Categorie

Piccoli scritti di diritto penale romano

Luigi Garofalo

Editore: CEDAM
Anno edizione: 2009
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: VIII-246 p.
  • EAN: 9788813272654
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 12,42

€ 19,55

€ 23,00

Risparmi € 3,45 (15%)

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Disponibile in 2 settimane

Quantità:
Aggiungi al carrello

Il volume contiene sei saggi, seguiti da altrettante recensioni critiche, su vari aspetti del diritto penale pubblico di Roma antica, in cui si propongono tesi ricostruttive di alto interesse.Nel primo contributo l'autore approfondisce la tipologia di homo liber. Il secondo lavoro consiste nella lettura, interpretazione e pubblicazione, frutto di tre diversi autori, di alcuni appunti lasciati alla sua scomparsa da Giuseppe Branca in merito alla possibilità di applicare alla storia repubblicana di Roma la moderna nozione di convenzioni politico-costituzionali, che si affiancherebbero a leggi costituzionali formalmente sanzionate e a consuetudini.Nel terzo saggio è indagato, alla luce delle fonti letterarie, l'istituto romano del iustitium nelle sue concrete manifestazioni storiche. Il quarto e il quinto scritto sono incentrati sulle elaborazioni concettuali della giurisprudenza romana classica, prospettate per lo più in relazione a problematiche particolari e a specifiche figure di crimini e delitti che hanno inciso, in vario modo, sulla costruzione delle dottrine criminalistiche del diritto comune e confluiscono, anche oggi, alla parte nella parte generale del diritto penale.Nel sesto e ultimo saggio l'autore, dopo aver illustrato i caratteri della persecuzione, su denuncia della parte lesa, del crimen di stellionatus, si sofferma approfonditamente sull'origine etimologica del termine stellionatus.Seguono le sei recensioni relative a lavori in cui si affrontano argomenti vari concernenti il diritto criminale romano di epoca repubblicana e successiva.