Categorie
Editore: CasaSirio
Collana: Sciamani
Anno edizione: 2015
Pagine: 196 p., Brossura
  • EAN: 9788899032111
Disponibile anche in altri formati:

€ 12,35

€ 13,00

Risparmi € 0,65 (5%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    alessandra

    13/12/2015 22.06.16

    il libro è appassionato e sincero, le relazioni tra i personaggi sono tratteggiate in maniera sensibile ma ciononostante incisiva. ed è proprio questo a rendere difficile staccarsi dal libro: l'ho divorato! il mondo del calcio è sullo sfondo, trattato come metafora di un possibile riscatto sociale, richiamando un possibile sogno americano.

  • User Icon

    Diego

    24/11/2015 11.32.34

    Ho amato questo romanzo sin dalla strepitosa copertina e da come mi era stato presentato ("È meraviglioso"). Direi che tutte le aspettative sono state più che esaudite e mi stacco con un po' di malinconia da questa storia così vera e intensa, anche se uno sciagurato mi ha svelato il finale prima che potessi apprezzarlo, mannaggia a lui. Credo che il romanzo sia molto ben bilanciato e si legge con molta facilità. Consigliato anche a chi non ama il calcio, non vi fate bloccare dal fatto che sia il contorno, non temete. Complimenti all'autrice e a CasaSirio ancora una volta.

  • User Icon

    leo

    16/11/2015 16.05.42

    Gran bel libro.La storia di Toni, genio maledetto del pallone, e della sua parabola di vita fortunata e sfortunata insieme mi ha letteralmente stregato. Si divora dalla prima all'ultima parola.

  • User Icon

    giulia

    04/11/2015 15.17.44

    Questo libro parla all'apparenza di un argomento che a me è sempre stato ostico - il calcio: Guido, un medico disincantato e semialcolizzato, prende in affidamento un ragazzino dai piedi buoni - ma dal passato terribile - nella speranza di farlo diventare un calciatore di successo. Tuttavia - c'è sempre un tuttavia - il passato del ragazzino è troppo forte, troppo incombente per poter essere cancellato dal colpo di spugna degli agi e delle facili traiettorie esistenziali. Il posto giusto è un libro che parla di calcio, ma utilizza il calcio come pretesto: Toni potrebbe giocare a pallavolo, rugby, essere un perfetto musicista e il centro della storia non cambierebbe: il dramma di avere un grandissimo talento e un'altrettanta fortissima incapacità a gestirlo

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione