La principessa e la regina. E altre storie di donne pericolose

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 06/10/2015
Pagine: 416 p., Brossura
  • EAN: 9788804657040
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 7,56

€ 14,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    02/01/2018 15:44:53

    All’inizio non avevo capito che tipo di libro fosse. Pensavo sarebbe stato tutta opera di Martin. Invece si parla di una serie di racconti scritti da autori diversi, incentrati su donne forti, pericolose, anche se in modo differente. La prima raccolta di racconti brevi che abbia letto si è rivelata una lettura interessante e gradevole, per la maggior parte. “La Principessa e la Regina” è il mio preferito. Martin ci riporta al tempo della Danza dei Draghi, la terribile guerra interna che sconvolse la dinastia Targaryen. Il breve testo spesso sembra quasi un trattato, una descrizione, di questo conflitto piuttosto che un racconto in senso stretto, eppure è intrigate, appassionante e mai pesante. Ritengo molto rivelatore il titolo: i Sette Regni non vengono devastati da una lotta tra principi ma dall’ambizione dell’ormai Regina Madre, un’aristocratica che per il potere istiga il figlio contro la sorella causando una guerra fratricida all’interno della famiglia reale. “Desperado” è breve e molto intenso, mantiene un ritmo serrato.“O il mio cuore è spezzato” non mi è particolarmente piaciuto, l’ho trovato suggestivo, in un certo senso, ma non è proprio il mio genere.“La canzone di Nora” mi ha intrigato, anche se un po’ carente d’azione.“Le mani che non erano” è un racconto ad ambientazione fantascientifica, interessante, ma mi ha anche lasciato con l’amaro in bocca.“La conchiglia esplosiva” è uno dei miei preferiti, affascinante e pittoresco fantasy urbano basato sulla mitologia nordica.“Raisa Stepanova” è uno dei racconti più interessanti, carino e per di più istruttivo, anche se l’ambientazione, seppur buona, non è esattamente tra le mie preferite.“Battere Jesus” è stato uno dei più sorprendenti e realistici, con dei personaggi notevoli.“Vicine di casa” ha un’atmosfera tetra, decadente, e mette in risalto la riprovevole condizione, la scarsa rilevanza, degli anziani nella cultura occidentale.“Me le so scegliere” è sicuramente quello che mi è piaciuto di meno

Scrivi una recensione