad un padre. Il non sapere chi siamo, fino in fondo, di quante facce è composto un uomo, che si chiami Ulisse o si chiami Jay. Di quanta sete di conoscenza mai appagata è fatta la vita di un essere umano. La nostalgia. Il desiderio. Il rincorrere la strada del ritorno a casa. E l'amore verso la letteratura. E la potenza di insegnamento dei classici, leggibili ancora oggi come fossero attuali.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/12/2018 14:17:41

    Tra le tante riflessioni contemporanee sull’Odissea, questa è una delle più suggestionanti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/09/2018 12:55:41

    Il libro è un omaggio alla memoria del padre dell'autore e all'Odissea, capolavoro della letteratura antica approfonditamente studiata da Mendelsohn, che condivide con noi segreti e suggerimenti per interpretarla. Pensavo fosse ostico per me, che non sono un classicista e, con mio grande rammarico, non ho mai studiato la lirica greca, ma ho avuto grazie a questo libro una mia rivincita. Mendelsohn semplifica ma non spreca il discorso di Omero, lo rende popolare ed accessibile e ci fa prendere parte ad una grande tradizione antica millenni, che parte dalla Biblioteca di Alessandria fino al libro in questione. Infine vorrei sottolineare quanto questa analisi e critica letteraria non si svolge al freddo di un laboratorio per essere ispezionata. É arguta, riprende lo stesso stile in navigazione della struttura di Omero, quello della struttura ad anello, che viene compiuta col segno finale che troviamo nelle ultimissime pagine. Ma soprattutto è calda, è emotiva, è intima e ci lascia interrogare sul nostro rapporto padre-figlio, una storia comune a noi quanto a Telemaco e Odiesseo, o a Daniel e Jay. Quello di Mendelsohn, è sicuramente uno, se non "il", tra i miei romanzi preferiti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/09/2018 06:16:29

    Seminario che l'autore tiene sull'Odissea con il padre tra gli studenti e del viaggio fatto dai due nei luoghi descritti. Lettura non facile, per appassionati di cultura classica.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    edi
    19/09/2018 12:58:42

    Libro sorprendente, con una serie di riflessioni sulle figure di padre/figlio che lasciano il segno. finale forse scontato ma nulla toglie alla validità del testo e delle riflessioni che induce a fare.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/04/2018 18:58:56

    Abbandonato dopo una settantina di pagine per una questione di gusto personale. Grande spazio e approfondimenti sull'opera di Omero e molto meno alla storia dei due protagonisti. Interessante, ma i gusti sono gusti. A chi piacciono i saggi, a chi la narrativa.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    27/03/2018 17:23:21

    Non è soltanto un libro, ma anche un seminario scritto sul classico per eccellenza, “L’Odissea”. È una lettura approfondita sulle relazioni umane, sul viaggio e sul ritorno. Ho centellinato questo libro con il desiderio di non poterlo finire mai. Scrittura brillante, emozionante; approfondimenti continui, sguardi sulla storia e sui suoi protagonisti. E poi la relazione tra Daniel e suo padre, un rapporto che non stanca mai, ironico e profondo. Libro da leggere e far leggere.

    Leggi di più Riduci