Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Parasite (DVD)

Gisaengchung

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Gisaengchung
Regia: Bong Joon Ho
Paese: Corea del Sud
Anno: 2019
Supporto: DVD

nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Giallo e thriller

Salvato in 165 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 9,81 €)

Parasite, film diretto da Joon-ho Bong, è un dramma che racconta la storia della famiglia Kim.

«L'eleganza della regia (notevole l'uso dello schermo panoramico per descrivere la casa da archistar della storia) non va a scapito del ritmo, dei colpi di scena e dell'humour». - Emiliano Morreale, La Repubblica

«La mia Palma del cuore va a uno scatenato noir sudcoreano imperniato su un conflitto di classe, anzi "il"conflitto di classe primario: quello tra i ricchissimi e i poverissimi». -Teresa Marchesi, Huffington Post

Parasite, film diretto da Joon-ho Bong, è un dramma che racconta la storia della famiglia Kim, formata dal padre Ki-taek , un uomo privo di stimoli, una madre, Chung-sook , senza alcuna ambizione e due figli, la 25enne Ki-jung e il minore, Ki-woo . Vivono in uno squallido appartamento, sito nel seminterrato di un palazzo, e sono molto legati tra loro, ma senza un soldo in tasca né un lavoro né una speranza per un futuro roseo. A Ki-woo viene la perversa idea di falsificare il suo diploma e la sua identità per reinventarsi come tutor e impartire lezioni a Yeon-kyuo , la figlia adolescente dei Park. Quest'ultimi sono una ricca famiglia, che, al contrario dei Kim, vivono in una grande villa, grazie ai guadagni del patriarca, dirigente di un'azienda informatica.Ki-woo insegna principalmente inglese alla ragazza a un ottimo prezzo, cosa che genera entusiasmo e speranza nella suoi parenti. Il ragazzo, notando come alla figlia minore dei Park piaccia disegnare, ha la subdola idea di inventare che sua sorella Ki-jung è un'insegnante d'arte, permettendo anche a lei di infiltrarsi nella loro vita. Le due famiglie non sanno, però, che questo incontro è solo l'inizio di una storia strana, che porterà i Kim a introdursi sempre più nella routine dei Park, come un parassita fa con un organismo estraneo.
4,71
di 5
Totale 72
5
55
4
15
3
1
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Virgi

    16/01/2021 18:43:30

    E' la profonda differenza tra i poverissimi protagonisti ed i ricchi nella cui vita riescono ad inserirsi che emerge in questa storia che diventa thriller: un film da non perdere.

  • User Icon

    menasol

    23/12/2020 15:13:18

    Se ha vinto l'Oscar un motivo ci sarà. Per guardare questo film mi sono spogliata dai pregiudizi e ho fatto bene. Ho apprezzato tantissimo la storia e il modo in cui è narrata. I toni della commedia lasciano il passo all'amarezza del finale. L'ho trovato geniale e assolutamente da vedere.

  • User Icon

    Eli

    19/12/2020 11:05:56

    Dai risvolti tragicomici, alla fine ti lascerà con molte domande

  • User Icon

    Claudia

    06/11/2020 10:08:28

    Non sono come facciano a dare recensioni positive e ad aver vinto l'Oscar è un film pessimo e grottesco.

  • User Icon

    Capelletti Daniela

    31/10/2020 13:20:19

    Ogni singolo premio, Oscar incluso, è stato più che meritato. Un ritratto della società umana reale e spietato. Ottimo.

  • User Icon

    max

    01/08/2020 14:15:44

    uno dei film più belli di sempre, un ritratto allo stesso tempo spietato ed esilarante del nichilismo senza fine in cui sta sprofondando la moderna società occidentale

  • User Icon

    Ste

    31/07/2020 20:45:26

    Film particolare e un po' ansiogeno, ha anche alcuni momenti di comicità, ma lascia un po' di tristezza e amaro in bocca

  • User Icon

    lu

    15/07/2020 23:51:03

    Bellissimo e grottesco ritratto delle società umane.

  • User Icon

    alex

    20/06/2020 18:07:39

    Complessivamente strano, in puro stile coreano, ma anche abbastanza narrativo e non troppo cerebrale, com'è più tipico della nostra cultura occidentale, dal punto di vista dei contenuti, disperato e grottesco.

  • User Icon

    luke

    20/06/2020 08:55:41

    Un film molto bello e che fa riflettere, un ritratto della società moderna e della disparità di classe. Alcune scelte narrative le ho forse trovate un po' estreme ma credo che questo abbia sottolineato maggiormente il messaggio del film.

  • User Icon

    Eli

    03/06/2020 15:31:50

    Strano è strano!!! Ed è forse questa sua stranezza a lasciarti sospeso. Consigliato da amici che lo avevano visto alla loro domanda se mi fosse piaciuto ho risposto: non saprei!!!!

  • User Icon

    Daniela Capelletti

    26/05/2020 12:59:17

    Vidì questo film al cinema, approfittando della sala del mio paese che a febbraio lo riproiettò in occasione degli Oscar. Appena finì di vederlo dissi che avrebbe vinto tutto. Merita tantissimo. Analisi accurata e cruda per certi versi della società odierna.

  • User Icon

    Giuseppe

    25/05/2020 17:39:26

    Consigliato

  • User Icon

    ciro andreotti

    18/05/2020 11:42:12

    A Seoul la famiglia Ki-taek abita in uno scantinato dove in quattro, genitori e due figli, si arrangiano per racimolare soldi da aggiungere al loro esiguo sussidio di disoccupazione. Quando Min-Hyuk, studente e amico di Ki-Woo, gli offre la possibilità di prendere il suo posto come tutor d’inglese della figlia di una facoltosa famiglia della città, il ragazzo non si fa sfuggire l’occasione iniziando a progettare come migliorare la situazione economica anche dei genitori e della sorella. Un inizio lento in una progressione incessante verso uno dei primi successi internazionale del cinema asiatico e per la precisione sud coreano, non dimentichiamoci che recentemente, nel 2018, fu il nipponico Un affare di Famiglia che strinse la palma d’oro al festival di Cannes. La pellicola di Bong Joon-ho deus ex machina del successo dell’ultima sfortunata stagione cinematografica segnata dal covid19, è stata difatti premiata sia al botteghino ma anche al settantaduesimo festival di Cannes, vincendo anch’ella l’ambita Palma D’oro, oltre a ben quattro statuette Oscar, fra cui quella per il miglior film. Il regista originario di Taegu già in precedenza aveva sfornato buoni successi come Memories of Murder, Okja e Snowpiercer, pellicole nelle quali determinismo e distanziamento erano fonte di riflessione, caratteristiche che in tal caso vengono ulteriormente esasperate fino a generare un allontanamento dello spettatore sia dalle ragioni dei vinti, l’unitissima famiglia Ki-Taek, personaggi sui quali si pongono le prime riflessioni per un mondo geograficamente a noi distante e segnato da un sottoscala ove i quattro risiedono, vittime di un girone dantesco nel quale l’ammassamento è lo stigma. Ma anche dalle ragioni dei ricchi e vincenti, la famiglia Park, protetti da un silenzio ovattato rappresentato dalla splendida villa con giardino di loro proprietà. A fine pellicola, e a seguito di alcuni inattesi colpi di scena, ci si troverà equamente distanti da entrambe le fazioni mentre tutto

  • User Icon

    Letizia

    17/05/2020 19:41:19

    Bong Joon-Ho ci ha abituati, nella sua cinematografia, a gran bei film, conquistando sempre di più l'affetto di un pubblico man mano più vasto. Mai, e dico mai, avrei pensato di ritrovarmi di fronte un capolavoro del genere. Un film che dura due ore e mezza e che non annoia un secondo, la sua scorrevolezza è imbarazzante, l'interpretazione degli attori è magistrale. Un miscuglio di generi, una trama che si infittisce sempre di più e una critica sociale ben dura. Parasite è questo. Guardatelo.

