Ogni parola che sapevo - Andrea Vianello - copertina

Ogni parola che sapevo

Andrea Vianello

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Collana: Vivavoce
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 21 gennaio 2020
Pagine: 178 p., Rilegato
  • EAN: 9788804722670

27° nella classifica Bestseller di IBS Libri Economia e diritto - Industria e studi industriali - Industrie dei media e dell'informazione - Stampa e giornalismo

Salvato in 63 liste dei desideri

€ 17,10

€ 18,00
(-5%)

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Ogni parola che sapevo

Andrea Vianello

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Ogni parola che sapevo

Andrea Vianello

€ 18,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Ogni parola che sapevo

Andrea Vianello

€ 18,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 9,72

€ 18,00

Punti Premium: 10

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (16 offerte da 17,10 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un libro a volte ironico, ma sempre pieno di speranza, che racconta il quotidiano ma inevitabile coraggio di chi si trova d'improvviso ad affrontare una lunga e spesso solitaria traversata del deserto. E che nonostante tutto riesce, forse, a recuperare la sua parte migliore.

«Trovo la voce per approfittare di quel varco inaspettato nella sua scontrosità: «Taccherò si muono?», che sarebbe in realtà «parlerò di nuovo?».
Il professore si abbassa gli occhialini tondi: «Come prima, non credo. Serviranno mesi. Ma è vivo».

La vicenda che Andrea Vianello si è deciso a raccontare è la storia di un ictus, del suo ictus. Nel caso specifico si è trattato di un'ischemia cerebrale che ha colpito il lato sinistro del cervello, causata da una dissecazione della carotide. Una brillante operazione d'urgenza, nonostante una gravissima complicazione sul tavolo operatorio, è riuscita a tenerlo nel mondo dei vivi, ma nulla ha potuto rispetto al danno che si era già propagato: di colpo le sue parole erano perdute. O meglio: nella sua testa si stagliavano chiare e nette come sempre, ma all'atto pratico uscivano in una confusione totale, fonemi a caso, ingarbugliate e incomprensibili. Una prospettiva terribile per chiunque, ma ancora di più per lui, che delle parole ha fatto un'identità e un mestiere, quello di giornalista televisivo. "Ogni parola che sapevo" è un viaggio in un inferno molto diffuso, l'ictus e i suoi danni, che a volte presenta un percorso terapeutico e riabilitativo che non esclude il ritorno. Questo libro racconta e dimostra che le parole che Vianello sapeva sono state in qualche modo tutte recuperate. Ma l'aspetto interessante, che fa della sua testimonianza una storia da leggere, è che a quelle che già sapeva Vianello ne ha aggiunte di nuove. Le parole che raccontano il calvario personale di chi scopre la sua vulnerabilità fisica, quelle che descrivono la brutta sensazione di ritrovarsi esposto in poche ore dai riflettori di un studio tv ai meandri inestricabili della sanità pubblica. Quelle che bisogna trovare per continuare a combattere ogni giorno, tutti i giorni, contro gli strascichi dell'evento subito, anche quando è stato superato. Ma pure quelle degli affetti, a volte sopite o date per scontate, e che invece possono riempire un intero vocabolario.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,8
di 5
Totale 10
5
9
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    agata

    24/09/2020 13:49:24

    Buonpomerigio. Sono Agata. Hofinito di leggere il " Ogni parola che sapevo " di AndreaVianello. Miè piaciuto tanto. È proprio la descrizione della rinascita della sua vita dopo essere statocolpito da un " ictus ".La storia èmolto commovente. Dall'essere un famoso giornalista si è trasformato in un uomo che non sa più parlare. Si è salvato, ma l'ictus gli ha portato via la cosa più importante della sua vita : le parole. Un danno terribile per tutti , ma perlui ancora più tremendo essendo un giornalista televisivo . Affronta con coraggio e determinazione il lungo percorso riabilitativo e terapeutico. Si impegna tantissimo più di quello che i suoi terapeuti gli fanno fare. Capisce di essere molto vulnerabile nel fisico e nella mente. Percorre tutti i passaggi dalla Sanità Pubblica . Combatte con fatica le difficoltà che si devono superare passando da un ospedale ad un altro e da un reparto ad un altro. Va avanti e riesce a recuperare bene. Però in lui rimane la paura che possa accadere ancora da un giorno all'altro . Credo che questa paura rimanga sempre , sia a lui come a tutti quelli che vengono colpiti da ictus. È pieno di speranza e ha il coraggio di chi, all'improvviso , deve affrontare da solo la traversata del deserto lunga e solitaria. Questo libro ci fa capire che qualunque cosa accada, bisogna sempre combattere con tutte le forze rimaste per trovare un nuovo equilibrio e continuare a vivere con quello che si riesce a recuperare. Sarà diversa si, ma sarà sempre vita. Mi è piaciuto tanto. Ciao a tutto il Team di IBS

  • User Icon

    ginsengman

    10/06/2020 16:02:49

    Saggio autobiografico del giornalista romano che descrive il suo calvario seguito all'ictus subito. Scrittura semplice, da leggere come testimonianza diretta di una grave malattia. Non mi ha però trasmesso particolari emozioni.

  • User Icon

    Claudia

    16/05/2020 18:20:29

    Ho regalato questo libro a mia madre, a lei piace molto il giornalista Andrea Vianello e in questa sua prima pubblicazione racconta dell'ictus che l'ha colpito e di come ha affrontato la malattia che l'ha privato temporaneamente della cosa più importante per lui, la parola.

