Salvato in 25 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
I poeti morti non scrivono gialli
16,15 € 17,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+160 punti Effe
-5% 17,00 € 16,15 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,15 € Spedizione gratuita
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
17,00 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
16,15 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRIAMO
17,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
17,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
17,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
SUKKAZONE
17,00 € + 10,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
LETTORILETTO
6,99 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
9,18 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,15 € Spedizione gratuita
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
17,00 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
16,15 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRIAMO
17,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
17,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
17,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
SUKKAZONE
17,00 € + 10,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
LETTORILETTO
6,99 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
9,18 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
I poeti morti non scrivono gialli - Björn Larsson - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

I poeti morti non scrivono gialli Björn Larsson
€ 17,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione


Un'opaca sera di febbraio, l'editore Karl Petersén raggiunge impaziente il porto di Helsingborg. Nella ventiquattrore una bottiglia di champagne e un contratto per il poeta Jan Y. Nilsson, a cui ha chiesto di scrivere un giallo, sicuro bestseller già venduto ai più prestigiosi editori d'Europa. Ma il poeta accetterà di firmare? Si piegherà alle basse leggi di quel mercato che, con la sua ricerca di una poesia alta ed essenziale, ha sempre snobbato? La risposta è definitiva: Petersén trova Jan Y. impiccato a bordo del peschereccio in cui viveva. Si è suicidato? Il commissario Barck non ha dubbi: i poeti si uccidono, non vengono uccisi. Eppure i motivi per farlo fuori non mancano, a cominciare dal lauto compenso che Jan Y. avrebbe presto incassato e dal materiale scottante sugli squali della finanza che il suo romanzo era pronto a denunciare. Nell'età dell'oro dei thriller, Björn Larsson scrive "una specie di giallo" che è un gioco letterario di raffinata ironia e autoironia, per indagare l'essenza stessa della scrittura e della vocazione artistica. In una sferzante satira di un mondo editoriale all'isterica ricerca del prossimo successo, solo un "poliziotto-poeta" è in grado di scoprire le associazioni nascoste, di rivelare l'inatteso, di afferrare le verità che si celano dietro le apparenze.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2011
25 agosto 2011
288 p.
9788870914092

Valutazioni e recensioni

3,38/5
Recensioni: 3/5
(13)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(3)
4
(4)
3
(2)
2
(3)
1
(1)
Attilio Alessandro Bollini
Recensioni: 1/5

Ho trovato questo libro molto noioso. Non ho trovato spunti per proseguire nel descrivere il mio "gradimento" per questo romanzo.

Leggi di più Leggi di meno
Stefania
Recensioni: 4/5

La morte misteriosa di un poeta che vive in barca e che ha appena completato il suo primo romanzo trasforma una tranquilla guardia portuale in un vero e proprio detective. Tra una miriade di personaggi, false piste e qualche verso gradevolmente sparpagliato qua e là, si dipana un romanzo giallo molto avvincente. Altro ottimo lavoro di Larsson!

Leggi di più Leggi di meno
Maurizio Crispi
Recensioni: 5/5

Amo molto Björn Larsson e ho letto quasi tutti i suoi romanzi, tutti pubblicati meritoriamente da Iperborea, casa editrice che con instancabile dedizione si è occupata di tradurre e di far conoscere molti autori scandinavi di grande levatura, ignorati dal mainstream editoriale italiano. Questo è un giallo fuori dalle righe, specialmente se si considera il profluvio di opere ascrivibile al cosiddetto giallo "scandinavo". In questa storia è un poeta di grande fama, Jan Y. Nilsson (personaggio di fantasia) che viene trovato morto (in apparenza si tratta di suicidio, ma sin dalle prime battute si capirà che è un omicidio camuffato), un poeta anomale e ad un suo punto di svolta esistenziale dato che ha deciso di passare alla prosa, scrivendo una storia poliziesca che ha quasi completato, con la prospettiva di diventare all'improvviso ricco, poiché il suo editore ha già venduto i diritti per la traduzione a diverse case editrici straniere. E' chiamato ad indagare il commissario Barck della polizia portuale di Helsingborg, dal momento che il poeta morto viveva in un peschereccio da lui acquistato come casa, con i magri proventi della sua attività di poeta. Per una curiosa simmetria, Barck è un commissario "anomalo": ama scrivere versi e si sente immediatamente ed empaticamente coinvolto nella morte di Jan Y. da lui molto ammirato. Si dipana così un'indagine a pieno campo, mentre sono in movimento forze che vorrebbero impedire la pubblicazione del volume. Le indagini si fanno intricate e complesse:.Barck si troverà a leggere il romanzo del poeta, alla ricerca di eventuali, risolutivi, indizi. Ben diverso dai soliti gialli scandinavi il romanzo di Larsson si pone come un metalibro sui romanzi polizieschi, nel quale non manca ad un certo punto (cfr. pp 310-311) una riflessione sulle tendenze del giallo scandinavo: per questo lo stesso Larsson definisce in modo scanzonato il suo romanzo "una specie di giallo".

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,38/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(3)
4
(4)
3
(2)
2
(3)
1
(1)

La recensione di IBS

Finalista Premio Bancarella 2012
Divertente il titolo del nuovo romanzo di Björn Larsson: I poeti morti non scrivono gialli. È ovvio, se sono morti non scrivono, né gialli, né poesie. Non scrivono tout court. Il sottotitolo ci avverte, Una specie di giallo. Perché il libro è un giallo che protesta sorridendo contro la moda imperante dei gialli, un intelligente e brillante divertissement letterario che ci arriva da quello che sembra essere ormai il regno dei gialli.
Jan Y. Nilsson è un poeta che ha dedicato alla poesia la sua vita da quando aveva sedici anni. La poesia è il suo modo di essere e di interpretare il mondo. Jan Y. vive per scrivere versi. Cioè, sembra quasi che cerchi delle esperienze, perfino quella sublime dell’amore, per poterne scrivere. I poeti non sono mai stati ricchi - Jan Y. non lo è, vive su un peschereccio che è la sua casa galleggiante. I libri di poesia non hanno mai portato grossi guadagni alle case editrici. Eppure l’editore Petersén ha sempre creduto nel valore di Jan Y. Nilsson e ha pubblicato tutte le sue raccolte di poesie. Rifacendosi poi con successi strepitosi come la trilogia di Sven Marklind (leggi Stieg Larsson).
Ma perché Jan Y. Nilsson, con il suo dono della scrittura, non potrebbe scrivere un thriller? Farebbe un piacere all’editore, ricompensandolo delle perdite, e non sarebbe male neppure per le sue finanze. Dopo perplessità e dubbi, Jan Y. accetta. Il contenuto del romanzo è un segreto per tutti tranne che per l’editore e i suoi due collaboratori. Petersén è già riuscito a vendere il libro all’estero, prima ancora che sia stato terminato. A questo punto Jan Y. muore. In apparenza si è suicidato impiccandosi sulla sua imbarcazione ancorata nel porto di Helsingborg.
Anche se è una specie di giallo, il romanzo di Larsson obbedisce alle regole del genere, aggiungendo però ad ognuna di esse qualcosa che la stravolge, che ci impedisce di dimenticare che questa è quasi una presa in giro del giallo, pur riconoscendo il valore di denuncia che hanno i migliori di questi romanzi, quelli che si impegnano in una ricerca reale e che non si tirano indietro davanti alle intimidazioni di silenzio.
Che è poi quello che succederà a Petersén - ricevere minacce se si ostina a voler pubblicare l’atteso romanzo di Nilsson. Il quale si era documentato, aveva svolto ricerche e puntava il dito contro ingiustizie, truffe, disparità inaccettabili nel mondo del lavoro. Non per niente viene citato Saviano che vive sotto scorta…
C’è un investigatore, dunque, il commissario Barck (attenzione al nome, simile a Beck, il famoso protagonista della serie di gialli di Maj Sjöwall e Per Wahlöö), ma fa parte della polizia portuale, che in genere nulla ha a che fare con delitti, ed è un aspirante poeta. Dentro di sé Barck ha un secondo fine nell’occuparsi del caso - riuscire a far leggere le sue poesie al noto editore di Nilsson, poeta molto amato da Barck.
C’è un triangolo amoroso: una donna che ama, anzi che amava, che addirittura venerava il poeta e che è amata, in apparenza senza speranza, dall’amico del poeta che è - lui, sì, veramente - uno scrittore di libri gialli.
C’è un dettaglio negli omicidi (perché ce ne sarà un secondo) che ricorda i gialli della Christie: una penna stilografica infilzata nel collo delle vittime. Ci sono poi altri due libri dentro il libro: il poema epico del commissario e il giallo non finito di Nilsson (titolo: Uomini che odiano i ricchi - vi dice niente?) con personaggi che pirandellianamente escono dalle pagine e si aggirano tra quelli del romanzo di Björn Larsson.
Ci sono infine, accanto alle domande per risolvere l’indagine, i quesiti etici che riguardano la letteratura e che appassioneranno tutti i lettori in una maniera meno scontata delle altre sull’indagine: - Qual è il rapporto tra arte e vita? - Può la letteratura cambiare il mondo? - È letteratura quella asservita ai gusti del pubblico? - E fino a che punto ci si può spingere per mantenere la propria integrità?

A cura di Wuz.it

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Björn Larsson

1953, Jönköping (Svezia)

Docente emerito di Letteratura francese all’Università di Lund, ha pubblicato varie opere di critica filologica e ha tradotto dal danese, dall’inglese e dal francese. Appassionato navigatore sulla sua barca a vela Rustica, a bordo della quale ha scritto La vera storia del pirata Long John Silver, ha esordito nel 1980 con la raccolta di racconti Splitter (Frammenti), ma solo nel 1992 ha raggiunto la fama internazionale con il secondo romanzo, Il Cerchio Celtico, Premio Boccaccio Europa 2000, un thriller ispirato da un suo viaggio nelle acque della Scozia e dell’Inghilterra. Con Il porto dei sogni incrociati, del 1997, si è aggiudicato in Francia il Prix Médicis. Nel 2011 è uscito il suo primo libro giallo: I poeti morti non scrivono gialli,...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore