Categorie
Curatore: G. Raboni, G. Montesano
Editore: Mondadori
Collana: I Meridiani
Anno edizione: 2012
Pagine: XLIX-1798 p., Rilegato
  • EAN: 9788804623632
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 24,65

€ 29,00

Risparmi € 4,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

25 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabrizio Porro

    29/09/2016 13.49.08

    Le Opere del grande Baudelaire scoperte ascoltandole recitate su RadioLibertaire e leggendole in questa raccolta che le riunisce tutte.Tra queste "Pascal aveva il suo abisso,che si muoveva con lui.Ahimè!Tutto è abisso: azione,desiderio,sogno,parola!.In alto,in basso,dappertutto,la profondità,il silenzio,lo spazio vertiginoso e attirante.Sul fondo delle mie notti,Dio col suo dito sapiente disegna un incubo multiforme e senza tregua.Da tutte le finestre io non vedo che infinito(L'Abisso)". Sospeso in questo abisso che dà le vertigini, l'uomo si muove a tentoni nel mondo,cercando di afferrarsi a un qualche cosa di sicuro,guardando per le finestre aperte sull'infinito,tendendo l'orecchio alle voci misteriose che gli giungono da ogni parte."La Natura è un tempio dove pilastri viventi lasciano sfuggire parole confuse.L'uomo vi passa attraverso foreste di simboli,che lo osservano con sguardi familiari" (Correspondances).E se,tuffato nel mondo,l'uomo rimane insensibile a queste voci,opaco a queste luci, ecco sopraggiungere la sofferenza e strapparlo alle illusioni,a purificare la carne e il cuore."Siate benedetto,mio Dio,che date la sofferenza come un divino rimedio alle nostre impurità e come la migliore e più pura essenza che prepara i forti alle sante voluttà"(Bénédiction).Barbey d'Aurevilly scriveva all'amico:"Dopo Les fleurs du mal non vi resta più logicamente che la bocca d'una pistola o i piedi della croce".C.B.scelse i piedi della croce.In De profundis clamavi pregava "Io imploro la tua pietà,o Tu,il solo che amo,dal fondo dell'abisso oscuro ove il mio cuore è caduto.E' un universo grigio,dall'orizzonte plumbeo,dove nella notte vagolano l'orrore e la bestemmia".Dalle pag.del diario intimo,"il mio cuore a nudo",si può vedere quanta sincerità e quanta debolezza era in quest'anima, prigioniera in un corpo di peccato;i suoi propositi generosi,i suoi sforzi,le preghiere accorate."Datemi la forza di fare immediatamente il mio dovere e di diventare così un eroe e un santo"

Scrivi una recensione