  • User Icon

    deny

    13/05/2020 06:23:47

    Un racconto coinvolgente dalle prime pagine dove si rivivono gli effetti dell’impotenza del protagonista di fronte a un attacco d ictus. Si entra con curiosità nella storia di un uomo che si vede inopinatamente depredato del suo fascino oratorio, dote naturale che ha contributo al suo successo giornalistico e di personaggio televisivo. Si esce dopo una condivisione di emozioni empatiche che ti fanno rivivere in prima persona un dramma a lieto fine. Mi è piaciuto e lo consiglio. Una storia di indefessa resilienza raccontata con coraggio e autoironia. Ho scoperto un Vianello scrittore che, soprattutto nella prima parte, ti affascina per fluidità e manipolazione delle parole ricomposte in un arcobaleno linguistico armonioso e seduttivo. A quando il prossimo?

  • User Icon

    debby

    13/05/2020 06:20:07

    Un libro che leggi tutto d'un fiato. Un'esperienza condivisa, che potrebbe essere quella di ognuno di noi, raccontata in modo lucido, a tratti ironico (auto-ironico) ma di chi non si arrende e cerca di trovare dentro di se tutta la forza di reazione possibile. davvero un manuale di incoraggiamento per chi si è trovato o si trova o si troverà a vivere questa terribile esperienza.

  • User Icon

    dav

    13/05/2020 05:15:41

    Rendersi conto di non riuscire più a parlare, di pronunciare il nome dei propri figli deve essere un incubo. Andrea Vianello lo racconta con lucidità ed anche leggerezza. Una storia di coraggio che riesce ad emozionare. Inevitabile riflettere sulla fortuna di trovarsi al posto giusto al momento giusto. E' davvero importante mantenere un servizio sanitario universalistico, in strutture di eccellenza come la stroke unit dell'Umberto I e l'istituto scientifico Santa Lucia di Roma

  • User Icon

    nano

    13/05/2020 05:12:19

    Accidenti che storia! Mi ha colpito il senso di colpa che per un attimo ha attraversato la mente dell’autore: evidentemente il cervello, pur di trovare un motivo logico a quanto accade, non esita ad incolparsi. Interessante anche il senso di vergogna per il fatto di non sentirsi più adeguati al mondo che ci circonda. Ed è vero che spesso chi parla male o non parla affatto, o chi si muove male, viene liquidato con un “poverino” (tradotto: è diventato scemo!). Ha fatto quindi davvero bene Vianello a condividere la sua drammatica storia: intanto per farci capire che a volte dietro parole incomprensibili ci può essere una grande intelligenza mortificata dalla difficoltà di espressione, e poi perché ci insegna a non mollare, mai.

  • User Icon

    annalisa

    11/05/2020 18:54:36

    Libro scritto bene ed è veramente molto bello 😍 consigliato

  • User Icon

    Massimo Cortese

    27/02/2020 20:23:56

    A seguito di un ictus, un giornalista molto noto si trova improvvisamente a dover fare i conti con una malattia invalidante, dalla quale, grazie a circostanze particolarmente fortunate, riesce a venire fuori attraverso un percorso riabilitativo. L’intera vicenda viene raccontata in modo mirabile dal suo protagonista in cronaca diretta, in un clima da “immersione totale”, offrendo una varietà di sensazioni ed emozioni difficili da descrivere: d’altra parte, chi meglio di lui avrebbe potuto raccontare quanto gli stava accadendo? Per un giornalista, la cui principale risorsa consiste nell’uso della parola, l’ictus ha compromesso, tra le altre, le sue abilità espressive. La ripresa della capacità di parlare in modo corretto, oltre a costituire il primo tassello per il ritorno alla vita normale, costituisce il centro di ispirazione dell’intero libro, una toccante testimonianza di fatti, drammatici e comici, talvolta esilaranti, che impreziosiscono l’esperienza vissuta in prima persona. Consapevolezza, ironia e determinazione completano il quadro dell’avventura descritta, che si avvicina alla favola, e come tutte le favole che si rispettano, anche questa termina con un lieto fine. Il messaggio del libro è un invito a non lasciarsi andare all’amarezza ed alla rassegnazione neppure nei momenti più difficili, confidando nella propria voglia di riscatto e nella fortuna che, come dice il proverbio, aiuta gli audaci. Nel libro non c’è spazio per la commiserazione: al contrario, il lettore prende coscienza che il protagonista ha instaurato un nuovo rapporto con la malattia, che viene affrontata senza alcun risentimento. Penso che tra tutte le esperienze lavorative del giornalista, quella descritta rappresenti la più importante, a metà strada tra il mondo reale e la selva oscura, di dantesca memoria, del nostro “io” più profondo. La lettura di questo libro trasmette energia ed entusiasmo, ingredienti indispensabili per potenziare le nostre risorse e migliorare noi stessi.

  • User Icon

    Massimo Riboldi

    23/01/2020 16:10:39

    Secondo me, un libro che ti cambia il modo di guardare alla vita, dopo averlo letto. Almeno per qualche tempo.....

Vedi tutte le 10 recensioni cliente
  • Andrea Vianello Cover

    Giornalista professionista e conduttore radiofonico e televisivo (tra i suoi programmi Radio anch'io, Mi manda Rai Tre, Agorà, Rabona). È stato direttore di Rai Tre. Nel 2020 pubblica per Mondadori Ogni parola che sapevo. Approfondisci
Note legali