Il pensiero di natura. Dalla psicoanalisi al pensiero giuridico - Giacomo B. Contri - ebook

Il pensiero di natura. Dalla psicoanalisi al pensiero giuridico

Giacomo B. Contri

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Sic Edizioni
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,52 MB
Pagine della versione a stampa: 464 p.
  • EAN: 9788887138399
EBOOK € 12,90
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 12,90

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Il pensiero di natura" si propone come riedizione del pensiero psicoanalitico e in quanto tale freudiano. In esso l'autore ne illustra i concetti fondativi: quello di legge di moto, rielaborazione dei quattro articoli della pulsione freudiana (eccitamento, fonte, oggetto, meta), e quello di inconscio, ovvero il pensiero stesso, individuato da Freud nella crisi di tale legge. Il sottotitolo "Dalla psicoanalisi al pensiero giuridico" significa che c'è un primo diritto di competenza individuale e universale: viene così abbattuto lo steccato tra filosofia e psicologia. Freud, primo nei secoli, rimette in discussione l'intero sapere: perciò l'autore in queste pagine lo definisce "amico del pensiero".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In questo libro l’autore illustra i concetti fondativi del pensiero psicoanalitico e in quanto tale freudiano: quello di legge di moto, rielaborazione dei quattro articoli della pulsione freudiana (eccitamento, fonte, oggetto, meta), e quello di inconscio, ovvero il pensiero stesso, individuato da Freud nella crisi di tale legge. Il sottotitolo «Dalla psicoanalisi al pensiero giuridico» significa che c’è un primo diritto di competenza individuale e universale: viene così abbattuto lo steccato tra filosofia e psicologia. Freud, primo nei secoli, rimette in discussione l’intero sapere: perciò l’autore in queste pagine lo definisce «amico del pensiero».

Note legali