Opere per violino e pianoforte

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Ernest Bloch
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 23 gennaio 2015
  • EAN: 5028421950150
Sonata per violino n.1, Abodah; Melodia, Suite n.1 in Sol minore per violino solo; Baal Shem, tre immagini della vita chassidica
Ernest Bloch iniziò a studiare il violino in tenera età, per poi trasferirsi a Bruxelles per perfezionarsi con il grande Eugène Ysaÿe. Dopo l’ascesa del partito nazista Bloch cercò rifugio negli Stati Uniti, dove rimase per il resto della sua vita. Nella sua nuova patria Bloch raggiunse rapidamente la popolarità e fu uno dei primi compositori classici a inserire nelle sue opere elementi della musica tradizionale ebraica. Le sue opere basate su temi religiosi esprimono con grande immediatezza i dolori e le gioie vissuti dal popolo ebraico nei secoli della sua lunga e tormentata storia. Il programma di questo disco presenta una serie di opere per violino e pianoforte, spaziando dalla Sonata n.1, un’opera di ampio respiro dallo stile chiaramente romantico, alla neoclassica Suite e dal famoso Baal Shem (Scene di vita chassidica) all’Abodah (Lode all’Altissimo), quest’ultimo dedicato a Yehudi Menuhin. Queste opere ci vengono presentate nella splendida interpretazione della violinista Maristella Patuzzi, che suona un magnifico violino Stradivari. Il booklet contiene ampie note di copertina scritte dagli artisti e le loro biografie.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Ernest Bloch Cover

    Compositore statunitense di origine svizzera. Allievo di E. Jaques-Dalcroze a Ginevra, manifestò precocemente il proprio talento con la Symphonie orientale (1895). Studiò poi il violino a Bruxelles, con E. Ysaÿe, e si perfezionò nella composizione con I. Knorr a Francoforte e con L. Thuille a Monaco. L'opera Macbeth, rappresentata a Parigi nel 1910, rivelò, nonostante gli evidenti influssi debussiani, una personalità originale e intensamente drammatica. Dopo una serie di notevoli affermazioni – Trois poèmes juifs per orchestra, Israel per voci e orchestra, Preludio e due Salmi per soprano e orchestra, Salmo XXII per baritono e orchestra (1914), Schelomo (1915-16), rapsodia ebraica per violoncello e orchestra – nel 1916 si trasferì negli Stati Uniti per svolgervi attività didattica. Fra il... Approfondisci
Note legali