  • User Icon

    David

    17/05/2020 19:37:13

    Parasite di Bong Joon-Ho è un film che riscritto la storia la notte degli Oscar, primo film a vincere sia il premio di Miglior film che il premio di miglior film internazionale. Un evento più unico che raro. Il regista ci ha regalato una perla lucente, un capolavoro capace di mettere suspense, sorridere, riflettere. Parasite è tutto questo ed è un film che andrebbe visto almeno una volta nella vita, ma a dire il vero meriterebbe una visione almeno una volta l'anno. Uno dei migliori film coreani e non solo degli ultimi 20 anni. Non si vedeva un capolavoro così dalla trilogia della Vendetta di Park Chan-Wook. Compratelo ad occhi chiusi, non ve ne pentirete assolutamente.

  • User Icon

    Piero

    17/05/2020 17:42:30

    Film che una volta finito arricchisce il bagaglio personale di ogni cinematografo. Da guardare assolutamente.

  • User Icon

    Emilio

    17/05/2020 15:07:25

    Forse tra i premi Oscar piú meritati di sempre. Thriller avvincente, unito a una fotografia pazzesca e una regia eccezionale. Il parassitismo viene portato all'estremo delle sue conseguenze, mostrando il lato piú oscuro di questa piaga della nostra societá.

  • User Icon

    ciaone

    17/05/2020 10:47:14

    Bong-Joon-Ho (1969) è lo Spielberg sudcoreano e con questo capolavoro ha vinto a Cannes. La prima parte è divertente, una famigliola che vive in un tugurio sotto la strada cerca di sbarcare il lunario e solo con l’astuzia riuscirà, uno alla volta, a far lavorare i suoi quattro componenti, come se fossero perfetti estranei, al servizio di una ricca famiglia di un manager informatico. Quando una sera la famiglia povera rimasta sola nella villa stupenda sta finalmente assaporando come vivono i ricchi, alla porta suona la vecchia governante. Da questo momento la commedia diventa nera e la tensione sale in un crescendo incredibile

  • User Icon

    Mario

    17/05/2020 09:12:26

    Decisamente il film dell'anno. Non saprei trovare un difetto in questo film e dovrei spendere troppe parole per elogiare la regia, la recitazione, la fotografia, la colonna sonora, quindi mi limiterò a dirvi che dovete vederlo.

Vedi tutte le 72 recensioni cliente

Bong Joon-ho ritorna alla sua forma migliore grazie ad un'eccellente lettura del nostro tempo

Trama

Ki-woo vive in un modesto appartamento sotto il livello della strada. La presenza dei genitori, Ki-taek e Chung-sook, e della sorella Ki-jung rende le condizioni abitative difficoltose, ma l'affetto familiare li unisce nonostante tutto. Insieme si prodigano in lavoretti umili per sbarcare il lunario, senza una vera e propria strategia ma sempre con orgoglio e una punta di furbizia. La svolta arriva con un amico di Ki-woo, che offre al ragazzo l'opportunità di sostituirlo come insegnante d'inglese per la figlia di una famiglia ricca: il lavoro è ben pagato, e la villa del signor Park, dirigente di un'azienda informatica, è un capolavoro architettonico. Ki-woo ne è talmente entusiasta che, parlando con la signora Park dei disegni del figlio più piccolo, intravede un'opportunità da cogliere al volo, creando un'identità segreta per la sorella Ki-jung come insegnante di educazione artistica e insinuandosi ancor più in profondità nella vita degli ignari sconosciuti.

Cannes 2019 - Palma d'oro
Golden Globe 2019 - Miglior film

  • Produzione: Accademy Two, 2020
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 126 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Coreano (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
Note legali