Categorie

Charles Dickens

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine:
  • EAN: 9788806189808

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    faffa

    25/08/2014 09.59.03

    La lettura di un classico è sempre un piacere, specialmente in vacanza in campagna ed in compagnia di un'edizione dell'adolescenza della "De Agostini ragazzi - Biblioteca verde" del lontano 1990. L'ambientazione è quella inglese dell''800. I personaggi si dividono tra buoni, dolci ed affettuosi proprio come "la piccola Dorrit", in fieri come Arthur Clennam, in "cattivi", ambziosi, desiderosi di denaro (come Jeremiah, il poliedrico Regaud, la famiglia Gowan) e voglia di vendetta in nome di Dio (proprio come la signora Clennam). Il fulcro della vicenda non è solo il misterioso dubbio di A. Clennam (di rientro dalla Cina dopo la morte del padre e con il quale condivideva l'attività commerciale) che deve essere sciolto, ma anche la crescita di un sentimento che tra le avversità della prigione per debiti di Marshalsea deve essere coronato.

  • User Icon

    Franco

    31/01/2013 17.22.27

    Uno dei racconti del grande scrittore vittoriano più tesi e spigolosi che abbia letto, dove la prevalente idea pessimistica è lo stato di dipendenza in cui gli uomini, dentro e fuori le mura della prigione, tendono a ridurre gli altri, comprese le persone che credono di amare. Ma se vi piace Dickens, anche una lettura che vi appagherà pienamente. Ci sono tutti i colori della sua tavolozza, dal patetico all'elegiaco, dal comico al tragico, dal crudo realismo alla sospensione del sogno. Tra i tanti, due autentici gioielli: la lettera della signorina Wade, e la prima della due della piccola Dorrit, la lettera d'amore più bella che abbia mai letto. Tra episodi comici e sviluppi drammatici, riflessioni di profondità dostoevskiana e ammiccamenti farseschi, il romanzo evolve verso le rarefatte atmosfere finali, tenere e malinconiche, secondo lo stile inimitabile del suo autore. Dickens gigantesco.

  • User Icon

    angelo

    19/03/2009 09.33.30

    Il romanzo si divide in due parti: Povertà e Ricchezza. La prima si svolge prevalentemente nel carcere per debitore di Marshalsea dove William Dorrit è rinchiuso da anni e dove la Piccola Dorrit è addirittura nata. Mr. Arthur Clennam, rientrato da un lungo periodo trascorso per lavoro nelle Indie, conosce Amy nella casa materna e inizia ad interessarsi a lei credendo che suo padre abbia trascinato i Dorrit nella povertà. La seconda parte vede i Dorrit improvvisamente arricchiti per via di una insperata eredità. Seguirà un lungo periodo di permanenza in Italia dove i Dorrit tranne Amy sfoggeranno in modo grossolano la propria ricchezza frequentando la cosiddettà Società formata da gente altamente snob che si rivelerà una massa di truffatori rovinando parecchie persone tra le quali Arthur Clennam che nel frattempo si era messo in affari con l'nventore Mr. Doyce. Clennam finirà alla Marshalsea e verrà salvato dalla piccola Dorrit la quale diventerà sua moglie. Tutto il romanzo è caratterizzato dalla costante presenza di un elemento malvagio (un classico dei arcconti di Dickens): Rigaud o Blandois, assassino ed ex galeotto della prigione di Marsiglia nella quale si apre la storia. Sarà la malvagità di quest'ultimo a far scoprire l'epilogo della storia, cioè che Arthur Clennam non è figlio di Mrs. Clennam e che alla Piccola Dorrit, in passato, venne estorta una somma di denaro da parte del padre di Arthur.

Scrivi una recensione