Il patto dell'abate nero. Secretum saga

Marcello Simoni

Editore: Newton Compton
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,45 MB
  • Pagine della versione a stampa: 328 p.
    • EAN: 9788822720580
    pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

    Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

    Disponibile anche in altri formati:

    € 4,99

    Venduto e spedito da IBS

    5 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Descrizione

    13 marzo 1460, porto di Alghero. Un mercante ebreo incontra in gran segreto l'agente di un uomo d'affari fiorentino, messer Teofilo Capponi. Vuole vendergli un'informazione preziosissima: l'esatta ubicazione del leggendario tesoro di Gilarus d'Orcana, un saraceno agli ordini di re Marsilio, scomparso ai tempi di Carlo Magno. Venuta per caso a conoscenza della trattativa, Bianca de' Brancacci, moglie di Capponi, intuisce che suo padre era coinvolto nella ricerca di quel tesoro prima di morire. Elabora così un piano e per realizzarlo chiede aiuto a Tigrinus, il noto ladro con cui ha già avuto a che fare. Tigrinus dovrà partire alla volta di Alghero e, spacciandosi per Teofilo Capponi, dovrà mettersi sulle tracce dell'oro di Gilarus e scoprire anche la verità sulla morte del padre di Bianca. Nel frattempo, a Firenze, Bianca dovrà mantenere a tutti i costi il segreto sulla missione affidata al ladro, nonostante i sospetti del capo dei birri e di Cosimo de' Medici. Ma in pericolo, a Firenze, c'è anche il tesoro più grande che Tigrinus nasconde: la Tavola di Smeraldo...

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      Mari

      23/09/2018 14:48:13

      Romanzo storico con mistero come ci ha abituati Marcello Simoni. Non sono rimasta delusa anche se il cambio di luogo perpetuo che avviene durante lo svolgimento della narrazione tende a complicare la linearità della storia più di quanto si dovrebbe. Per il resto appassionante e avvincente. Consigliato.

    • User Icon

      Rosaria Cusimano

      23/09/2018 14:33:03

      Bellissimo e avvincente come ogni libro di Marcello Simoni! Le mie aspettative non sono state deluse, se non fosse che passa troppo tempo tra un romanzo e un altro e io che li leggo in 3/4 giorni tendo a dimenticare qualche particolare nell’attesa delle nuove uscite, ma del resto non si può mettere fretta all’ispirazione ;)

    • User Icon

      Emilia

      23/09/2018 13:31:35

      Ho portato il libro con me in vacanza, ma non ero convinto che fosse quello giusto da leggere sotto l' ombrellone. Mi immaginavo fosse un mattone. Invece il libro grazie alla sua trama intricata e alla semplicità del linguaggio si legge tutto d' un fiato. Complimenti a Simone Marcelli.

    • User Icon

      rosa

      22/09/2018 13:44:13

      Un bel balzo nello stile, a paragone di quello scolastico del “Mercante di Libri Maledetti”. Il racconto fluisce bene, eccome! Personaggi ben definiti: Il Ladro (che brutto nome, Tigrinus!), Simeone e soci, Bianca, il Vitelli, persino l’Abadal di Arles dipinto con pochi, magistrali tratti. Dialoghi sobri, efficaci. Ambientazioni in cui ci sei dentro. Però, gli ultimi capitoli! Ah, la vicenda va in sfilacci frettolosi, come se una voce avesse detto all’Autore: “sbrigati, sbrigati”. Voto quattro, perché mi fido.

    • User Icon

      Elena

      20/09/2018 12:35:46

      Un romanzo storico che lega a doppio filo la Sardegna a Firenze medicea a metà del 15' secolo. A fare da catalizzatore di tutta la storia e la spasmodica ricerca di un tesoro nascosto. Pur entrare in possesso di questa immensa ricchezza i nostri protagonisti non esiteranno ad usare qualunque mezzo. Così una nobildonna , dopo aver ucciso il consorte, assolderà un malvivente, noto alle forze dell'ordine, per sostituirsi al marito, recarsi ad Alghero ed ottenere informazioni utili per il ritrovamento del bottino. Ma altri nello stesso momento si stanno muovendo La situazione diventa sempre più intricata ed avvincente con un finale a sorpresa.

    • User Icon

      Filippo

      20/09/2018 08:34:14

      Marcello Simoni è un autore apprezzato in tutto il mondo. Dopo aver letto Il patto dell'abate nero ne ho anche capito il motivo. Scrive veramente bene con ottime ricostruzioni storiche. Il suo genere è il thriller storico e la Secretum Saga di cui questo romanzo fa parte è un'opera molto potente e di grande impatto. Vi innamorete di Marcello Simoni dopo aver letto questo libro!

    • User Icon

      Wilma

      18/09/2018 10:40:51

      I libri di Simoni li ho trovati tutti avvincenti, in particolare il patto dell'abate nero. "segretum saga" . La scrittura chiara che riesce a rendere affascinante Tigrinus il ladro, racconta la violenza praticata nel rinascimento, in un ambiente di cultura e mistero. Inoltre non manca la puntuale verità storica, con aneddoti di arricchimento, e mi riferisco la presenza del fratello di Cosimo Medici, che non sempre la storia svela nei libri di storia; che l'autore descrive con un alchimia di scienza, mistero e ricchezza tipica della famiglia Medici.

    • User Icon

      micina571@gmail.com

      18/09/2018 06:18:36

      ho scorso la trama del romanzo di Marcello Simoni mi sembra avvincente e nelle mie corde.Mi sembra anche un giallo da leggere assolutamente. Penso di consigliarne la lettura.

    • User Icon

      Vincenzo

      15/07/2018 08:43:19

      Il secondo capitolo della Secretum Saga di Marcello Simoni, narra le vicende di Bianca de’ Brancacci, una donna determinata a scoprire la verità che si nasconde dietro la sventurata sorte del padre. Le cose si rendono difficili però quando viene accusata dell’omicidio del marito. Il testo segue due vicende, da un lato Tigrinus, uomo assoldato da Bianca, alla ricerca del tesoro e, dall’altro Bianca che, accusata del suo coinvolgimento nella morte del marito, si scontrerà con uno sbirro. Ritengo, in definitiva, che questo thriller storico quattrocentesco sia interessante e coinvolgente aspettando la fine della saga.

    • User Icon

      Attilio Alessandro Bollini

      08/07/2018 15:56:59

      Mi è piaciuto un po' meno dei precedenti forse perché la frantumazione in brevissimi capitoli che spaziano, in poche righe, da Alghero a Firenze alla Catalogna.... spezzano l'armonia della narrazione ed ingenerano ansia. Comunque bel thriller storico d'evasione con accurate e veritiere ricerche storiche. Vedremo fra poco come andrà a finire la trilogia dell'Abate nero.

    • User Icon

      Sergio

      29/06/2018 16:12:21

      Simoni si legge sempre rapidamente. E non delude mai!

    Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione