Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Oltre e di là dal mondo: l'essenza della schizofrenia. Fenomenologia e psicopatologia - Arnaldo Ballerini,Gilberto Di Petta - copertina

Oltre e di là dal mondo: l'essenza della schizofrenia. Fenomenologia e psicopatologia

Arnaldo Ballerini,Gilberto Di Petta

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Collana: Psicopatologia
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 26 febbraio 2016
Tipo: Libro universitario
Pagine: 240 p.
  • EAN: 9788898991211
Salvato in 40 liste dei desideri

€ 24,70

€ 26,00
(-5%)

Venduto e spedito da Diraco Store

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 24,70

€ 26,00
(-5%)

Punti Premium: 25

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 24,70 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Questo testo è nato da una profonda convinzione sulla quale ci siamo incontrati entrambi, pur essendo psichiatri clinici appartenenti a due distinte generazioni di psicopatologi: che la schizofrenia fosse un pianeta diverso e lontano da tutto il resto della galassia psicotica. Per questo non saremo mai sufficientemente grati a Eugen Bleuer il quale, ormai oltre un secolo fa, isolò dal mainstream della kraepeliniana dementia praecox proprio il fenomeno schizofrenia, anche se lo fondò su basi diverse da quelle esposte in questo testo. Questo tentativo di isolare e specificare le fondamenta di un determinato disturbo, come quello schizofrenico, distinguendolo nettamente da tutti gli altri, potrebbe sembrare alquanto velleitario, in assenza di precisi marker biologici e di convalidati e condivisi cluster psicopatologici. Tutto questo appare, invece, meno velleitario, se si segue un'altra logica, che qui cerchiamo di proporre: quella dell'esistenza di precisi marker trascendentali capaci di confermare la presenza e la qualità di un disturbo come quello schizofrenico. Ovvero una sorta di "organizzatori filosofici di primo rango", in grado di dare ragione dell'etiopatogenesi di una sindrome che apparirà, poi, sul piano fenomenico-ontico, quanto mai variabile, ma cionondimeno riconoscibile da - e riconducibile a - un comune denominatore fenomenologico-ontologico."
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali