Salvato in 66 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Un paradiso abitato da diavoli
15,20 € 16,00 €
;
LIBRO
Venditore: IBS
+150 punti Effe
-5% 16,00 € 15,20 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,20 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
LIBRIAMO
16,00 € + 4,99 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
15,20 € + 5,95 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
16,00 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
16,00 € + 5,50 € Spedizione
Disponibile in 8 gg lavorativi Disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
16,00 € + 5,90 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,20 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
LIBRIAMO
16,00 € + 4,99 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
15,20 € + 5,95 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
16,00 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
16,00 € + 5,50 € Spedizione
Disponibile in 8 gg lavorativi Disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
16,00 € + 5,90 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Un paradiso abitato da diavoli - Benedetto Croce - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Un paradiso abitato da diavoli Benedetto Croce
€ 16,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Come un Cicerone dalla sorprendente dottrina, affabile ma mai conciliante, Benedetto Croce fa scoprire al lettore il volto segreto della sua città: le vestigia della dominazione spagnola e le vite smodate dei soldati che vi furono di stanza; gli scomparsi "seggi" e l'epopea dei lazzari, fanaticamente devoti a san Gennaro e al re; il vocio assordante dei venditori; personaggi come il sacerdote archivista don Dima Ciappa, "religiosissimo uomo" che fece uccidere un giovane rivale in amore, e gemme come il palazzo Cellamare a Chiaia, dove si sedimentano secoli di storia, di vita artistica e letteraria. I saggi qui raccolti sono apparsi in origine tra la fine dell'Ottocento e gli anni Cinquanta.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2
2006
22 febbraio 2006
315 p., Brossura
9788845920363

Valutazioni e recensioni

4,5/5
Recensioni: 5/5
(2)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Francesco
Recensioni: 4/5

Degna "continuazione" di Storie e leggende Napoletane. Da leggere.

Leggi di più Leggi di meno
Carlo
Recensioni: 5/5

Il catalogo della commendevole Adelphi si conferma tra i più interessanti del panorama editoriale italiano, Calasso affida allo storico Giuseppe Galasso la curatela di una selezione di scritti su Napoli, scelti tra gli innumerevoli prodotti da Croce nel corso della sua lunga e prolifica carriera. All’interno della sterminata bibliografia crociana questo volume costituisce un’opera minore ma di sicuro pregio, essa raccoglie parte delle ricerche effettuate dal filosofo su aspetti talvolta secondari della città partenopea ma che si possono facilmente ricondurre alla Grande Storia, trattata in lavori di più ampia portata (“Storia del Regno di Napoli”). “Un paradiso abitato da diavoli” rappresenta quasi un divertissement, una concessione alla pura curiosità (arricchita però da riflessioni di spessore) all’interno di un ponderoso percorso di studi, Croce evita tortuose interpretazioni storico-filosofiche per raccontarci con leggerezza fatti, usi e costumi di varie epoche della storia napoletana, un autentico omaggio – non esente da punzecchiature - alla sua città (lo studioso nacque a Pescasseroli ma nel 1886, ventenne, si stabilì a Napoli dopo una parentesi romana seguita alla morte dei familiari nel terremoto di Ischia del 1883). All’interno del libro particolarmente apprezzabili le memorie dei soldati spagnoli (spesso meri avventurieri e tagliagole) di stanza a Napoli durante il dominio degli Asburgo, le vicissitudini dei celeberrimi Lazzari nel XVIII secolo e il loro ruolo contro-rivoluzionario durante i fatti della Repubblica Napoletana del 1799, il magnifico tour tra palazzi signorili e chiese ed infine il ricordo della meravigliosa metropoli campana negli ultimi decenni di regno borbonico.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Voce della critica

L'orizzonte della riflessione crociana è molto esteso tendenzialmente universale: un sistema filosofico aperto pensato per spiegare il mondo nelle sue mutevoli articolazioni. Analogamente il raggio degli interessi di Croce è assai vasto e abbraccia diversi aspetti dello scibile umano: storia politica filosofia economia critica letteraria. Occorre non dimenticare però che l'opera crociana ha anche un definito baricentro affettivo costituito dalla città dove visse. Nato a Pescasseroli in Abruzzo per formazione esperienza di vita frequentazioni relazioni Croce fu in tutto e per tutto napoletano. Il radicato attaccamento alla sua patria ideale non gli impediva però una consapevole distanza critica dal cliché della Partenope "troppo indulgente e troppo rilassata". A ciò si aggiunga la necessità di rimarcarne i profili di impegno civico oltre che intellettuale anche al fine di giustificare la locuzione "Napoli nobilissima". Trascegliendo con grande finezza dalle molte raccolte storiche ed erudite Galasso ha messo insieme un'antologia dedicata appunto a Napoli. Per restringere un campo assai vasto non contenibile in un singolo volume il curatore ha fatto ricorso a un duplice criterio. Ha individuato un nucleo tematico più definito di quello genericamente locale partendo dallo stereotipo di Napoli come paradiso abitato da diavoli. In secondo luogo ha ristretto l'ambito cronologico non attingendo a sillogi come le Storie e leggende napoletane o La rivoluzione napoletana del 1799 ma privilegiando pagine scritte negli anni venti e trenta quando la riflessione crociana si faceva più inquieta e consapevole del mutamento epocale fissato dalla grande guerra. Ne è venuto fuori un volume dotato di una forte unità e che si legge come un'affascinante guida storica. In filigrana si presenta inoltre come un inconsueto breviario civile.

Maurizio Griffo

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Benedetto Croce

1866, Pescasseroli

(Pescasseroli, L’Aquila, 1866 - Napoli 1952) filosofo, critico e storico italiano. Senatore dal 1910, per un anno ministro dell’istruzione con Giolitti nel primo dopoguerra, mostrò un’iniziale indulgenza tattica verso il fascismo; dopo il 1925 (quando, su invito di Giovanni Amendola, redasse il Manifesto degli antifascisti) mise in atto una ferma opposizione aventiniana. Godette tuttavia di una certa libertà che gli permise di continuare le pubblicazioni della sua rivista «La Critica», redatta prima dell’avvento del fascismo, in collaborazione con G. Gentile. Dopo il 1943 si trovò presidente del partito liberale e componente del comitato di liberazione: fu ministro nei governi Badoglio e Bonomi, poi senatore di diritto; nel 1947 si dimise...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore