Il postino di Piracherfa - Salvatore Niffoi - copertina

Il postino di Piracherfa

Salvatore Niffoi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Il Maestrale
Anno edizione: 2000
Formato: Tascabile
In commercio dal: 10 gennaio 2007
Pagine: 144 p.
  • EAN: 9788886109451
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 5,40

€ 10,00

Punti Premium: 10

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,25
di 5
Totale 4
5
0
4
2
3
1
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Linda

    27/03/2008 09:11:02

    Non male. Pungente, diretto. Bella l'immagine della donna-animale. Necessitava di più sviluppi in alcuni punti, dove rimane un po' criptico. Mi è piaciuto molto comunque, l'ho letto dopo Il viaggio degli inganni e l'ho preferito a quest'ultimo di gran lunga. Idea interessante, consigliato.

  • User Icon

    Ugo Papa

    22/09/2006 07:58:25

    Cagliari, Cala Mosca. Quarant’anni or sono. Io li ho veduti quei ragazzi avvinazzati che giocavano alla morra in attesa di entrare in caserma per la visita di leva. Tanti di loro vedevano il mare per la prima volta. Volgare, certo. Ma in senso etimologico: “del volgo”. Quello più vero e disperato. Voto alto, anche se non è al massimo della produzione di Niffoi.

  • User Icon

    zin

    10/07/2005 15:00:15

    Un pò troppo volgare in certi passaggi, e si tratta non di volgarità letteraria, ma gratuita.

  • User Icon

    MG Serra

    03/09/2001 16:29:41

    Cosi' cosi'. Il viaggio degli inganni era molto meglio, questo non convince. A parte qualche passo, il romanzo e' poco spontaneo, inconcludente e ostinatamente triviale. Anche il ragazzino che disegna un simbolo fallico sulla lavagna, crede che se la prof. disapprova e' perche' si e' scandalizzata. Quando ci vuole ci vuole, si suol dire. Certo, ma non basta mica. Ci vuole anche un romanzo convincente.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Salvatore Niffoi Cover

    Scrittore italiano, ex insegnate alla scuola media. Come narratore esordisce per Il Maestrale nel 1999 (Il viaggio degli inganni), dopo aver pubblicato nel 1997 a proprie spese il romanzo Collodoro (Edizioni Solinas). Sempre per Il Maestrale sono usciti: Il postino di Piracherfa (2000; tradotto in Francia); Cristolu (2001) e La sesta ora (2003). Nel 2003 per “La Biblioteca della Nuova Sardegna” ha pubblicato La leggenda di Redenta Tiria, ripreso da Adelphi (2005), presso la quale è uscito nel 2006 La vedova scalza (Premio Campiello) e nel 2007 Ritorno a Baraule. Tra i suoi ultimi libri: Il pane di Abele (Adelphi 2009) e Il bastone dei miracoli (Adelphi 2010). Approfondisci
Note legali