Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Pazze di me - Federica Bosco - copertina

Pazze di me

Federica Bosco

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2012
Pagine: 201 p., Brossura
  • EAN: 9788804623984
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 6,00

Venduto e spedito da Biblioteca di Babele

spinner

Disponibile in 2 gg lavorativi

Solo una copia disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 5,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Federica Bosco ci regala una storia d’amore toccante e divertente ma anche il racconto del percorso di un trentenne che vuole diventare un uomo.

“Se c’è una cosa che detesto sono i proverbi. Quello che odio più di tutti in particolare è: ‘C’è sempre una prima volta’. Sì, è vero, una prima volta c’è sempre, ma di solito non è un granché. Sono molto più importanti le ultime volte. In realtà, la vita è solo un’incredibile collezione di ‘ultime volte’. L’ultima volta che ti cantano una ninna nanna, l’ultima volta che esci dal cancello della tua scuola, l’ultima volta che baci la persona che ami, l’ultima volta che ti addormenti senza bisogno del Valium. Ma non c’è mai nessuno ad avvertirti che quella che stai vivendo è l’ultima volta, anzi, di solito non te ne accorgi nemmeno. Il fatto è che quando sei piccolo credi che tutto ti sia dovuto e che tutto rimanga esattamente come quando hai tre anni: i parenti che ti fanno le foto, i regali e sono ossessionati dal fatto che tu dorma, mangi e caghi, ed è tutto un sorridere, battere le mani e fare facce stupide. Poi, però, arriva un giorno in cui puoi essere morto soffocato nel tuo vomito e a nessuno importa più un fico secco, così ti trovi da solo a gridare: ‘Hei! C’è nessuno?’ e allora capisci che, o ti fai andare bene tutto quello che arriva dopo, o puoi spararti un colpo in testa. Cinico? No, realista. Ma forse è il caso che io cominci dall’inizio.” Andrea aveva cinque anni quando il padre se n’è andato come un ladro lasciandolo ostaggio di sette femmine: la madre iperprotettiva, tre sorelle fuori controllo, la nonna genio della fisica, la cinica badante Stanka e la cagnolina di casa. Tutte sembrano non riuscire a fare a meno di lui. Sono talmente “pazze di lui” da fare di tutto per non permettere a nessun’altra donna di entrare nella sua vita. Finchè un giorno arriva Giulia… Con il suo inconfondibile stile, sospeso tra romanticismo e ironia, Federica Bosco ci regala una storia d’amore toccante e divertente ma anche il racconto del percorso di un trentenne che vuole diventare un uomo. Perché solo se sei te stesso, puoi amare fino in fondo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
1
4
3
3
2
2
3
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    SILVIA

    04/06/2014 11:33:23

    Questo è l'unico libro di Federica Bosco che non mi è piaciuto. Non mi sono piaciuti i personaggi e nemmeno la storia. Peccato, perchè tutti gli altri libri di questa autrice sono molto belli e li consiglio!

  • User Icon

    ester77

    11/05/2014 19:00:49

    Libro carino, leggero, senza troppe pretese. Scritto bene, anche se mi aspettavo di più dall'autrice. Decisamente ha scritto romanzi degni di essere letti. Questo un po' meno. Magari è più adatta a parlare dell'animo femminile e non di quello maschile.

  • User Icon

    SILVIA

    26/08/2013 17:15:52

    Libro scorrevole, a tratti divertente ma a tratti un po' noioso. Carino nel complesso, ma mi aspettavo di più dalla Bosco che ha scritto libri molto più belli!

  • User Icon

    Martina

    14/04/2013 17:20:13

    Dopo due soli capitoli ho preferito tornare a studiare latino piuttosto che proseguire nella lettura...ed è tutto dire! La Bosco non mi fa impazzire, ma rispetto agli libri, che erano carini, questo è una delusione...

  • User Icon

    LallaD

    18/02/2013 09:48:29

    Carino, divertente, piacevole! Da leggere!

  • User Icon

    Elena

    03/01/2013 21:12:40

    Carino, nel suo genere. Il racconto non è originale, ma una scrittura briosa e frizzante lo rende divertente, tanto che più di una volta ridevo da sola e attiravo qualche sguardo incuriosito. Per una lettura di evasione.

  • User Icon

    Annalisa

    19/12/2012 15:40:07

    La nostra autrice questa volta ha cercato di immedesimarsi nei panni di un ragazzo dimostrando sempre una ironia e sensibilità acuta. Ad inizio anno prenotiamo un posto al cinema perchè uscirà un film tratto dal romanzo!

  • User Icon

    Dile_70

    08/12/2012 18:48:13

    Molto carino, come tutti i libri della Bosco del resto. Leggetelo se volete passare ore di pura evasione!

  • User Icon

    Becky

    24/11/2012 11:51:05

    All'inizio del romanzo ero felicemente sorpresa, la narrazione della Bosco mi sembrava molto più matura rispetto al passato e, devo ammetterlo, scrivere con una voce maschile le viene piuttosto bene. Ma andando avanti con le lettura, comunque breve, ho rischiato di morire di noia. Ad un certo punto la trama diventa ripetitiva ed inconcludente, e la redenzione finale è, oltre che improbabile, piuttosto irritante. Mi astengo dal commentare la citazione finale di Shakespeare, per non diventare troppo cattiva.

  • User Icon

    katia

    23/11/2012 14:42:41

    a tratti divertente, ma non all'altezza degli altri. Decisamente alla Bosco riesce meglio descrivere le 1000 sfaccettature della realtà femminile

Vedi tutte le 10 recensioni cliente
  • Federica Bosco Cover

    Federica Bosco, scrittrice e sceneggiatrice, ha al suo attivo una ricca produzione di romanzi e vari manuali di self-help. È stata finalista al premio Bancarella 2012 e il suo romanzo Pazze di me è diventato un film diretto da Fausto Brizzi. Tra le sue pubblicazioni con Garzanti ricordiamo Ci vediamo un giorno di questi (2017), Il nostro momento imperfetto (2018), Non perdiamoci di vista (2019). Approfondisci
Note legali