Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Oscar Mondadori -20%
Piazza Fontana e il mito della strategia della tensione - Massimiliano Griner - copertina
Salvato in 12 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Piazza Fontana e il mito della strategia della tensione
24,00 €
LIBRO USATO
Venditore: Folignolibri
24,00 €
disp. immediata disp. immediata (Solo una copia)
+ 4,90 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Folignolibri
24,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
ibs
20,90 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
20,90 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Folignolibri
24,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Piazza Fontana e il mito della strategia della tensione - Massimiliano Griner - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Nell'arco di cinque anni, fra il 1969 e il 1974, in Italia si sono contati 4.000 attentati e sei stragi: in piazza Fontana, a Milano, nella sede della Banca dell'Agricoltura (12 dicembre 1969), sulla Freccia del Sud presso Gioia Tauro (22 luglio 1970), a Peteano (31 maggio 1972), alla questura di Milano (17 maggio 1973), in piazza della Loggia a Brescia (28 maggio 1974) e infine sul treno Itali-cus (4 agosto 1974). Il bilancio è stato di 50 morti e di circa 2.700 feriti. Tanti i fatti e gli elementi anomali e inquietanti: ripetuti errori nella conduzione delle indagini, rivalità fra forze dell'ordine e apparati dello stato, l'azione dei servizi segreti, l'esistenza di piani di difesa in caso di invasione, l'intervento della criminalità organizzata. Su questo complicatissimo intreccio si è poi innestata la teoria della cosiddetta strategia della tensione. A districare questa matassa, ancora così delicata e scottante, si è dedicato Massimiliano Griner con un lungo lavoro di raccolta e studio delle sentenze, di scavo negli archivi e di rigorosa rilettura delle testimonianze dei protagonisti. L'analisi di Griner ha soprattutto cercato di eliminare le false piste e le deviazioni, le leggende e i miti, per raccontare i fatti e, quando non era possibile appurarli, per proporne la ricostruzione più verosimile e ragionevole. Questo libro è dedicato a chi ha vissuto quelle tragedie, ma soprattutto a quanti ancora vogliono capire.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2011
3 novembre 2011
308 p., Brossura
9788871809106

Valutazioni e recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(0)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
Francesco
Recensioni: 3/5

Il libro si compone di 300 pagine ben scritte e organizzate,e le divagazioni(il capitolo sulle morti sospette,i paragrafi sui colonnelli greci e su Evola)sono comunque sintetiche. Tutta la vicenda di Piazza Fontana è sufficientemente spiegata. Non mancano le informazioni sugli attentati più importanti di quel periodo, mentre sono solo accennate le stragi di Piazza della Loggia e dell'Italicus.Come suggerisce già il titolo del libro, per l'autore la strategia della tensione è un mito, ma a mio avviso su questo punto le argomentazioni di Griner sono troppo deboli. Faccio fatica anch'io a credere all'esistenza di una simile strategia (non è mai illustrata in modo articolato e con fatti accertati), ma vorrei che fosse confutata con argomenti più solidi. Anzi, secondo me il ragionamento di Griner sui fatti della questura di Milano e sull'attentatore Bertoli sembrerebbe dimostrare il contrario di quello che l'autore si propone! Una considerazione più generale: tutti i libri che ho letto su Piazza Fontana sono strutturati in modo apparentemente ragionevole: privilegiando cioè criteri cronologici o dando molto risalto alle vicende che più hanno colpito l'opinione pubblica e che maggiormente sono state oggetto dell'attenzione dei media. Il risultato però è che troppe pagine si dedicano a Pinelli,Valpreda,Calabresi mentre la parte che più andrebbe evidenziata,quella che riguarda Ventura,Freda,Zorzi e sodali,è sempre poco sostanziosa.Il risultato è che tutti questi soggetti(che tutti indicano come i veri responsabili dei multipli attentati del 1969)occupano la parte finale di ogni di libro.Un esempio emblematico:quanti conoscono I.Toniolo e G.Casalini?!Ben pochi, immagino.Eppure sono soggetti che avrebbero avuto una parte importante negli attentati di quel periodo. In conclusione, consiglio il libro di Griner per avere una prima adeguata conoscenza dei fatti di Piazza Fontana e una minima conoscenza degli altri attentati più importanti del periodo che arriva fino al 1974-75.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(0)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Massimiliano Griner

1970, Milano

Massimiliano Griner è nato a Milano. Storico, sceneggiatore per Rai Fiction e Mediaset, è autore televisivo per Rai 3 e Rai Cultura, e radiofonico per Radio Rai 3. Ha pubblicato numerosi saggi di storia contemporanea, tra cui Piazza Fontana e il mito della strategia della tensione (Lindau 2011), Anime nere. Personaggi, storie e misteri dell’eversione di destra (Sperling & Kupfer 2014) e Donne di roma (Rizzoli 2017, con Michela Ponzani).

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore