Piccola Venezia sogna

Maria Luisa Mazzarini

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,22 MB
Pagine della versione a stampa: 122 p.
  • EAN: 9788866904205

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

“Sentirsi altrove”, secondo Marguerite Yourcenar, è una vitale necessità.
L’“altrove” di Maria Luisa Mazzarini è il Sogno – vento, danza, profumo di mare – cui fa da scenografia una Venezia multiforme e visionaria, immersa in un tempo-non tempo venato di malinconia.
E il Sogno è una dimensione da vivere, consapevoli che la Bellezza che vi troviamo è un dono di cui possiamo gioire, ma che non ci appartiene.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marzia Carocci

    02/02/2018 13:09:53

    Recensione a “Piccola Venezia Sogna” Di Maria Luisa Mazzarini a cura di Marzia Carocci Solo un’indubbia eleganza di una mente sottile, ispirata, avrebbe potuto dipingere tanta bellezza, attraverso l’uso della parola scritta. Anche se in questo caso, la parola è veicolo di magnifico coinvolgimento poetico. Un cadeau ad una Venezia da rivivere, riassaporare, amare immensamente dove assimilare ancora quel vissuto appassionato e palpitante perché vero, forte, determinante. Maria Luisa Mazzarini, attraverso questa sua silloge poetica ha creato un anfratto nella propria anima, un nascondiglio dove tornare ogniqualvolta desideri ritrovarsi adolescente o giovane donna innamorata. E lì rivive quelle onde spumose, le rimembranze dietro ventagli di seta colorata, lo sciabordio delle acque testimoni del tempo, degli attimi, dei respiri della magia esteriore e introspettiva. Un itinerario, nelle zone più romantiche di una Venezia senza tempo, musei da respirare, opere di grandi pittori da esaltare e osservare le sculture di Paul Le Cour ( Lecourte...) il Canal Grande, il teatro Goldoni, e l’arte, tutta l’arte sotto un cielo speciale che pare fermo da secoli, mentre sotto, i gondolieri fieri del mare trasportano coppiette e spettatori estasiati. Vi è amore in ogni lirica della poetessa, l’amore che s’interseca con l’ambiente, si espande nell’aria, nel mare, “oltre i ciliegi e le ginestre...” qui i ricordi vivono e palpitano come se il tempo fosse congelato, dove la sola visione di questa “serenissima” città, ha quasi il potere di riavvolgere la pellicola della vita e riprodurre di nuovo il film con toni pacati, toni di consapevolezze e di grande empatia verso ciò che è stato e che è rimasto dentro. L’amore, la bellezza, la vita stessa. La Mazzarini non solo esalta una città splendida come Venezia o espone della sua esperienza emozionale di ieri ed oggi in questa città, ma decanta ogni piccolo particolare come se lei stessa, donna di oggi e di ieri, avesse la facoltà...

Note legali