-15%
Pranzi di famiglia - Romana Petri - copertina

Pranzi di famiglia

Romana Petri

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Neri Pozza
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 7 marzo 2019
Pagine: 414 p., Brossura
  • EAN: 9788854517912
Salvato in 126 liste dei desideri

€ 15,30

€ 18,00
(-15%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Pranzi di famiglia

Romana Petri

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Pranzi di famiglia

Romana Petri

€ 18,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Pranzi di famiglia

Romana Petri

€ 18,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 18,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Finalista al Premio Letterario Nazionale “I Sassi” di Matera 2019

Una toccante e intensa saga familiare sullo sfondo di una Lisbona luminosa e conturbante. Attraverso la storia di tre fratelli in cerca di sé stessi e del proprio passato, Romana Petri si conferma scrupolosa indagatrice dei sentimenti e dei legami familiari.

«Pranzi di famiglia entra nella tradizione dei romanzi che si aprono con la morte del patriarca e raccontano cosa accade quando una colonna cade giù smettendo di sorreggere quello che c'era da sorreggere e di nascondere quello che c'era da nascondere» - Nadia Terranova, Robinson

A fine novembre, con il cielo di Lisbona carico di pioggia, Vasco Dos Santos chiude la sua galleria in Travessa dos Fieis de Deus sempre più tardi. Non ha alcuna voglia di tornare a casa da sua sorella Rita, divenuta ormai intrattabile. Nata deforme e, grazie al coraggio e alla tenacia della madre Maria do Ceu, «ricostruita» attraverso una lunga e dolorosa serie di operazioni, Rita è ormai costantemente in preda all'ira. La morte di sua madre, dell'unica persona capace di preservare l'armonia familiare, ha inasprito oltre ogni misura i suoi rapporti non soltanto con Vasco, ma anche con la sorella Joana, la cui bellezza è così abbagliante da risultare dolorosa, e con il padre Tiago, che anni prima, per sfuggire alla tragedia della figlia, ha abbandonato la famiglia e si è legato a Marta, una donna rancorosa che lo spinge a recidere ogni legame con il suo passato. Tuttavia, da uomo pragmatico quale è, Tiago ha trovato un modo per mantenere un, seppur fragile, contatto con i figli: la domenica, ogni domenica della sua vita, la dedica al pranzo con loro. Una cosa frettolosa, niente di troppo familiare. Un flebile omaggio alla volontà di Maria do Ceu di tenere uniti i figli. È in uno di questi pranzi che i tre fratelli si ritrovano a condividere una scoperta sorprendente: nessuno di loro conserva ricordi del passato. Perché hanno rimosso tutto? La loro vita è stata infelice al punto da volerla dimenticare quasi completamente? Spetterà a Rita ricostruire la storia della famiglia attraverso i documenti ufficiali emersi dagli archivi di Stato, scoprendo una realtà ben diversa da quella che Maria do Ceu aveva raccontato. Nel frattempo, a turbare ulteriormente gli «squilibri» di questa complicata famiglia portoghese sarà l'arrivo di Luciana Albertini, un'eccentrica, visionaria pittrice italiana che farà breccia nel cuore di Vasco.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,17
di 5
Totale 12
5
4
4
6
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    hilary

    25/09/2019 19:49:44

    Avendo già avuto la possibilità di leggere altri libri della Petri, ho approcciato questo lavoro con la certezza di non rimanere deluso. Rappresenta una prosecuzione naturale di "Ovunque io sia" Racconto creato con la lentezza e la naturalezza della vita anonima e scontata di una famiglia non molto diversa da molte altre, con problematiche "semplici" ma profondamente divergenti. Rappresentando con maestria il rifiuto di affrontare l'incomunicabilità per pigrizia e per la paura di dover guardare in faccia la realtà. Meglio far finta che questa non esista per non doverla accettare o peggio tentare di modificarla. Ma un deus ex machina è sempre pronto a offrire quella scintilla che permette di sfuggire a una realtà falsa e opportunistica. Tutti i personaggi sono dipinti in modo esemplare e perfettamente inseriti nella rappresentazione di tutti i giorni, spesso monotona e ripetitiva. Nel libro inoltre si respira l'essenza intima della meravigliosa Lisbona. Nessuna delusione leggendo questa Autrice.

  • User Icon

    @vivechilegge

    20/09/2019 12:21:03

    “È bello mangiare Tutti insieme. Non sai mai di chi ti stai masticando i pensieri.” Ammettiamolo, i pranzi di famiglia, in fondo, non piacciono a nessuno e spesso finiscono per lasciare l’amaro in bocca. Men che meno sono graditi quando diventano un rito per mantenere un equilibrio falso e precario. Da quando il padre ha lasciato la madre e loro, ancora bambini, per andare a vivere con un’altra donna, Rita e i gemelli Joana e Vasco, lo vedono tutte le domeniche a pranzo. Una bomba innescata il cui detonatore può essere ciascuno dei commensali. Rita è la figlia maggiore, nata, per un tragico scherzo della natura con un viso deforme. Joana invece è bella e cresce tra i sensi di colpa e le angherie della sorella sfregiata. Vasco, il suo gemello, annaspa tra le due. Alla morte della madre che sacrificando se stessa ha tenuto unita la famiglia, restano in balia di un padre egoista e superficiale che prova a compensare la sua assenza elargendo ai figli briciole della sua vita da parvenue di cui ostenta i fasti e nasconde le miserie. Domenica dopo domenica si consumano, a tavola, rivalità e vecchi rancori. A fare da contraltare poche comparse: uno zio matto, un nonno donnaiolo, un marito inetto, una compagna stravagante e la matrigna. Una tragicommedia tolstoiana, esempio di come ogni famiglia infelice è disgraziata a suo modo. Magnifico!

  • User Icon

    Giovanna

    14/09/2019 19:09:09

    Un libro molto coinvolgente, nella rarefatta atmosfera di Lisbona

  • User Icon

    Carla

    03/09/2019 09:42:03

    Forse ti prende un po’ meno del meraviglioso “Ovunque io sia”, ma sicuramente molto intenso. Vasco, il personaggio principale del romanzo, e i suoi monologhi interiori con la madre (una madre che ha lasciato un vuoto incolmabile in tutti i componenti della famiglia): spettacolari.

  • User Icon

    patty

    28/08/2019 20:06:58

    Piacevolissima scoperta questa scrittrice .La storia di una famiglia raccontata con sensibilità,intelligenza e una sottile malinconica.Consigliato

  • User Icon

    Massimo F.

    03/08/2019 15:50:00

    Un’autrice è una straordinaria specialista nello sviscerare le relazioni familiari. Analisi tanto realistica, quanto acuta, tagliente, profonda. Una storia amara e dolorosa, ma raccontata così bene che è “un piacere” leggerla.

  • User Icon

    Kat

    17/07/2019 13:07:40

    Sicuramente meno struggente del suo precedente Ovunque io sia, ma non per questo meno intenso. Molto coinvolgenti le pagine in cui Vasco, il personaggio che tiene le fila del romanzo, fa dei monologhi interiori con la madre. Una madre che ha lasciato un vuoto incolmabile in questa famiglia che si può definire a tutti gli effetti disfunzionale, nella quale ogni lettore può trovare tratti in cui riconoscersi.

  • User Icon

    n.d.

    25/06/2019 08:02:27

    ottimo libro scritto veramente bene\nottima lettura estiva

  • User Icon

    ormos

    29/04/2019 09:36:15

    Il libro riprende il filo del precedente (e direi più ispirato) Ovunque io sia, ma a differenza di questo non sono riuscito ad avvertirne le vibrazioni, l'intensità, anche la poesia… è come se il racconto avesse un che di distaccato, di asettico, come se il coinvolgimento che ho provato allora non appartenesse a questa storia. L'idea brillante dei pranzi di famiglia, che pregustavo come un momento di ricongiunzione e di ricostruzione del passato, le cui fratture erano affidare alle cure della memoria dei protagonisti, si è sfaldata di appuntamento in appuntamento, fino ad una disgregazione che però è anche il segno dei tempi (e qui, al contrario, ho apprezzato il cambio di registro rispetto alla narrazione del primo romanzo). Nonostante questa aspettativa disattesa, resta la qualità della scrittura di Romana Petri, punto fermo della letteratura italiana contemporanea.

  • User Icon

    Mister Book

    22/03/2019 20:48:15

    Nel 2013 Romana Petri scrisse il romanzo "Ovunque io sia", storia che si svolge dagli anni '40 in poi nella Lisbona ingrigita ed impaurita da una feroce dittatura terminata a meta' degli anni '70. Nel libro si leggono le righe: "Ovunque io sia, le aveva detto prima di morire", frase lascito che ogni madre, prima di morire, affida ai figli nel desiderio di non abbandonarli del tutto, ed e' quello che Maria do Ceu si ripete all'infinito. Con "Pranzi di famiglia" riprende il filo della narrazione ed inizia con la morte della stessa Maria do Ceu, a sua volta madre che muore e lascia i figli. Per inciso, il libro riprende la storia di "Ovunque io sia" ma puo' essere letto in modo indipendente dal primo, la stessa Petri dice che scrivera' un ulteriore libro come seguito a questo. Una storia grottesca, quanto e' grottesca la realta', di ordinaria tragicita' nella sua apparenza di normalita'. La "portoghesita'" che ne esce descritta e' molto interessante di questo paese meraviglioso per innumerevoli aspetti, storia, cultura, arte e di grande bellezza. Un girotondo di personaggi delineati alla perfezione, non tanto per tratteggio fisico o psicologico ma tramite "invenzioni" surreali, ironiche e grottesche. "Con gli occhiali sulla punta del naso, Tiago leggeva il menu. Al centro del tavolo un piattino di olive nere brillava sotto il sole. Sembravano scarafaggi usciti dalla doccia.", in poche parole si riassume l'atmosfera dei "Pranzi". Ma ovviamente non bastano pochi richiami per descrivere questa storia. Un libro che scorre "veloce" non tanto per motivi di suspense, thrilling, "chi sara' l'assassino?" e varie ma per la continua delineatura dei personaggi e situazioni. Perfetto equilibrio narrativo tra il presente ed un aggrovigliato passato ed un enigmatico futuro. Dice Romana Petri: "Tutto quello che nei romanzi sembra inverosimile e' vero e tutto quello che e' vero sembra inventato." In sintesi: Libro di pregio

  • User Icon

    chiara

    11/03/2019 15:39:19

    Storia triste, malinconica, ci si affeziona ai personaggi e alla loro sofferenza. Libro interessante.

  • User Icon

    Paola

    09/03/2019 14:52:08

    Affascinante affresco di un Portogallo chiuso, dolente e tragicamente arretrato visto attraverso la prospettiva di Vasco, ma durante i pranzi che scandiscono il fluire del tempo e la progressiva disintegrazione di questo rito i punti di vista passano da commensale a commensale. Il precario e falso equilibrio della famiglia è del tutto distrutto dalla comparsa di Luciana Albertini, che è un personaggio totalmente fuori dalle logiche della società portoghese e che progressivamente si impossessa dell’essenza di ciascuno dei membri della famiglia fino a farne dei ritratti perfetti e impietosi, descritti con grande efficacia nel romanzo. Attraverso la memoria, i personaggi si arricchiscono di sfumature, niente è stereotipato, ci sono passaggi in cui il lettore è costretto a chiedersi se non esistano in realtà delle attenuanti per comprendere anche chi è meschino e arido. La profondità psicologica dei personaggi, che Petri costruisce con una lingua di notevole spessore letterario e sempre vivace, sostiene la struttura del romanzo: una serie di tableaux vivants che alla fine vengono davvero fissati nelle opere pittoriche dell’Albertini, ma anche intrappolati dalle parole di Vasco attraverso i ricordi che raccoglie per la madre. La memoria, la salvezza dall’oblio, è il motore che muove l’azione di Vasco e dell’Albertini. La maternità, il potere dell’arte (parola o immagine), l’elemento non controllabile che entra nella vita (mitologia, superstizione), la forza delle emozioni e la salvezza (per quel che si può) attraverso l’amore, dato e ricevuto, a tutti i suoi livelli, sono le tematiche sottese a questa successione di pranzi mai uguali a se stessi se non nella loro ritualità, che si chiudono con una bellissima accelerazione mentre passeggiamo virtualmente lungo la galleria dei ritratti della famiglia dipinti dall’occhio esterno e quasi olimpico dell’Albertini: un romanzo, insomma, la cui struttura un movimento a spirale verso l’alto, verso il futuro. Da leggere.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente
  • Romana Petri Cover

    Scrittrice italiana. Vive tra Roma e Lisbona. Editrice, traduttrice e critica letteraria, collabora con «ttl La Stampa», il «Venerdì di Repubblica», «Corriere della Sera» e «Il Messaggero». Considerata dalla critica come una delle migliori autrici italiane contemporanee, ha scritto tra romanzi e raccolte di racconti nove libri. Ha ottenuto prestigiosi premi e riconoscimenti, tra i quali il Premio Mondello, il Rapallo-Carige e il Grinzane Cavour. È stata inoltre finalista due volte al Premio Strega.Tra le sue opere ricordiamo Alle Case Venie (Marsilio, 1997), I padri degli altri (Marsilio, 1999), La donna delle Azzore (Piemme, 2001), Dagoberto Babilonio, un destino (Mondadori, 2002), Esecuzioni (Fazi, 2005), Ovunque io sia (Cavallo... Approfondisci
Note legali