L' oro di Napoli

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1954
Supporto: DVD

nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Serial e serie TV - Commedia

Salvato in 65 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 8,78 €)

In cinque episodi vengono presentate grandi miserie e piccoli eroismi della vita popolare nei vicoli di Napoli tra onesti lavoratori, nobili in decadenza, caporioni prepotenti: "Il guappo", "Il funeralino", "Pizze a credito", "I giocatori", "Teresa".
4,8
di 5
Totale 10
5
8
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    n.d.

    18/02/2020 06:24:05

    Reincarna a pieno il fascino di Napoli!

  • User Icon

    Daria Sozykina

    30/09/2019 11:15:38

    Mi rendo conto che è un classico del cinema italiano ma a me sinceramente non ha fatto un grande effetto, a volte è troppo lento. Devo riconoscere però che Sophia Loren nelle vesti di una passionale pizzaiola non si dimentica come anche Silvana Mangano nella storia della rassegnazione.

  • User Icon

    Giuseppe

    07/03/2019 16:20:42

    Ogni episodio ha come interprete principale un nome di primissimo piano: Totò ne Il guappo, Eduardo De Filippo ne Il professore, Sophia Loren in Pizze a credito, Vittorio De Sica ne I giocatori e Silvana Mangano in Teresa. Dei sei episodi previsti, uno, Il funeralino, fu escluso dal montaggio. È poco conosciuta la storia circa la partecipazione di Vittorio De Sica come protagonista dell'episodio "I giocatori". Il grande regista - che più volte prese dalla strada gli attori e le comparse per i suoi film - offrì infatti il ruolo del conte Prospero all'avvocato penalista Alfredo Jelardi

  • User Icon

    V.M.

    24/09/2017 20:21:46

    Dove finisce la commedia e inizia la tragedia? Da nessuna parte, perchè vanno sempre a braccetto. Così è la vita, vera ricchezza di Napoli, immortalata in questo film stupendo. Non è un caso che i più grandi attori napoletani fossero eccellenti sia come comici che come drammatici. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Pasquale

    23/06/2017 23:58:51

    Grandissimo film con grandi attori.

  • User Icon

    cataldo.zingaropoli@iustizia.it

    31/03/2017 12:08:27

    Pensate la grandezza di Vittorio De Sica che in questo pulsante affresco di Napoli ( e non solo ),si ritaglia la "perla" della interpretazione del nobile interdetto,a causa del vizio del gioco, che in effetti egli possedeva purtroppo,e che lo porto' a dilapidare immense ricchezze . Con controaltare quel meraviglioso bambino che lo straccia sistematicamente al gioco e che con rassegnazione accetta di misurarsi con quell'adulto ,che perdendo, abbandona ogni contegno e lo insulta lanciandogli le carte sul volto....

  • User Icon

    Ermanno

    29/04/2014 16:17:19

    Arrivato in 48 ore, film bellissimo, Totò si dimostra anche grande attore drammatico.

  • User Icon

    Teresa

    03/07/2006 11:28:09

    Nella descrizione che IBS fà dal Dvd manca il sesto titolo "Il Professore" l'episodio con Eduardo De Filippo che interpreta Don Ersilio Miccio, venditore di saggezza... ma vi assicuro che nel Dvd non manca. Che dire dei sei episodi: UNO PIU' BELLO DELL'ALTRO! E' LA PERFEZIONE ASSOLUTA DI TUTTA LA CINEMATOGRAFIA!

  • User Icon

    Francesco

    09/02/2006 15:17:25

    Semplicemente un capolavoro! Cinque parti che ladsciano il ricordo indelebile di una civiltà popolare che va scomparendo. Dal funerale bianco al nobile decaduto, da "o' pernacchio" come punizione estrema alle primordiali forme di pubblicità ambulante, dai guappi alla "gelusia", è un collage vivo, passionale, struggente della Napoli del dopoguerra. Considero questo film, con la commedia "Napoli milionaria" di Eduardo De Filippo ed alcuni film neorealisti, indispensabile per conoscere la Storia di questa fantastica città in quella fase storica così delicata come gli anni '50.

  • User Icon

    marco

    25/07/2005 17:06:47

    salve vorrei un favore da parte vostra se possibbile sarei interessato all'aquisto del dvd "l'oro di apoli "con vittorio de sica e toto ecco io vorrei sapere se fosse disponibbile e se no quando ed inoltre vorrei sapere come faccio ad ordinarlo.spero che mi possiate aiutare ,aspetto al piu presto una vostra risposta grazie.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente

1955 - Nastro d'Argento - Miglior attrice - Mangano Silvana
1955 - Nastro d'Argento - Miglior attore non protagonista - Stoppa Paolo

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Filmauro, 2008
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 118 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Full screen
  • Area2
  • Contenuti: interviste; trailers; speciale
  • Silvana Mangano Cover

    "Attrice italiana. Nella sua bellezza, a un tempo vicina e distante dal classico modello italiano, si saldano il desiderio delle platee popolari e l'immaginazione degli intellettuali, fin da quando appare, con prepotente fisicità, il seno mozzafiato e le gambe lunghissime, l'incarnato quasi niveo, gli occhi mobilissimi, sfrontata mondina dalla maglietta attillata e dalle calze nere a metà coscia, nell'acqua torbida delle risaie di Riso amaro (1949) di G. De Santis. Questa pellicola, che ne scolpisce la figura altera e indolente in icona immediatamente riconoscibile e la lancia come sex-symbol nazionale nell'immediato dopoguerra, arriva dopo che l'attrice, figlia di un italiano e un'inglese, già ballerina classica e indossatrice, partecipa a diversi concorsi di bellezza e lavora come figurante... Approfondisci
  • Sophia Loren Cover

    Nome d'arte di Sofia Villani Scicolone, attrice italiana. Cresciuta nei bassi di Napoli e allevata da una madre dalla bellezza fuori dal comune che, anche se per poco, lavora come sosia di G. Garbo, grazie a una corporatura da dea greca e un volto solare comincia giovanissima a lavorare nei fotoromanzi e a incantare le giurie di Miss Italia. Ben presto passa al cinema in particine di poche pose che già mostrano tuttavia quanto la volitiva ragazza riempia l’inquadratura con la sua straordinaria presenza scenica. Nel 1953 gira Africa sotto i mari di G. Roccardi e adotta quel cognome d’arte, Loren, che ne rende facilmente pronunciabile, quasi musicale l’enunciazione. Lo stesso anno folgora il produttore C. Ponti, destinato a diventare suo pigmalione e fortunato marito. Questi le offre un contratto... Approfondisci
Note legali