Categorie

Reinaldo Arenas

Traduttore: E. Dallorso
Editore: Guanda
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: 325 p., Brossura
  • EAN: 9788823515062

19° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Classici, poesia, teatro e critica - Storia e critica - Studi generali - Dal 1900

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mirko

    15/03/2017 16.00.31

    L’epopea di uno scrittore omosessuale nella Cuba di Castro. Dall’ infanzia sotto un’altra dittatura (quella di Batista), senza un padre e trascorsa nell’estrema povertà della provincia rurale, all’arruolamento con i rivoluzionari, ben presto abbandonati in preda alla disillusione (destinata a diventare vera opposizione al regime); la squallida e angosciante clandestinità, l’abiezione del carcere , per finire con il capitolo conclusivo della sua parabola esistenziale: la fuga che porta all’esilio definitivo, la malattia, il suicidio. Una autobiografia cruda e dolorosa, piena di estrema vitalità e di un (giustificato) cinismo che a tratti ci hanno fatto accostare Arenas a Bukowsky. E infine, giusto per rimanere in tema: tanto, tanto sesso; immancabile e costante presenza nella vita dello scrittore.

Scrivi una recensione