Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Perdere Peso In Una Settimana - Pedro Hugo García Peláez - ebook

Perdere Peso In Una Settimana

Pedro Hugo García Peláez

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 437,54 KB
  • EAN: 9781507105252

€ 6,40

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

spinner

Scaricabile subito

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Io ho un modo di dire:


"Tutto quello che non si può misurare non serve a molto".


Quello che spiegherò in questo libro non è una scoperta scientifica, ma semplicemente un’applicazione della meccanica classica ai movimenti delle braccia, delle gambe, ecc...


La meccanica classica è la meccanica di Newton ed è la meccanica dei corpi grandi, non entreremo nel merito di considerazioni relativiste o di meccanica quantistica di nessun tipo.


Fondamentalmente darò gli strumenti necessari per sfruttare il tempo nel quale bisogna muovere le varie parti del corpo per entrare in risonanza con la frequenza naturale delle parti stesse.


Se non capite il fenomeno della risonanza, dovrete credere a ciò che sto per raccontare, ma proverò a fornire alcuni esempi in modo da capire meglio questo fenomeno.


Tecnicamente si entra in risonanza con un oscillatore fisico, come un’altalena o le braccia, quando c’è un’altra forza che spinge con frequenza praticamente identica alla frequenza naurale dell’oscillante fisico, e ne deriva che l’ampiezza tende a infinito quando entrambe le frequenze sono praticamente identiche.


Per esempio, quando una persona spinge un bambino sull’altalena (tralasciamo l’attrito delle catene dell’altalena) e questa forza ha la stessa frequenza di quella naturale dell’altalena, che si può considerare come un pendolo, arriva un momento in cui la forza cinetica si impone e infine il bambino vola via, con l’ampiezza del movimento dell’altalena che si ingigantisce enormemente (speriamo che nessuno lo sperimenti).


Alcune precauzioni derivano da questo e si usano anche nell’esercito: quando un battaglione passa su un ponte, lo si fa rallentare visto che la forza che produce il movimento all’unisono della truppa entra in risonanza con la struttura del ponte e questo potrebbe crollare; prendiamo anche l’esempio del soprano che emette una nota continuata con la stessa frequen
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali
Chiudi