Categorie

Si Djohar Ahmed

Traduttore: G. Pavan
Editore: Borla
Anno edizione: 1993
Pagine: 208 p.
  • EAN: 9788826309903

scheda di Ronchi della Rocca, D., L'Indice 1994, n. 3

È abbastanza vero: un titolo così suscita immediatamente (e del tutto pregiudizialmente) diffidenza. È molto più rassicurante trincerarsi dietro le certezze della psicoanalisi ufficiale. Ma senza l'eccezionale apertura mentale dei padri fondatori, non esisterebbe la psicoanalisi! Ripercorrendo con ricchezza di documentazione la storia della parapsicologia degli ultimi due secoli, per quanto attiene al suo utilizzo terapeutico, scopriamo che fino alla fine del XIX secolo, paranormale e inconscio apparivano come due facce di una stessa realtà. Intenzione dell'autrice, psicologa e psicoanalista è di integrare il paranormale nell'attività mentale, sostenendo che accanto ai processi primario e secondario descritti dalla psicoanalisi classica, l'esistenza di fenomeni PSI (soprattutto telepatia e telecinesi) testimonierebbe l'esistenza di un processo "originario", un'energia psichica costantemente operante, anche se essa si rende evidente solo in occasioni particolari. Oltre alla parte storica, il testo comprende vari esempi clinici, illustra la tecnica di addestramento alla telepatia, sottolinea l'importanza teorica e clinica dell'utilizzo dei fenomeni PSI nella relazione transferale. Nonostante si accenni alla possibilità di riconoscere più facilmente modalità di funzionamento psichico arcaico rette dal processo originario in certi casi di scompenso psicotico acuto, colpisce che non venga citata la teoria di Bion sugli elementi beta. Un libro da leggere, con mente aperta.