Categorie

Giuseppe Pederiali

Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2006
Pagine: 267 p. , Rilegato
  • EAN: 9788811665892

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    claudio arzani (arzy)

    05/01/2008 23.07.40

    Dopo l’osteria della Fola Pederiali ci ripropone una raccolta di racconti dedicata alla gente della sua terra, quell’Emilia libertaria e giocosa che va dalla grassa Bologna alla bassa mirandolese. Modelli un po’ stereotipati che, alla lunga, magari annoiano pure, lungo le troppe pagine del libro ma questa è l’impressione di chi in quelle zone ha vissuto e sa che, in fondo in fondo, l’idea di costituire una cooperativa per la gestione in comune della più bella ragazza del paese a qualcuno potrebbe anche venire davvero: non manca certo la fantasia alla gente della bassa, quando si tratta di godere dei piaceri della tavola e del bel vivere, amore in prima fila sia esso vissuto, inventato, parlato o semplicemente narrato. Storie che, per chi vivesse nella lontana Sicilia, potrebbero tingersi di incredulità ma da queste parti, si sa, non è certo la fedeltà il valore più ricercato e quel che conta appunto è il piacere del bello: se talvolta questo determina qualche “scappatella” non val comunque la pena farne conseguire la rovina di rapporti d’amore profondo che magari proprio l’innocente scappatella rafforza. Per la gente della verde Emilia, par poter concludere, una lasagna ogni tanto fa meglio apprezzare la mortadella di ogni giorno.

  • User Icon

    morena

    19/02/2007 15.17.51

    un libro molto divertente!!! Lo paragono al professor Bellavista di De Crescenzo anche se, in questo caso, non si parla di mitologia ma di gente comune. Molte frasi sono in dialetto emiliano/romagnolo: non so' se tutti riusciranno a capirle.

  • User Icon

    ivana conti

    31/10/2006 16.12.45

    Ho provato un'emozione diversa a ogni storia, e dispiace arrivare all'ultima pagina di questo libro che incanta e diverte.

Scrivi una recensione