Poche parole, moltissime cose - Rossella Milone - copertina

Poche parole, moltissime cose

Rossella Milone

Scrivi una recensione
Editore: Einaudi
Collana: I coralli
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 28 maggio 2013
Pagine: 204 p., Brossura
  • EAN: 9788806213350
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 14,45

€ 17,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nanà è appena tornata dalle vacanze estive. Mentre i suoi genitori sono indaffarati a disfare i bagagli, lei è la prima a dare l'allarme: nonna Olga è fuggita con Sergio. La coppia viveva una complicità silenziosa e tenace che nessuno - nemmeno i rispettivi figli, che infatti mal sopportavano quell'amore senile - riusciva a comprendere fino in fondo. Ora che i due se ne sono andati senza dire una parola, senza lasciare un biglietto, quell'ingombrante assenza sembra accusare chi è rimasto. Sulle loro tracce provano a mettersi Ivan e Albertine - il figlio di Sergio con la fidanzata franco-palestinese -, insieme a Pietro e Bruna, genitori di Nanà, in una ricerca che coinvolge persino Abramo, il cucciolo che la bambina ha appena adottato. Interrogarsi sul perché di quella fuga finirà per mettere in scacco le apparenti certezze di tutti loro, inchiodandoli al momento presente. Perché adesso che Olga e Sergio sono chissà dove, di fronte a tanta incauta intraprendenza ogni cosa sembra essere finita sotto la lente d'ingrandimento, mostrando le crepe che minacciano il crollo. Con una scrittura calda e decisa, capace di indagare in profondità le sfumature dei legami affettivi, Rossella Milone restituisce sulla pagina l'amore, le bugie, la ricerca delle radici, i non detti e tutte le complessità che si annidano in ogni famiglia. Fino a mostrare al lettore che, anche quando sembra troppo tardi per ribaltare un'esistenza - e le parole non bastano più -, l'unica cosa che possiamo fare è ricominciare da capo.
3
di 5
Totale 4
5
1
4
1
3
0
2
1
1
1
  • User Icon

    Lucia Schiavone

    04/11/2013 10:53:08

    Io l'ho trovato bellissimo. E' un libro complesso, con una struttura articolata, in cui la storia si svela man mano con tutta la sua portata emotiva. A tratti è da pelle d'oca. Molto commovente. La scrittura è superba. L'avevo letta già nei racconti della stessa autrice.

  • User Icon

    Maurizio Ciarlatani

    03/10/2013 09:05:36

    Sono riuscito ad arrivare alla fine perché l'unico pregio di questo libro è la brevità. Inconcludente, spesso incomprensibile, a volte irritante con quella mania di citare i nomi altalenanti dei protagonisti, solo a metà pagina.

  • User Icon

    Laura

    25/06/2013 13:15:49

    Un bellissimo libro che racconta di ritorni, fughe, e tutto quello che c'è in mezzo. La scrittura è molto abile. L'intreccio ricco di fatti, fin troppo intricati, che però lasciano in tensione fino alla fine. Una bella scoperta.

  • User Icon

    Federica

    17/06/2013 23:00:27

    Il romanzo è ben scritto ma non mi è piaciuto. In pratica non c'è trama ma tante storie nella storia, troppe: non si fa in tempo a conoscere i personaggi che il libro è già finito, lasciando un gran senso di vuoto...molte parole, pochissime cose!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Rossella Milone Cover

    Vive e lavora a Roma. Ha pubblicato tre raccolte di racconti, Prendetevi cura delle bambine (Avagliano 2006, menzione al Premio Calvino) e La memoria dei vivi (Einaudi 2008), un Contromano per Laterza, Nella pancia, sulla schiena, tra le mani (2011), oltre a numerosi racconti in antologie. Scrive per quotidiani e riviste letterarie. Poche parole, moltissime cose (Einaudi 2013) è il suo primo romanzo; nel 2015 esce la raccolta di racconti Il silenzio del lottatore (minimum fax). Sempre per Einaudi ha pubblicato nel 2018 Cattiva. Approfondisci
Note legali