Outrage Beyond (Blu-ray)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Anno: 2012
Supporto: Blu-ray
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 6,50

€ 12,99
(-50%)

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 12,99 €)

In seguito alla presa di potere di Kato del clan Sanno, Otomo si finge morto per sfuggire alle ritorsioni dei Sanno. Una maxi retata organizzata dalla polizia scatena una guerra infernale all’interno della yakuza , ma quella che era nata come una lotta di quartiere diventa una guerra di proporzioni più pericolose.
Un poliziotto corrotto pensa di poter sfruttare la situazione per far fuori tutte le persone a lui scomode. Per questo decide di liberare Otomo.
  • Produzione: Eagle Pictures, 2018
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 88 min
  • Lingua audio: Italiano (5.1 Dolby Digital); Originale (5.1 Dolby Digital)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 2.35:1 16:9
  • Takeshi Kitano Cover

    "Attore e regista giapponese. Fenomeno televisivo, saggista popolare e voce radiofonica, debutta in Furyo (1983) di N. ¯Oshima, per il quale interpreta anche Tabù-Gohatto (1999). In seguito è ingaggiato come protagonista di Violent Cop (1989) di K. Fukasaku, ma litiga con il regista e prende il suo posto. Sfoltita la sceneggiatura e semplificate le scenografie, impone al film uno stile essenziale in cui il silenzio ha il sopravvento sulla parola. Questa caratteristica, insieme al tono violento, poetico e ironico, decretano il successo delle sue pellicole all’estero, soprattutto a partire da Sonatine (1993), una satira sulla yakuza (la mafia giapponese) ambientata tra paesaggi metropolitani monocromi e l’abbagliante biancore dell’isola di Okinawa. Fondata la casa di produzione indipendente... Approfondisci
  • Takeshi Kitano Cover

    "Attore e regista giapponese. Fenomeno televisivo, saggista popolare e voce radiofonica, debutta in Furyo (1983) di N. ¯Oshima, per il quale interpreta anche Tabù-Gohatto (1999). In seguito è ingaggiato come protagonista di Violent Cop (1989) di K. Fukasaku, ma litiga con il regista e prende il suo posto. Sfoltita la sceneggiatura e semplificate le scenografie, impone al film uno stile essenziale in cui il silenzio ha il sopravvento sulla parola. Questa caratteristica, insieme al tono violento, poetico e ironico, decretano il successo delle sue pellicole all’estero, soprattutto a partire da Sonatine (1993), una satira sulla yakuza (la mafia giapponese) ambientata tra paesaggi metropolitani monocromi e l’abbagliante biancore dell’isola di Okinawa. Fondata la casa di produzione indipendente... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali