Categorie

Wulf Dorn

Traduttore: L. Basiglini
Editore: Corbaccio
Collana: Top Thriller
Anno edizione: 2014
Pagine: 324 p. , Rilegato
  • EAN: 9788863807745
Disponibile anche in altri formati oppure usato:

Nel quartiere elegante di Forest Hill, Londra, la vita di Sarah è sconvolta dalla sparizione di suo marito Stephen e dalla comparsa di uno sconosciuto che rompe i fragili equilibri della famiglia. L’uomo sostiene di essere Stephen, indossa i suoi vestiti e conosce particolari della sua vita privata e di quella di sua moglie. Un essere dal volto sfigurato da cicatrici, dall’indole voyeuristica, che decide di perseguitare Sarah conducendola in un terribile incubo. Sarah è distrutta, cerca aiuto in una polizia poco convinta ma lo trova nello psichiatra e amico d’infanzia Mark Beherendt, e insieme si mettono alla ricerca di quella che sarà un’atroce verità.
Wulf Dorn torna – insieme al protagonista del best-seller “La psichiatra” – con un nuovo psico-thriller dove su due binari, che spesso si incrociano non senza fatali conseguenze, corrono ancora una volta due tipi di indagine: una ha il fine di sbrogliare la matassa della storia che Dorn ci racconta, l’altra ha lo scopo di sciogliere i fili dell’inconscio, capaci di immobilizzare e di permettere alla paura di viaggiare liberamente nella mente umana.
“L’unica cosa di cui aver paura è la paura stessa”. Tutti noi fingiamo di poter convivere con le nostre fobie, e di poterle controllare. Ma “Phobia” ci dimostra quanto il confine tra normalità e follia sia labile, e quanto rilevante sia il ruolo giocato dalla nostra psiche. L’intera storia vive sul filo tra realtà e incubo, tra presente e passato, tra paura e coraggio, tra bene e male.
Se nei romanzi precedenti la paura era rappresentata da uomini neri puramente immaginari, in “Phobia” l’uomo nero esiste davvero, la paura si tocca con mano, diventa reale.
Ma l’autore, attraverso uno stile asciutto e un ritmo incalzante che tiene sempre viva la suspense, punta sul superamento dell’empasse interiore.“Se vuoi scoprire la verità su Stephen, devi scoprire la verità su te stessa”. La comprensione di sé può realizzarsi soltanto attraverso la conoscenza dell’altro. E non importa se l’altro sia un amico di vecchia data, il proprio marito, il proprio figlio o un uomo perverso che per sopravvivere si alimenta della tua, di vita.
Il romanzo riconferma la maestria di Dorn nello scandagliare gli angoli più bui della mente umana; l’autore non solo ci pone di fronte alle nostre angosce ma conferisce alla letteratura thriller una inconsueta funzione catartica.

A cura di Wuz.it

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Andy

    16/06/2016 20.09.03

    Nonostante lo abbia letto in un giorno, il libro mi ha lievemente deluso. Dorn è un bravo scrittore, ma penso debba prendersi una pausa per riflettere meglio sulle trame e riordinare le idee. La trama a tratti è banale, i personaggi sono piatti e l'intreccio quasi inesistente. Un vero peccato.

  • User Icon

    Davide Favotto

    25/05/2016 15.13.25

    meno bello di altri...il Superstite e Follia profonda sono decisamente migliori...

  • User Icon

    serialthriller

    15/04/2016 14.05.06

    Un'altra delusione da parte di Dorn...non mi è piaciuto ai livelli di Follia profonda (che io adoro)..Wulf riprenditi!

  • User Icon

    Giuly

    01/08/2015 10.11.46

    Con questo libro ho letto (anzi, divorato) tutti i romanzi di Wulf Dorn, e devo dire che non mi ha mai delusa! Onestamente ho trovato "Phobia" e "Il superstite" appena appena al di sotto rispetto agli altri, ma Dorn per me rimane un grandissimo autore, uno dei migliori in assoluto. Comunque anche questo è un thriller appassionante e assai ben strutturato....Il finale lascia intuire che ci sarà un seguito: ben venga!

  • User Icon

    MATTIA

    16/05/2015 15.57.51

    Troppo bello questo libro!!! di sicuro Dorn ci sta preparando un altro libro più intrigante

  • User Icon

    Filippo

    04/04/2015 14.01.52

    Bello l'inizio con un'atmosfera veramente inquietante. Buono, ma non eccellente, il prosieguo con alcuni sviluppi della storia interessanti. Il finale aperto lascia l'amaro in bocca, anche perché alcuni interrogativi non vengono chiariti.

  • User Icon

    sara

    02/03/2015 17.56.14

    Phobia ti ho aspettato ed ora che sei arrivato mi deludi pure?? siamo molto lontani dalle altre opere di Wulf...mi dispiace...nuovamente, anche questo non metto un voto bassissimo perchè mi aspetto di più da Dorn e sono sicura che si prenderà la sua meritata rivincita!

  • User Icon

    Marco

    28/02/2015 23.24.21

    È stato il primo libro di Wulf Dorn che ho letto, e devo dire che mi è piaciuto molto e credo proprio che leggerò anche gli altri precedenti. La storia è bella e ricca di suspance. Lo consiglio!

  • User Icon

    Roberta

    16/02/2015 11.04.28

    Forse non è il genere adatto a me, ma sinceramente mi aspettavo più una storia alla Shutter Island, con risvolti psicologici e finale a interpretazione. Invece si è trattato più che altro di una puntata di Criminal Minds, motivata da intenti all'Enigmista... Un po' di suspance c'è, ma giusto per arrivare alla fine del libro. Inoltre saremo costretti ad acquistare il prossimo volume per sapere come andrà a finire la storia di Mark, personaggio a questo punto completamente superfluo per quanto riguarda questa vicenda. Peccato...la trama prometteva ben altro!

  • User Icon

    Alessia

    08/02/2015 10.27.55

    Bello e coinvolgente come i suoi precedenti romanzi!!!

  • User Icon

    caly

    07/02/2015 13.34.04

    ho letto tutti i libri di Wulf Dorn e devo dire che mi è piaciuto meno in confronto a il superstite e follia profonda che invece ho adorato!!! Ma comunque non mi ha deluso affatto...aspetto con ansia il seguito!!!

  • User Icon

    Marco_1977

    20/01/2015 12.05.47

    Primo libro che leggo di Wulf, devo dire non male, buona la trama e lo sviluppo del libro che affronta temi attualissimi. Sicuramente leggerò gli altri libri....

  • User Icon

    Umberto75

    29/12/2014 13.21.49

    Il libro di per se è bello, il finale è commovente a scapito degli inizi. Se dovessi paragonarlo a qualche film direi che c'è un po' di One Hour Photo e qualche spruzzata del bellissimo e commovente Reign Over Me. Lo consiglio sotto l'ombrellone o comunque per chi è in cerca di qualcosa di non troppo impegnativo.

  • User Icon

    sara

    26/12/2014 15.53.53

    non mi è piaciuto poi così tanto come è stato con la psichiatra e follia profonda...spero che dorn si riprenda presto...

  • User Icon

    elena.bazz

    23/11/2014 18.50.33

    Un inizio inquietante, un proseguo avvincente e un finale sorprendente, quasi commovente, che ribalta tutto, che ci fa riflettere su quanto la paura può condizionare le nostre scelte e talvolta confondere le nostre vedute (per esempio, "i cattivi" sono davvero cattivi o i cattivi sono anche quelli che non lo sembrano?!). Ho letto tutti i libri di Dorn e devo dire che mi sono piaciuti tutti..mai noiosi, li ho sempre divorati in pochi giorni...non mi resta che consigliare anche questo!

  • User Icon

    donata

    18/11/2014 14.05.26

    Ancora una volta un libro di Wulf Dorn finito in due giorni.La trama e'appassionante,il ritmo in ascesa. Questo scrittore riesce davvero a catturare l'attenzione capitolo dopo capitolo. Non saprei dire se Phobia sia migliore dei precedenti,a me sono piaciuti tutti in ugual misura. Sicuramente ritroveremo Mark in un prossimo romanzo che spero non si faccia aspettate.

  • User Icon

    letizia

    06/11/2014 11.50.26

    Libro che sicuramente non potevo leggere in un momento più giusto di questo... Le paure ce le creiamo da soli e per combatterle dobbiamo affrontarle e non permetter loro di schiacciarci e annientare ciò che di bello abbiamo intorno e potrebbe aiutarci a stare bene. Mi è piaciuta l'idea e tanto anche la storia fin dalle prime pagine anche se l'ho trovato un po' "diverso" (spento) rispetto a La Psichiatra. Ma di sicuro non ha deluso le mie aspettative, come sempre intrigante e magnetico.

  • User Icon

    Laura

    31/10/2014 09.18.30

    Mi è piaciuto ma l'ho trovato un po' sottotono rispetto ai precedenti libri dell'autore. C'è meno "movimento" e azione. Comunque sia Dorn scrive sempre bene, in modo semplice e mai noioso. Aspetto con ansia il seguito, perchè credo proprio ci debba essere, visto il finale.

  • User Icon

    Mariarosaria

    26/10/2014 19.20.19

    Bel thriller, scorrevole, scritto benissimo. Mi ha lasciato continuamente col fiato sospeso!lLeggero' di certo altri romanzi dell'autore.

  • User Icon

    silvy69

    25/10/2014 16.32.16

    Acquistato il giorno della sua uscita in quanto fan dello scrittore. Il libro è di piacevole lettura ma di lui ho letto di meglio. Voto forse un pochino tirato perché ho trovato più avvincenti altri suoi personaggi.

Vedi tutte le 34 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione