Categorie

Scott Turow

Traduttore: R. Rambelli
Editore: Mondadori
Anno edizione: 1993
Formato: Tascabile
Pagine: 546 p.
  • EAN: 9788804370635

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    wehrkelt

    20/04/2010 09.43.49

    Turow, con "Presunto innocente", è stato con Grisham il capostipite di una turba di autori di legal thriller che hanno invaso le librerie. Ma il successo del primo libro gli ha provocato una sindrome di cui spesso soffrono i giallisti: quella del "grande romanziere". Non che i grandi scrittori non possano scrivere thriller: pensiamo a Simenon, o a Graham Grenne, o al nostro Sciascia. Turow, non lo è. Qui ci ammanisce centinaia di pagine per narrare una vicenda familiare strampalata, con ampi flash-backs alquanto tediosi. Negli anni '20, Van Dine (il creatore di Phylo Vance, cercatevi i suoi libri) aveva scritto un decalogo per lo scrittore di thriller. Una delle regole base, è la seguente: non si può sperare di mantenere l'attenzione del lettore per un delitto meno grave dell'omicidio. Ecco, questo è il problema. Turow non è un grande romanziere. E di una storia di insider trading, dopo 100 pagine, non importa più nulla a nessuno.

  • User Icon

    daniela taddei

    11/09/2009 08.43.48

    non sono per niente d'accordo con le recensioni positive che ho letto e che mi hanno spinto a comprare questo libro e a sprecare il mio tempo nella lettura. il libro è noioso noioso noioso , non ha niente di intererssante ed è soltanto una lunga descrizione che non riesce mai ad interessare. è il primo libro che ho letto di scott turow e sarà anche l'unico

  • User Icon

    elena

    24/07/2006 17.39.55

    Bellissimo!!!

  • User Icon

    Francesco Veneri

    16/03/2005 15.34.34

    Il libro è molto piacevole, l'autore sa descrivere con finezza di particolari e con estrema sensibilità sia una sentenza del Gran Giury, che un rapporto sessuale occasionale. Presunto Innocente è crudo, L'onere della prova è più vissuto più umano. Entrambi grandi libri che si impossessano del lettore fino all'ultima pagina.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione