Topone PDP Libri
Salvato in 63 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Pensare l'efficacia in Cina e in Occidente
8,55 € 9,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+90 punti Effe
-5% 9,00 € 8,55 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,55 € Spedizione gratuita
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Koine
7,50 € + 4,70 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
9,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
9,00 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
7,50 € + 8,00 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
8,55 € Spedizione gratuita
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Koine
7,50 € + 4,70 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
9,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
9,00 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
7,50 € + 8,00 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Pensare l'efficacia in Cina e in Occidente - François Jullien - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Pensare l'efficacia in Cina e in Occidente François Jullien
€ 9,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Per un occidentale l'efficacia è la capacità di ottenere i risultati previsti seguendo la via più breve. Figlia del razionalismo greco e della scienza moderna, la cultura occidentale lega il concetto di efficacia all'azione decisa, frutto di un'attenta pianificazione che prima appronta un buon modello teorico, e quindi lo applica con lineare determinazione. I cinesi, al contrario, definiscono efficace un'azione indiretta, lenta, che attende gli sviluppi della situazione e si limita a esaminare lo stato dei fatti per comprendere quale sia la loro propensione. L'efficacia di un'azione deriva dunque dalla capacità discreta di far leva sulle cose per consentirne una spontanea maturazione. Questa concezione dell'agire, tanto diversa da quella occidentale, si esprime anche nel modo con cui i cinesi affrontano gli affari, danno seguito ai contratti, rispettano gli impegni: un divario enorme che interviene nelle relazioni economiche tra Oriente e Occidente, complicandole e inducendo reciproci malintesi. In queste pagine François Jullien sviluppa una riflessione sulle profonde differenze che separano e attraggono Oriente e Occidente, ricorrendo a una esemplificazione che attinge alle sorgenti dell'immaginario delle due culture, fino ad abbracciare la storia più recente.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

3
2008
Tascabile
3 luglio 2008
90 p., Brossura
9788842087502

Valutazioni e recensioni

4,6/5
Recensioni: 5/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
alberto pierobon
Recensioni: 5/5

Un libro che merita la nostra attenzione, perchè fa ben capire le radici e il movimento del pensiero cinese in rapporto a quello europeo che risente della filosofia greca e delle nostre incrostazioni storiche. Ne viene che il pensiero cinese è "fuori quadro", in un "altrove" che fa reagire il nostro pensiero, riaprendo altri possibili. Basti riandare alla costruzione del modello (di origine platonica) che viene assunto per l'efficacia, nella strategia dei manager di aziende come pure degli apparati, anche militari. L'arte della guerra cinese (Sun Tzu) è un classico che non si può capire senza rendersi conto che il modello europeo è completamente diverso e che risente di stereotipi (ad es. il coraggio, l'eroismo del lanciarsi nella battaglia contro un nemico anche superiore o in un terreno ostile) e del criterio mezzo-fine. Invece, per Sun Tzu "prima di affrontare il nemico, bisogna già averlo sconfitto, minando e compromettendo il suo potenziale" perchè "le vittorie effettive non si notano": siamo completamente lontani, se non fuori, dalle tattiche che i comandanti degli eserciti dei vari paesi europei adottavano in guerra. La risposta cinese sta paradossalmente nella crescita del germoglio, il lasciare maturare, l'assecondare prima di agire. Sono paradossi fertilissimi se si capiscono appieno. Per arrivare poi a comprendere che il contratto e l'amicizia in Cina sono un processo, in trasformazione, quindi possono sembrare per noi deludenti (anche sotto il profilo dell'affidabilità), almeno per le controparti europee abituate a mantenere fede al modello del contratto come consenso su un "qualcosa" delle parti che viene mantenuto nel tempo. E' un libro che si legge in un paio d'ore, utilissimo e che, nelle differenze del pensiero cinese ed europeo, fa molto riflettere su di noi, sulla nostra storia, appunto, sul nostro modo di pensare.

Leggi di più Leggi di meno
Priar#1
Recensioni: 4/5

Una trascrizione di conferenza. Nessun riferimento bibliografico. Bene. Libertà al lettore di interiorizzare i concetti. Un sereno raffronto filosofico tra Occidente e Cina, esaltando le differenze con esempi concreti e calando nella storia nel conseguenze di due mondi che non si sono influenzati. Cogliere il potenziale della situazione raffrontato con la modelizzazione. Merita una lettura, non tanto per le risposte, quanto per le domande che pone. Quale può essere l'evoluzione dell'incontro dei due sistemi? Jullien è comunque un filosofo occidentale e si lascia andare ad un pensiero finale di Corsi e Ricorsi storici.

Leggi di più Leggi di meno
Tullio Pascoli
Recensioni: 5/5

La straordinaria crescita economica cinese, ormai decisamente avviata ad assumere un ruolo di guida accanto alla potenza americana, rende molto attuale l’analisi dei diversi modelli strategici che caratterizzano le distinte inclinazioni filosofiche nella gestione della realtà rivolta all’avvenire. Breve quanto eloquente, con linguaggio scorrevole e chiaro, il saggio in cui l’autore propone paragoni fra due diversi modi di affrontare la realtà e concretizzare le proprie aspirazioni, si legge in poche ore. Da una parte il modello europeo, orientato all’ideale; richiede un progetto da eseguire con determinazione nel modo più efficace e breve, magari anticipando i tempi con la forza. Questo modello è quello militare di Clausewitz che nella STRATEGIA DI GUERRA predilige l’organizzazione, mediante un progetto teorico da realizzare senza indugi. Il modello cinese, invece, segue l’ARTE DELLA GUERRA di Sun Tzu che mezzo millennio prima dell’era volgare raccomandava equilibrio e pazienza per tirar vantaggio dalle circostanze. Questa arte presenta una certa analogia con le idee di Machiavelli. La buona strategia non si fissa sull’obiettivo dettato dall’ideologia, ma osserva le opportunità, le occasioni che si presentano con il passar del tempo, senza fretta, perché tutto è comunque trasformazione; dunque, totalmente inutile voler forzare una situazione se i tempi non sono maturi. E’ ben più saggio temporeggiare, attendere pazientemente ed agire in virtù di quei cambiamenti che intervengono naturalmente, cercando di sfruttare quelle condizioni favorevoli quando si presentano con meno rischi. Egli mette, quindi, in evidenza come noi siamo più inclinati alle teorie, mentre i Cinesi mirano piuttosto ai risultati pratici. Noi, nella lotta contro le circostanze, siamo guidati dalle ipotesi, dall’epica, eroicamente; loro, preferiscono adattarsi agli eventi, per trarre vantaggio dalle opportunità in modo pragmatico, perché ogni contesto tende a cambiare ed affrontare la realtà rigidamente è più incerto:comporta maggiori sforzi.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,6/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

François Jullien

1951, Embrun

François Jullien è uno dei maggiori filosofi e sinologi viventi. Vive a Parigi e insegna all’Université Paris vii-Denis Diderot. È autore di numerosi libri tradotti in molte lingue. In italiano sono disponibili, tra gli altri titoli: Trattato dell’efficacia (1998), Elogio dell’insapore (1999), La grande immagine non ha forma (2004), Figure dell’immanenza (2005), Nutrire la vita (2006), Logos e Tao. Parlare senza parole (2008), Le trasformazioni silenziose (2010), Sull’intimità (2014). Feltrinelli ha pubblicato: Essere o vivere. Il pensiero occidentale e il pensiero cinese in venti contrasti (2016) e Una seconda vita. Come cominciare a esistere davvero (2017). Nel 2019 esce per Ponte alle Grazie Risorse del cristianesimo,...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore