Le parole di Sara - Maurizio De Giovanni - copertina

Le parole di Sara

Maurizio De Giovanni

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Rizzoli
Collana: Nero Rizzoli
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 12 marzo 2019
Pagine: 350 p., Brossura
  • EAN: 9788817109925

39° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

Salvato in 103 liste dei desideri

€ 18,05

€ 19,00
(-5%)

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Le parole di Sara

Maurizio De Giovanni

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Le parole di Sara

Maurizio De Giovanni

€ 19,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Le parole di Sara

Maurizio De Giovanni

€ 19,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 19,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il tempo del silenzio è finito. La donna invisibile è tornata.

Due donne si parlano con gli occhi. Conoscono il linguaggio del corpo e per loro la verità è scritta sulle facce degli altri. Entrambe hanno imparato a non sottovalutare le conseguenze dell'amore. Sara Morozzi l'ha capito molto presto, Teresa Pandolfi troppo tardi.Diverse come il giorno e la notte, sono cresciute insieme: colleghe, amiche, avversarie leali presso una delle più segrete unità dei Servizi. Per amore, Sara ha rinunciato a tutto, abbandonando un marito e un figlio che ha rivisto soltanto sul tavolo di un obitorio. Per non privarsi di nulla, Teresa ha rinunciato all'amore. Trent'anni dopo, Sara prova a uscire dalla solitudine in cui è sprofondata dalla scomparsa del suo compagno, mentre Teresa ha conquistato i vertici dell'unità. Ma questa volta ha commesso un errore: si è fatta ammaliare dagli occhi di Sergio, un giovane e fascinoso ricercatore. Così, quando il ragazzo sparisce senza lasciare traccia, non le resta che chiedere aiuto all'amica di un tempo. E Sara, la donna invisibile, torna sul campo. Insieme a lei ci sono il goffo ispettore Davide Pardo e Viola, ultima compagna del figlio, che da poco l'ha resa nonna, regalandole una nuova speranza. Maurizio de Giovanni esplora le profondità del silenzio e celebra il coraggio della rinascita, perché niente è davvero perduto finché si riescono a pronunciare parole d'amore.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,02
di 5
Totale 49
5
9
4
12
3
9
2
9
1
10
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    alex

    14/05/2020 17:56:58

    De Giovanni scrive sempre in modo preciso, affascianante e ricco. L'autore si conferma anche qui un attento osservatore del dolore (e/o del senso di colpa) che segue una scomparsa o una separazione. L'idea di costruire la sua nuova protagonista intorno ad una perdita, che è anche una riscoperta (un bimbo), dà voce investigativa a figure femminili solitamente estranee (una mamma, una nonna...) al mondo del giallo. Lo spaccato di un'Italia - che conosce solo violenza e inganni - non lasca però molte prospettive aperte.

  • User Icon

    Oscar

    13/05/2020 16:45:32

    Lo stile e l'inventiva di Maurizio De Giovanni sono assolutamente confermati. Molto bello il tratteggio del personaggio protagonista, con la giusta dose di introspettività e particolarità che incuriosiscono man mano che si affonda nella storia. Una lettura che dà soddisfazione.

  • User Icon

    STEFANO

    28/04/2020 21:31:31

    DUE COLLEGHE SI RINCONTRANO DOPO PARECCHI ANNI. LA BIONDA LE CHIEDE DI INDAGARE SU UNA MISTERIOSA SCOMPARSA ALLA QUALE LEI NON VUOL FAR SAPERE NULLA. OTTIMA SINTASSI, STORIA AVVINCENTE.

  • User Icon

    Nadia

    28/04/2020 19:48:03

    Avevo già letto "Sara al tramonto" e mi è piaciuto il prosieguo della storia. Questo personaggio è poliedrico e così particolare come tutti i bellissimi personaggi nati dalla fantasia di Maurizio De Giovanni, uno dei miei autori preferiti, costruisce l'ambiente del personaggio, la sua storia, la sua identità più profonda con un linguaggio che ogni volta aderisce al periodo storico in cui è collocato. Decisamente da leggere..

  • User Icon

    Raffaello, MC

    03/04/2020 09:03:40

    Comprato la settimana scorsa in formato ePub e letto in 2 giorni di confino in casa. Molto bello, scorrevole e scritto, come sempre con grande maestria. Difficile staccarsi dal racconto una volta iniziato. Bello e incisivo il finale............. Libro da non mancare!

  • User Icon

    Mari

    05/02/2020 08:38:19

    Un romanzo piacevole, scorrevole ma davvero un po' troppo leggero. I personaggi e le dinamiche tra loro sono prevedibili e scontate. Napoli si intravede poco.

  • User Icon

    laura

    03/01/2020 10:39:07

    Anche questo secondo libro della serie di Sara mi è piaciuto moltissimo. Confermo le impressioni datemi dal primo “Sara al tramonto”: Napoli e il suo “colore” è poco presente ed è un bene perché sposta l’attenzione sui personaggi e sulla storia. Potrebbe ambientarsi a Parigi o a New York e sarebbe validissima egualmente. E sparisce la dicotomia nobiltà/plebe (rispetto alla serie di Ricciardi), del resto inattuale rispetto all’ambientazione di questa serie. Il linguaggio è brioso e attuale. E per andare ai contenuti: anche i più duri, cinici e razionali si scoprono umani, dolenti, posseduti da passioni intime. Si intravedono già sviluppo positivi sul piano dei sentimenti di tutti e tre i principali protagonisti, Sara, Viola e Davide. Permane il sentimento della solitudine, che permea ogni serie di de Giovanni. Letto in breve tempo e amato immediatamente

  • User Icon

    Monia

    23/11/2019 14:06:56

    Ho un debole per De Giovanni e il libro "Sara al tramonto" mi era piaciuto molto. Purtroppo in questo non ho trovato le stesse sensazioni e il medesimo coinvolgimento. Mi dispiace molto e confido in una ripresa nel successivo della serie.

  • User Icon

    rosanna

    13/11/2019 11:21:14

    mi è piaciuto a me piace molto l'autore

  • User Icon

    Un nuovo personaggio da amare

    21/10/2019 21:23:15

    Dopo il commissario Ricciardi e il Cinese dei Bastardi di Pizzofalcone De Giovanni ci regala un altro personaggio da amare : Sara. All'inizio ti incuriosisce ma non ti prende, sembra distante,fredda. Ma secondo me,c'è come un'evoluzione nella creazione di questo personaggio rispetto ai precedenti. E' apparentemente meno empatica, ma col progredire della storia, il suo carattere difficile, spigoloso ma così vero ti trascina in un vortice di emozioni, non sempre positive ma che fanno riflettere sui lati più profondi del nostro carattere, su come la vita non ci risparmia niente, sofferenze, dolori, ma anche speranze inaspettate. Un romanzo duro, attuale, diverso ma splendido. Grazie Di Giovanni.

  • User Icon

    Towandaaa

    21/10/2019 14:45:03

    Il primo (“Sara al tramonto”) mi era piaciuto, nonostante si incentrasse su servizi segreti e giustizialismo (che non sono certo i miei argomenti preferiti) sia come romanzo a sé, pur con qualche ingenuità e qualche elemento ancora da definire (ma trovo normale, anzi quasi necessario, che ciò accada nella prima uscita di una serie, dato che non si può svelare tutto e subito sui personaggi, un po’ di loro deve essere lasciato alla scoperta successiva), sia, appunto, come primo di una serie nella quale intravedevo buone promesse. Questo invece no. Mi ha lasciato molto delusa. Sinceramente mi sono stancata di leggere per buona parte di un romanzo il “riassunto delle puntate precedenti”, e questa tendenza costante nei libri di De Giovanni, prima più misurata, ultimamente sta iniziando a prevaricare il resto. Una cosa è dare alcuni accenni, per ricordare chi siano i personaggi ai lettori che già li conoscono o per aiutare i lettori che hanno intrapreso la lettura senza iniziare con la prima uscita della serie, ma ripetere le stesse note, costantemente, più volte nello stesso romanzo, risulta stancante agli occhi del lettore che, come me, vorrebbe veder crescere i personaggi o in senso assoluto (cioè assistere a una loro qualche metamorfosi) o in senso relativo (cioè assistere ad una loro maggiore definizione ad opera dell’autore). Sara, Teresa, Viola e Pardo invece mi sono sembrati esattamente gli stessi che avevo lasciato chiudendo il primo libro. Ora che ho finito, stancamente e per partito preso, il secondo, li lascio di nuovo uguali a se stessi, e non so se avrò voglia, alla loro prossima avventura, di tornare ad ascoltare quello che vorranno raccontarmi.

  • User Icon

    Flavia

    13/10/2019 07:01:52

    Inizio interessante, sviluppo inatteso, finale lento e un po' inutile. Rispetto al primo volume di Sara manca una struttura forte e anche il personaggio diventa ripetitivo.

  • User Icon

    Federica

    25/09/2019 12:44:44

    Premetto che ho un debole per il Grande Maurizio ma questo filone narrativo non mi ha convinto. Libro piacevole per una lettura estiva leggera.

  • User Icon

    Rita

    25/09/2019 05:43:39

    Stavolta l'ex intercettatrice, esperta nel linguaggio non verbale, viene chiamata in causa direttamente da Teresa Pandolfi, sua ex collega ora capo dell'unità intercettazioni, perché è sparito uno stagista del suo nucleo investigativo, una persona che tra l'altro le sta particolarmente a cuore... Richiamando in squadra Viola, ora alle prese con la maternità, e l'ispettore Davide Pardo, sempre più tiranneggiato dal suo Bovaro del Bernese fuori taglia, Sara ritorna ad indagare e a mettere in pratica le sue singolari doti, pescando in un torbido passato italiano di attentati e collusioni... La cosa che mi sta piacendo di questa saga è il tirare fuori tutto il nero delle collusioni tra politica e criminalità organizzata; nel primo libro era solo accennato questo elemento, ora si trova ad essere al centro proprio della trama. E a differenza dei finali che de Giovanni scrive per Ricciardi o per i Bastardi di Pizzofalcone, quelli di Sara sono finali tinti di nero - elemento fortemente caratteristico di questa saga, nonché di tutta la collana Nero Rizzoli. Consigliato :)

  • User Icon

    giulippa

    20/09/2019 14:18:50

    Libro scritto in maniera molto fluida come di consuetudine. Certo che il personaggio è un po' difficile da far digerire. Alcune cose sembrano totalmente impossibili

  • User Icon

    un libro che merita attenzione

    19/09/2019 12:00:47

    Il libro è scritto bene, la narrazione corre veloce e i protagonisti delineati nel primo volume acquistano corposità e spessore. Il libro offre una scrittura consapevole e matura che non si autocompiace. E' un invito alla responsabilità personale -Mi è piaciuto di meno l'atmosfera da cospirazione e qualche passaggio un po lento

  • User Icon

    Marco

    19/06/2019 13:52:29

    In attesa del capitolo finale della saga del commissario Ricciardi, ho letto il secondo libro dedicato a Sara, ex agente dei servizi segreti italiani, specializzata nel leggere il labiale e capire se il soggetto mente tramite i gesti del corpo. Sara viene di nuovo contattata da Teresa, la donna rimasta a capo dei servizi per indagare in modo non ufficiale su un caso personale: è infatti scomparso Sergio, uno stagista della loro sede e la storia assume contorni particolari perché, nonostante la differenza di età, costui era l'amante di Teresa. Sara, con l'aiuto di Viola, la nuora che avuto un figlio dal figlio di Sara (deceduto) e al goffo ispettore Pardo, inizia la sua indagine grazie alle sue straordinarie doti e ben presto scopre legami tra la destra ultrafascista e la malavita organizzata. Alla fine riusciranno a trovare il bandolo della matassa, ma impossibilitati a fare giustizia a causa di poteri più forti di loro. Dopo Ricciardi, i Bastardi, Sara è un altro bellissimo personaggio creato da De Giovanni: le storia non hanno sinceramente nulla di particolare, ma l'autore è abilissimo a creare personaggi che restano nel cuore. Anche questo è un bel libro, ma confesso che solo il finale, poco chiaro, mi ha deluso. A fine libro si può trovare anche un racconto breve dedicato a Sara, pubblicato precedentemente nel libro Sbirre, insieme ad altri due racconti di Massimo Carlotto e Giancarlo De Cataldo.

  • User Icon

    virginio

    15/06/2019 14:25:39

    Non mi sembra il solito D Giovanni, grande delusione. Un inizio confuso contorto poco coinvolgente. E' il secondo libro dell'autore che mi delude. Non riconosco più lo scrittore dei bastardi

  • User Icon

    Pulce59

    06/06/2019 22:35:01

    Ben scritto e ricco di suspence. Ottimo per rilassarti

  • User Icon

    elisabetta pasqualini

    29/05/2019 06:05:02

    il romanzo mi ha attirato da subito appena ho visto la cover spero di leggerlo quanto prima perché deve essere molto bello.

Vedi tutte le 49 recensioni cliente

Cominciamo dalle conclusioni. Non reggono il confronto Le parole di Sara con il suo primo Tramonto. Sarà l’aspettativa elevatissima. Sarà l’inaspettata fragilità della trama. Sarà il ripercorrere territori già descritti come per necessità di inquadrare il contesto al lettore a digiuno di Sara al tramonto. Sarà Sara…
È pur vero che l’approccio alla lettura è condizionato da mille fattori ambientali, ma non avrei scommesso un cent sulla fatica fatta per portare a termine questo romanzo. Maurizio De Giovanni scrive bene, molto bene, perciò anche quest’opera si fa leggere senza grosse storie. E qualche momento che ti incolla al libro non manca. Ma le pagine nel complesso scorrono piuttosto lente, apparentemente intorcinate su se stesse; senza un evidente filo conduttore si susseguono, sovrapponendosi, indagini poco lineari che quasi finiscono col fare da sfondo all’introspezione ed ai rapporti personali.
Persino la caratterizzazione dei personaggi sembra perdere un po’ di colore. Tutto ruota, questa volta, sul rapporto tra la “mora” e la “bionda”, la notte ed il giorno, il silenzio ed il rumore. Colleghe di una vita, unico reciproco appiglio in un mondo che, per lavoro e destino, le ha di fatto lasciate sole.
La stessa capacità di osservazione di Sara, carattere dominante del personaggio, sembra un po’ essere messa da parte – quasi a darla per scontata – per lasciare spazio ad abilità altrui; Andrea, ex collega archivista capace di trasformare la sua progressiva cecità in preziosissima dote percettiva grazie all’acutizzarsi degli altri sensi. Fin scontato, verrebbe da pensare…
Vengono quasi relegati sullo sfondo Viola e Davide, caricaturati protagonisti, quasi per dovere di presenza, di qualche screzio che sembra preludere ad un rapporto più profondo.
Rimane un poutpurri di tante cose all’apparenza poco amalgamate tra di loro. I servizi segreti, la politica quella marcia, qualche omicidio, tanti ricordi ed altrettanti rimorsi.
Poco noir, poca trepidazione, poco thriller. Poco di tutto ciò che ha fatto amare Sara al tramonto.
Insomma, l’impressione è che Sara sia diventata talmente brava a rendersi grigia ed invisibile da riuscire a farlo persino nelle pagine del libro…
Tornerà ancora Sara? Noi la aspettiamo, mi raccomando…

  • Maurizio De Giovanni Cover

    Nato nel 1958 a Napoli, è autore della fortunata serie di romanzi con protagonista il commissario Ricciardi, attivo nella Napoli degli anni Trenta, su cui è incentrato un ciclo di romanzi, tutti pubblicati da Einaudi, che comprende finora: Il senso del dolore (2007), La condanna del sangue (2008), Il posto di ognuno (2009), Il giorno dei morti (2010), Per mano mia (Einaudi, 2011), Vipera (2012, Premio Viareggio, Premio Camaiore), Anime di vetro (2015) Serenata senza nome (2016), Rondini d'inverno (2017) e Il purgatorio dell'angelo (2018). Insieme a Sergio Brancato ha pubblicato due graphic novel sulle inagini del commissario Ricciardi: Il senso del dolore. Le stagioni del commissario Ricciardi (Sergio Bonelli 2017) e La condanna del sangue. Le stagioni del commissario... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali