Categorie

Gennaro Matino

Collana: Le vele
Anno edizione: 2007
Pagine: 160 p. , Rilegato

4 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Di argomento religioso e spirituale

  • EAN: 9788821560903

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Massimo Siciliano

    24/02/2012 11.48.46

    Carinissimo questo libro, veloce da leggere e perfino istruttivo nel contenuto per le notizie che dà sul Presepe e sul Natale da festeggiare. Da leggere a scuola.

  • User Icon

    Rosa Dimichino

    07/11/2007 09.40.42

    Il pastore della meraviglia è, o dovrebbe essere, nell'intenzione dell'autore preoccupato per l'assenza del festeggiato a Natale nella società di oggi; è - dicevo - ciascuno di noi, posto al centro della scena in contempazione estasiata, come l'osservatore di un quadro con lo sguardo naturalmente orientato sul suo punto focale. Il Natale dovrebbe essere quella festa che ogni anno si rinnova nella speranza e nello stupore, lo stupore della creatura nei confronti del suo Creatore, che tanto ama il mondo da farsi uomo anche lui, anzi, bambino,l'essere più povero e indifeso, in un albergo umile come la grotta, per ricordarci questo mistero: che se per Dio non c'è posto nella Storia, Egli, nella sua infinita bontà, rompe gli steccati eretti dalle innumerevoli angustie terrene, e soprattutto le durezze dell'intelletto e del cuore, per avvicinarsi a noi, anzi, per rendersi presente in ciascuno di noi.

  • User Icon

    Rosa Dimichino

    06/11/2007 12.27.18

    Un regalo davvero sorprendente e,ne sono certa, gradito ai più per il prossimo Natale, specie ai napoletani. Sotto forma di romanzo, o preferirei dire di racconto, in realtà questo libro presenta i tratti della catechesi e appare molto didascalico, specie per la scelta della situazione: un vecchio spiega a un ragazzino le meraviglie del presepe, i suoi segreti. Ma ciò che conta è la passione dell'autore, che viene trasmessa a chi legge, nel farci comprendere l'autentico valore del presepe e di ogni personaggio e dettaglio ambientale che lo compongono, dal quale si deduce che nulla è affidato al caso. Il presepe è un Vangelo senza libro, o meglio, è un libro esso stesso che va letto spalancando gli occhi per lo stupore, perché ogni minimo particolare assurge a simbolo del mistero racchiuso nella kenosi divina rinnovantesi ogni anno, a prescindere dalle categorie umane di tempo, di spazio, di società, di cultura, e via elencando. Raccomando vivamente questo libro a tutti, specialmente a chi festeggia con l'albero e con Babbo Natale dimenticandosi del vero protagonista della nostra Storia e della nostra vita.

Scrivi una recensione