Le ossa della principessa

Alessia Gazzola

Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 16 gennaio 2014
Pagine: 346 p., Rilegato
  • EAN: 9788830437173
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,50
Descrizione
Benvenuti nel grande Santuario delle Umiliazioni. Ossia l'istituto di medicina legale dove Alice Allevi fa di tutto per rovinare la propria carriera di specializzanda. Se è vero che gli amori non corrisposti sono i più strazianti, quello di Alice per la medicina legale li batte tutti. Sembrava quasi che la sua tormentata esistenza in Istituto le avesse concesso una tregua, quanto bastava per provare a mettere ordine nella sua sempre più disastrata vita amorosa, ma ovviamente non era così. Ambra Negri Della Valle, la bellissima, brillante, insopportabile e perfetta Ape Regina, è scomparsa. Difficile immaginare una collega più carogna di lei, sempre pronta a mettere Alice in cattiva luce con i superiori, come se non ci pensasse lei stessa a infilarsi nei guai, con tutti i pasticci che riesce a combinare. Per non parlare della storia di Ambra con Claudio Conforti, medico legale affermato e tanto splendido quanto perfido, il sogno proibito di ogni specializzanda... E forse anche di Alice. Ma per quanto detesti Ambra, Alice non arriverebbe mai ad augurarle la morte. Così, quando dalla procura chiamano lei e Claudio chiedendo di andare a identificare un cadavere appena ritrovato in un campo, Alice teme il peggio. Non appena giunta sulla scena del ritrovamento, però, mille domande le si affollano in mente: a chi appartengono quelle povere ossa? E cosa ci fa una coroncina da principessa accanto al corpo?

€ 9,50

€ 17,60

10 punti Premium

€ 14,96

€ 17,60

Risparmi € 2,64 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandra

    22/11/2018 11:43:06

    bel libro (primo che leggo di questa scrittrice). scorrevole, simpatico: prenderò anche gli altri.

  • User Icon

    Lorena

    14/12/2017 11:19:00

    Bello! Una lettura semplice, leggera e ben calibrata, con la giusta dose di mistero, sentimento e umorismo. La protagonista si conferma un personaggio simpatico, tenero ma alle volte anche snervante.

  • User Icon

    Alessandro

    09/10/2016 08:03:59

    Un amore tormentato tra Viviana e Daniel che porta a distruggersi. Alice si riconoscerà in Viviana...e

  • User Icon

    Mariarita c.

    08/08/2015 11:04:13

    Io odio i romanzi che sono composti da un numero imprecisabile di libri e spero sempre che ogni scrittore crei massimo cinque libri per ogni saga ma invece nel caso delle vicende si Alice è diverso... Nn mi dispiacerebbe continuare a leggere la storia delle sue indagini... E soprattutto spero in un evoluzione del suo rapporto col bel Claudio... Io faccio il tifo sempre e solo per lui!

  • User Icon

    Annina

    04/07/2015 16:42:11

    La trama è avvincente e non cala mai, bello e triste l'amore tra Daniel e Viviana. Il migliore fra tutti.

  • User Icon

    Alessandra

    05/06/2015 16:02:37

    Fresco, scorrevole e fruibile, questo nuovo capitolo della saga della simpatica Alice Allevi mi è sembrato più maturo e meglio articolato dei precedenti volumi. Giallo in cui si intreccia un cold case con la misteriosa scomparsa di una collega della protagonista, si legge con piacere e senza cali di ritmo, anche grazie all'intercalare degli avvenimenti personali di Alice e di Viviana, la ragazza trovata uccisa.

  • User Icon

    Fanny

    12/05/2015 09:31:34

    ? vero che dopo un po' le serie iniziano a venire a noia, o comunque iniziano un po' a ripetersi, come quella della Kinsella, ma se i personaggi sono belli e ben costruiti, trovo che sia sempre bello leggere delle loro avventure. Inoltre penso che la Gazzola sia davvero molto brava e se decidesse di scrivere un romanzo nuovo, al di fuori della storia di Alice allevi, lo leggerei di sicuro e sono certa che sarebbe ben scritto. Questo libro mi ? piaciuto molto, era diverso dai precedenti. Mi ? piaciuto che abbia preso spunto da un suo vero viaggio e si ? visto quanto si sia documentata su aspetti storici, geografici e archeologici. Secondo me questo libro rappresenta un buon trampolino per scrivere di altro. Brava Alessia!

  • User Icon

    dani70

    07/03/2015 12:44:55

    Alessia Gazzola è bravissima! Anche questo romanzo è molto carino e godibile. Ma Alice Allevi cosa farà da grande: il medico legale o l'investigatrice?

  • User Icon

    Andrea

    02/01/2015 21:27:10

    Noioso. Storia ingarbugliata, personaggi triti e ritriti. Rispetto alla freschezza narrativa del primo libro dell'autrice siamo lontanissimi.

  • User Icon

    Megant

    30/12/2014 21:37:53

    Questo libro l'ho trovato più complesso dei due precedenti, mi è piaciuto molto di più e ritengo che la Gazzola stia decisamente "prendendo la mano" con la scrittura, riuscendo a mantenere una trama scorrevole con un linguaggio a tratti forbito, ricco anche di concetti medici, sempre pertinenti e non messi lì tanto per farsi vedere sapienti. La trama in realtà è abbastanza complessa e mi sono piaciute moltissimo le parti in italico in cui si raccontano gli ultimi giorni di vita di Viviana, un personaggio a cui si finisce per voler bene. Tutto poi è snellito dalla consueta imbranataggine di Alice che si accosta sempre più alla professione di poliziotta, al fianco di Calligaris, rispetto a quella di anatomo-patologa dove il bel Claudio Conforti non le rende mai le cose troppo facili. E' carino da leggere, senza troppo sforzo mentale ma l'ho trovato estremamente piacevole.

  • User Icon

    Fabio De Rosa

    02/12/2014 02:25:12

    Noioso, finale purtroppo da "Grande Fratello", davvero mi riesce difficile capire la base di alcune valutazioni entusiastiche apparse su questo sito.

  • User Icon

    Umberto75

    15/09/2014 23:01:06

    Una scrittura fluida, simpatica ed accattivante accompagna un bel thriller con qualche colpo di scena ed un finale che apre al prossimo libro come accade ahimè troppo spesso. Un punticino in meno per "l'imbeccata" finale che fa passare lo zelante ispettore come un dilettante allo sbaraglio (non rivelo altrimenti poi rovino la parte finale del libro).

  • User Icon

    valentina

    28/08/2014 14:05:18

    La protagonista e sempre divertente,romantica e combina guai. Aspettando il prossimo libro.

  • User Icon

    Roberta

    26/07/2014 10:40:21

    La Gazzola migliora col tempo! Non ho letto "Sindrome da cuore in sospeso", che mi dicono abbia deluso i lettori dei precedenti, ma questo é a mio parere il più completo. Il romanzo é una miscela intelligente, curata e ironica di thriller e avventura, velata dalla "tormentata" storia d'amore che, come per gli altri, fa da filo conduttore. Così come matura l'autrice, la protagonista cresce e matura a livello professionale...e sentimentale! Goffa e impacciata a volte, altre invece intuitiva e disinvolta: grazie a queste caratteristiche della protagonista la trama, di per sé intrigante, assume quella sfumatura "leggera", propria dello stile della Gazzola, che rende il libro gradevole e adatto ad un vasto pubblico. Come gli altri, consigliato!

  • User Icon

    Mariflo

    23/07/2014 20:26:51

    Non mi è dispiaciuto affatto. L'ho letto volentieri e ho apprezzato il ritmo che me ne ha reso appetibile la lettura. Non è forse allo stesso livello del L'allieva, ma un 3 mi sembrava troppo poco. Non l'ho trovato noioso e prolisso - non più di tanto almeno - e l'ho divorato in poche ore. Come nel libro precedente, comincio a non apprezzare molto l'instabilità effettiva della protagonista, ma in questo libro trovo abbia meno rilievo. Ho trovato un tantino forzato il collegamento fra la sparizione di Ambra e la ragazza assassinata, questo sì. Aspetto il prossimo episodio.

  • User Icon

    Miss Marple

    09/06/2014 21:54:32

    Rispetto ai precedenti mi è piaciuto molto meno. Abbastanza noiose le parti del "diario" di Viviana.Speriamo che il prossimo,dove troviamo l'incipit alla fine di questo,sia meglio. Un delitto a teatro dove solitamente prova l'amica e coinquilina,di Alice,Cordelia...

  • User Icon

    Ettore

    03/05/2014 13:01:41

    Ho appena letto il libro e le valutazioni che partono dall'alto e man mano diminuiscono, forse i lettori di Patricia C sono i delusi, io ho apprezzato il romanzo di Alessia Gazzola pur riconoscendo che ancora ha tanto da lavorare sulla tecnica della narrazione, per evitare i lunghi percorsi per raggiungere mete vicine, e le inutili e noiose ripetizioni, sono certo che il prossimo scritto lo apprezzerò maggiormente.

