Editore: Aliberti
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 27 maggio 2010
Pagine: 140 p., Rilegato
  • EAN: 9788874244195
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

L'ho incontrato la prima volta sul "cannino de Santiago". Insieme, abbiamo fatto sette giorni di pellegrinaggio. Entrambi non credenti. Gli chiesi subito: "Ma perché?" Rispose: "È colpa di Valzania. È stato lui a trascinarmi. Lui sosteneva che un mio saggio contro la religione, "Perché non possiamo essere cristiani", in realtà era un libro di preghiere. Diceva che per poter scrivere questo testo avevo dovuto leggere le Sacre Scritture, quindi ero alla ricerca di spiritualità. E che dunque dovevo andare con lui a fare il pellegrinaggio di Santiago di Compostela". Sergio Valzania, allora, era direttore di Radio3. Credente. Camminavamo tutta la giornata, chi più veloce chi più dolcemente. C'erano anche Franco Cardini, Dario Vergassola, Davide Riondino. Alla sera io e Odifreddi ci sistemavamo in una saletta dell'albergo e registravamo. "Ma tu eri alla ricerca di spiritualità? Di religiosità?" gli chiesi, "lo non credo in tutta questa religiosità su questo cammino" rispose Odifreddi. "A parte il fatto che ci sono delle chiese. Ma dove non ci sono chiese in Europa? Il cammino per me è una lunga passeggiata. Camminare in mezzo ai campi ti mette in sintonia con te stesso, ti fa meditare, ma meditare non in senso religioso. Ti crea del silenzio intorno, perché poi ognuno trova il proprio passo. Ciascuno fa ore di cammino durante la giornata ed è solo. E pensa. Questa, se vuoi, puoi considerarla, in una maniera molto generica, spiritualità".

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    guglielmo enrico

    24/09/2018 18:02:16

    ringrazio l' autore non solo per questo libro ma anche per tutta la sua vasta produzione . A coloro i quali non l'anno capito ma hanno voluto criticare quest' opera posso solo dire : Non e' mai troppo tardi per smettere di credere alle fake news dogmatiche della fede che da millenni hanno rincoglionito l' umanita'

  • User Icon

    gagum

    17/10/2014 19:38:49

    Non conoscevo l'autore,mi aveva incuriosito il titolo.Attenzione sprecata.Si parla non solo di religione,ma anche di vicende politiche e soprattutto si sparla volentieri di terze persone.L'autore dice che farebbe leggere la Bibbia per convincere all'ateismo,magari è il contrario,tanti dopo aver letto questo libro pieno di cattiverie potrebbero cominciare a credere.Tra l'altro lui dice che non esistono papi buoni,però ostenta scetticismo oggi che i roghi sono lontani,sotto l'inquisizione si sarebbe comportato così? Poi vorrebbe sostituire le religioni con la matematica,però la matematica non t'invita a dedicarti ai bisognosi e i sofferenti,come faceva un certo Gesù,che ovviamente secondo l'autore non è nemmeno esistito, giusto per mettersi l'animo in pace.Sono citati anche Einstein e Newton, ma questi sono appunto esempi di grandi scienziati che non hanno mai smesso di cercare Dio,contrariamente a come li considera l'autore.In definitiva, a chi non smette mai di porsi domande,consiglio di lasciar perdere,e dedicarsi ad autori di ben altro spessore.

Scrivi una recensione