Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Oscar Mondadori -20%
Salvato in 307 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Il potere sovrano e la nuda vita. Homo sacer
17,10 € 18,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+170 punti Effe
-5% 18,00 € 17,10 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
17,10 € Spedizione gratuita
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
18,00 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
18,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
17,10 € Spedizione gratuita
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
18,00 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
18,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Nome prodotto
17,10 €
Chiudi
Il potere sovrano e la nuda vita. Homo sacer - Giorgio Agamben - copertina
Chiudi

Descrizione


Seguendo un percorso che da Aristotele e il mondo classico giunge sino a tempi recenti con Hanna Arendt e Michel Foucault, Agamben analizza il concetto di vita e di sacro, proponendone l'applicazione in ambito politico dove, a partire dall'età moderna "la vita naturale comincia a essere inclusa nei meccanismi e nei calcoli del potere statuale e la politica si trasforma in bio-politica". Protagonista del libro è la nuda vita dell'homo sacer. Soltanto superando una dimensione politica che non conosce altro valore che la vita, sarà possibile alle democrazie moderne andare oltre le tragiche tentazioni di nazismo, fascismo e, in generale, dei regimi totalitari. La prima edizione in "Einaudi contemporanea", 1998.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

1
2005
25 ottobre 2005
Libro universitario
VIII-225 p., Brossura
9788806170264

Valutazioni e recensioni

3,8/5
Recensioni: 4/5
(4)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
Ilya
Recensioni: 5/5

Il saggio fondamentale per chiunque voglia capire cosa sta succedendo a livello biopolitico. Agamben spiega magistralmente l'inquietante origine della metafisica e quindi della politica occidentale e le sue ripercussioni su ciò che oggi regola il gioco del potere .

Leggi di più Leggi di meno
vitaliano bacchi
Recensioni: 4/5

L'homo sacer di Agamben è Cristo, non lo dice ma è Cristo e ne fa cenno ovunque senza mai dirlo ma è il Nazareno di Paolo di Tarso che appare e scompare e fa di sè quanto noi ne facciamo di Lui, Agamben remoto ma presente col suo linguaggio difficile e mai ambiguo. E' il filosofo italiano più noto al mondo Lui, Agamben, traduttore e censore dei vangeli comuni e gnostici dove parla Israele e la sua scorta sionista essena e rivoluzionaria che Agamben semplicemente traduce e divulga col pericolo del suo intellettualismo secessionista fin de siecle. Anche i maiali della scena di Trimalcione erano sacri come lo era Cristo, scrive Agamben, questa equazione immonda dove conduce? La sua è una filosofia del diritto, del diritto romano sine ulla altera, qui lo troviamo e lo ritroviamo nel mito di Roma algido e perenne cosi come è e lo sa spiegare con una maestria che non si ricordava dai tempi di Arangio Ruiz e qui nemmeno filosofici come invece lo sono i suoi commenti lapidari e frastornanti nell'incedere del ritmo che occulta l'indicibile amotio sceleris, il mito di Roma di cui Agamben tace il tragico e palesa il comico, la fraus aulularia delle sue epitomi colte e ratfinate. Un autore per pochi che pure lo si scopre aulico e tormentato a riscoprire e coniugare more romanico le formule di Cassirer sulla conferenza dei linguaggi normativi ed il rischio incombente della metafisica dei costumi nella inserzione esegetica del suo commento frastornante, mai cupo, mai banale. Difficile farne commento scolastico taxonomico ordinato: la mathesis è per pochi scriveva il probabilista Renè Thom; anche il diritto è riservato a quei pochi che lo intendono per farsene la stessa grande idea di rinascita e conversione di Paolo, che Agamben diffonde e spiega e lo fa per imitatio Christi. Avete oggi una buona prolusione per cambiare, convertivi e diventare ciò che siete senza più ricorrere a Nietzsche ovvero alla sua capitis deminutio: l'Agamben dei giusti e dei giuristi.

Leggi di più Leggi di meno
Leonardo
Recensioni: 4/5

Il libro è straordinario, la lucidità d'analisi e l'erudizione di Agamben è davvero impressionante. La trattazione prende le mosse dalla differenza fondamentale tra la "nuda vita" (zoe) e la vita carica di significato (bios) e sulla prima si fonda la natura sovrana del potere, con tutte le complicazioni che ne conseguono. Lettura attualissima e assolutamente necessaria, per comprendere non solo le grandi tragedie novecentesche (in primis i lager, a cui è dedicato un capitolo) ma anche le questioni etiche della politica contemporanea, dai diritti sociali all'eutanasia. Unica pecca del volume è che alcune citazioni in francese o in tedesco non sono corredate da una traduzione.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,8/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Giorgio Agamben

1942, Roma

Giorgio Agamben era professore di estetica presso la Facoltà di Design e Arti dell'Istituto Universitario di Architettura di Venezia.Dal 1978 al 1986 ha coordinato per la casa editrice Einaudi l'edizione italiana delle Opere di Walter Benjamin. Con Homo sacer (Einaudi 1995) ha segnato una nuova direzione nel pensiero politico attuale. Ha pubblicato, fra l'altro, Stanze (Einaudi 1977); Infanzia e storia (Einaudi 1978 e 2001); Il linguaggio e la morte (Einaudi 1982); Idea della prosa (Feltrinelli 1985); La comunità che viene (Einaudi 1990; Bollati Boringhieri 2001), Homo sacer (Einaudi 1995), Quel che resta di Auschwitz. L'archivio e il testimone (Bollati Boringhieri 1998); Stato d'eccezione (Bollati Boringhieri 2003); La potenza del pensiero (Neri Pozza 2005), Il regno e la gloria....

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore