La pulizia etnica della Palestina - Ilan Pappé - copertina

La pulizia etnica della Palestina

Ilan Pappé

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Fazi
Collana: Le terre
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 24 aprile 2008
Pagine: 364 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788881129089
Salvato in 140 liste dei desideri

€ 18,05

€ 19,00
(-5%)

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

La pulizia etnica della Palestina

Ilan Pappé

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La pulizia etnica della Palestina

Ilan Pappé

€ 19,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La pulizia etnica della Palestina

Ilan Pappé

€ 19,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 16,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nel 1948 nacque lo Stato d'Israele. Ma nel 1948 ebbe luogo anche la Nakba ('catastrofe'), ovvero la cacciata di circa 250.000 palestinesi dalla loro terra. La vulgata israeliana ha sempre narrato che in quell'anno, allo scadere del Mandato britannico in Palestina, le Nazioni Unite avevano proposto di dividere la regione in due Stati: il movimento sionista era d'accordo, ma il mondo arabo si oppose; per questo, entrò in guerra con Israele e convinse i palestinesi ad abbandonare i territori - nonostante gli appelli dei leader ebrei a rimanere - pur di facilitare l'ingresso delle truppe arabe. La tragedia dei rifugiati palestinesi, di conseguenza, non sarebbe direttamente imputabile a Israele. Ilan Pappe, ricercatore appartenente alla corrente dei New Historians israeliani, ha studiato a lungo la documentazione (compresi gli archivi militari desecretati nel 1998) esistente su questo punto cruciale della storia del suo paese, giungendo a una visione chiara di quanto era accaduto nel '48 drammaticamente in contrasto con la versione tramandata dalla storiografia ufficiale: già negli anni Trenta, la leadership del futuro Stato d'Israele (in particolare sotto la dirczione del padre del sionismo, David Ben Gurion) aveva ideato e programmato in modo sistematico un piano di pulizia etnica della Palestina.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,6
di 5
Totale 10
5
9
4
0
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Lorenzo

    18/05/2020 07:09:38

    Opera fondamentale per comprendere molti meccanismi nella storia della pulizia etnica in Palestina. Accessibile a chiunque e ogni cosa scritta è assolutamente supportata da fonti, disponibili in quantità altissima alla fine del libro.

  • User Icon

    Ivanb

    16/05/2020 16:13:06

    Libro imprescindibile per la comprensione della vera natura della stato di Israele, grazie ad una impeccabile ricostruzione storiografica della sua fondazione, basata peraltro quasi esclusivamente su fonti israeliane. Consigliato per chi vuole farsi una reale idea del dramma vissuto dal popolo palestinese dal 1948 ad oggi, formulando così un pensiero critico che vada oltre la narrazione dominante, filo sionista. Per non dimenticare i crimini commessi, grazie a studiosi come Ilan Pappe.

  • User Icon

    Alessandro

    16/11/2019 12:53:22

    Ottimo libro per capire le origini e le motivazioni di un problema attualissimo!!!

  • User Icon

    Diego

    14/02/2017 23:28:31

    Un'opera ineludibile, fondamentale che documenta con rigore scientifico i crimini dei sionisti contro il popolo palestinese. La pulizia etnica fu preparata, organizzata ed eseguita con fredda e spietata determinazione. Un genocidio incrementale che dura tuttora.

  • User Icon

    lateral

    15/09/2015 15:20:45

    La tesi è piuttosto grossolana e discutibile. Come mai gli altri stati arabi, la comunità internazionale, gli stessi palestinesi, si sarebbero lasciati allontanare dalle proprie terre senza opporre resistenza? La verità è che gli emiri preferirono vendere i territori agli ebrei e poi inventare la "questione palestinese" con la quale speculano da 70 anni e grazie alla quale hanno ottenuto per ben 15 volte finanziamenti internazionali, che come il denaro di Arafat a Parigi, sono ben custoditi nelle banche occidentali. Gli stati arabi e i palestinesi hanno perso i territori nel corso delle numerose guerre sostenute contro Israele, allo scopo di distruggere lo Stato sorto legittimamente, su risoluzione Onu, nel 1948. Perché la Palestina non ha voluto far nascere il suo Stato? Ilan Pappe è uno storico fazioso che rasenta il fanatismo, che non gode di alcuna considerazione nella comunità degli studiosi internazionali.

  • User Icon

    Simona

    24/03/2012 15:41:57

    Un libro indispensabile per comprendere la realtà del conflitto israelo-palestinese,per comprendere come non si tratti di una guerra, ma di una feroce occupazione, un regime di apartheid che vede origine nel genocidio etnico del 1948, preceduto da razzie, scorrerie nei villaggi e massacri già negli anni '30- '40. Sono stata costretta a prenderlo in biblioteca perchè, nonostante sia un libro del 2008, di un importante storico israeliano, che ha avuto sempre un folto seguito di lettori, pare non sia più disponibile in alcuna libreria. Chissà perchè.

  • User Icon

    Giulia Bosi

    31/01/2010 17:29:01

    Un libro fondamentale e sconvolgente, che ci fa finalmente capire quello che è successo in Palestina dal 1948 a oggi (gli archivi dell'esercito israeliano sono stati aperti nel 1998). Ilan Pappe è lo studioso più temuto dall'establishment israeliano, perché il suo è un libro di storia basato su fonti nuove e inconfutabili.

  • User Icon

    Lonzi Marco

    04/03/2009 10:31:46

    E' un libro molto utile per una visione alternativa della verità intoccabile che ci viene proposta da 60 anni sulla situazione in Palestina. Quello che mi ha colpito è la completezza dei riferimenti bibliografici: per ogni episodio viene indicata con estrema precisione la fonte, e le fonti sono quasi tutte di origine israeliana. Il quadro che emerge dalla lettura del libro mina fortemente l'immagine di uno stato d'Israele nel ruolo di aggredito.

  • User Icon

    alberto

    01/02/2009 20:35:54

    una sistematica distruzione del mito d'israele; un doloroso atto d'accusa comprovato da fatti irrefutabili nei confronti dello stato d'israele. un libro che scopre il velo sulla falsa immagine vittimistica che lo stato ebraico ha sempre mostrato di sè. inoltre evidenzia la totale inadeguatezza della difesa araba nei confronti dell'espulsione esercitata dagli ebrei nei confronti dei nativi palestinesi. un libro ceretamente da leggere per chi è interessato alle questioni del medioriente, ma soprattutto una voce fuori dal coro del servizio d'informazione italiano che sempre pone lo stato ebraico come entità etno-politica assediata dal mondo arabo; una tesi che ilan pappè smonta coi fatti in modo preciso e circostanziato.

  • User Icon

    Giuseppe Angiuli

    18/12/2008 11:14:12

    E' uno dei libri più censurati dell'epoca recente. Dimostra delle verità inconfessabili per i sostenitori acritici dello Stato di Israele, così egemoni nel sistema politico ed informativo attuale (infatti nessuno ha potuto trovare una sola riga di recensione su nessun giornale italiano). L'autore, ebreo e cittadino israeliano, attinge agli archivi ufficiali dello Stato ebraico ed ai diari privati di Ben Gurion (storico fondatore dello Stato sionista), fornendoci una prova incontrovertibile di come la pianificazione dello Stato ebraico sia stata contraddistinta, sin dalla sua origine, da un consapevole e lucido disegno di segregazione razziale e di scientifica eliminazione delle popolazioni native palestinesi. Oggi che questo nefasto disegno (auto)segregante di un nuovo Stato fondato su radici etnico-confessionali sembrerebbe giungere quasi al suo compimento, la lettura del libro di Pappe non può che essere quanto mai attuale e illuminante.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente
Note legali