  • User Icon

    Laura

    08/04/2014 10:55:40

    Ho letto gli altri libri della Gazzola e il personaggio di Alice Allevi, a metà strada tra una sconclusionata, pasticciona, imprevedibile Bridget Jones all'italiana (come è stata definita) e l'investigatrice anatomopatologa Kay Scarpetta era veramente riuscito. Uso l'imperfetto perché, a mio parere, nel nuovo romanzo, questa felice commistione si perde. La parte, fin ora dedicata alla clinica, con i personaggi secondari, tipo il Supremo, la Wally e il Dottor Conforti si perdono sullo sfondo. La storia di Ambra piuttosto inverosimile. La storia gialla è ingarbugliata, la parte in corsivo, che probabilmente vuol rendere il pensiero e i sentimenti di Viviana, appesantiscono il tutto. Deludente.

  • User Icon

    vania

    27/03/2014 18:13:55

    un gialletto mediocre e poco interessante - sicuramente meglio l'allieva

  • User Icon

    betty

    25/03/2014 12:02:31

    Un buon "thriller" se così si può definire...a tratti intenso...a tratti divertente e poi tragico... primo libro per me di questa autrice e leggerò anche gli altri..promette bene! Un 4 meno come voto e consigliato come lettura leggera e piacevole!

Vedi tutte le 37 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Gli anni passano, ma la nostra “allieva” non cambia. L’Istituto di medicina legale dove lavora continua ad essere il luogo delle sue personali umiliazioni e il rapporto con i colleghi resta sempre altalenante e al limite della sopportazione. Dall’altro lato il bello e impossibile Claudio Conforti, gentile come un sassolino nelle scarpe, schiavizza tutti gli specializzandi e in particolare Alice, la pecora nera del gruppo.
Ma un giorno a sconvolgere la routine giunge un evento drammatico: Ambra Negri Della Valle, la perfida e subdola collega che non fa altro che mettere in ridicolo la povera Alice ponendola di fronte ai suoi limiti, scompare misteriosamente. L’Ape Regina del “Santuario degli specializzandi”, da un giorno all’altro, senza lasciare alcuna traccia ha lasciato Roma e si è volatilizzata.
L’intero istituto è sconvolto e persino Alice, che non nutre particolare stima per la collega, è preoccupata. Decide, aiutata dall’ispettore Calligaris, di scavare nella vita privata di Ambra, ma presto si accorge che le piste seguite non portano ad alcun risultato rilevante.
Un nuovo scossone arriva quando la procura chiama l’istituto legale per far esaminare delle ossa ritrovate in un campo: si tratta del cadavere di una giovane donna il cui scheletro si trova in posizione fetale, sepolto secondo un antico rituale proveniente da lontano. Accanto ai resti una macabra scoperta: una coroncina di plastica, fedele riproduzione di una tiara da principessa.
Alice e Claudio temono il peggio, ma per fortuna quei resti non appartengono alla loro odiosa collega ma ad un’archeologa scomparsa anni prima, mentre era in partenza per una missione di scavi in Oriente. Si scopre in seguito che la vita di Viviana, la defunta archeologa, è in qualche modo legata ad Ambra: le due infatti erano unite da un’amicizia adolescenziale che era stata interrotta all’improvviso.
Se c’è una cosa che abbiamo imparato leggendo le avventure della pasticciona Alice è che nessun mistero è abbastanza grande e nessun segreto è per sempre: l’allieva si imbatte in questa nuova avventura calandosi nel mondo di Viviana, una ragazza che sognava l’Oriente e il lavoro di Lara Croft. L’allieva si addentra tra i particolari che hanno portato alla sua morte, scoprendo una donna con dei ricordi in comune con Ambra e una vita sentimentale molto simile alla sua: stessi amori sbagliati e stesse indecisioni.
Controllando i messaggi di posta elettronica e le pagine di un'agenda piena di indizi criptici, la protagonista si lascerà guidare dalle parole della vittima e arriverà alla verità seguendo un intreccio che si snoda tra scavi archeologici e amori infelici.
Come per L’allieva e Un segreto non è per sempre anche in quest’ultimo romanzo si mescolano in modo sapiente thriller, avventura e romanzo rosa. La protagonista, goffa e imbranata alla “Bridget Jones”, ma intuitiva e risolutiva come "Kay Scarpetta", si muove con disinvoltura nella storia, ricca di mille sfumature stilistiche. Ancora una volta una trama intrigante e colma di mistero, ma con quel tratto di leggerezza che contraddistingue lo stile della Gazzola e che rende il libro adatto ad un pubblico trasversale: dagli amanti del noir al pubblico dei romanzi rosa.