Quando l'amore finisce - Donata Francescato - copertina

Quando l'amore finisce

Donata Francescato

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Il Mulino
Collana: Contemporanea
Anno edizione: 2002
In commercio dal: 15 novembre 2002
Pagine: 288 p.
  • EAN: 9788815090300
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 6,48

€ 12,00

Punti Premium: 6

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 4,20 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La fine di un amore di solito mette in moto una appassionata e dolorosa ricerca del "colpevole" che, diversamente da quanto accade nei gialli, non porta alla scoperta di un'unica verità, ma offre differenti versioni nella storia, a seconda di chi la racconta. L'autrice fa parlare i protagonisti, e individua i nodi, le frustrazioni che portano alla rottura, i diversi modi in cui uomini e donne reagiscono alla separazione, le caratteristiche psicologiche di chi riesce a uscirne bene.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Donata Francescato, psicologa e autrice di libri molto apprezzati, ripropone, in nuova edizione aggiornata, uno dei suoi maggiori successi. Dal 1992, anno della prima edizione, ad oggi il tema trattato dal volume è ancora di grande attualità. Perché un amore finisce? Che succede quando una coppia si divide? Le attuali condizioni lavorative e sociali hanno una parte di responsabilità? Quali sono le aspettative di chi decide di sposarsi o convivere? L'autrice risponde a questi ed altri quesiti, esponendo, «in forma comprensibile anche ai non addetti ai lavori, i nodi cruciali del fenomeno separazione di coppia che emergono dai risultati di alcune ricerche psicosociali e da una rassegna dei migliori lavori pubblicati in Italia e all'estero.» I protagonisti delle ricerche discusse sono persone comuni, toccati da un evento che ha inevitabilmente segnato un svolta nella loro vita. In che modo e di che tipo? Donata Francescato indaga le radici e gli sviluppi di tale fenomeno: dalle motivazioni che portano alla separazione ai processi psichici coinvolti nel processo di deterioramento e rottura di un rapporto di coppia. Cerca di capire se in alcuni casi la separazione possa essere vissuta come una crisi dagli effetti positivi, un'occasione di crescita e sviluppo del potenziale umano. Non dimentica di soffermarsi sui percorsi esistenziali dei figli dei separati e sulle nuove famiglie "allargate", formate da partner reduci da precedenti matrimoni e da figli provenienti da diverse unioni. Coglie infine l'occasione di riflettere su come cambino i ruoli dell'uomo e della donna nel mondo di oggi: che fine hanno fatto le aspettative tradizionali insite nell'unione di coppia? Sono giustificate le accuse di immaturità rivolte alle giovani coppie che non ce la fanno a vivere insieme? L'identità di genere è davvero più difficile?
Numerosi esempi tratti da casi reali, un linguaggio rigoroso, ma estremamente chiaro e uno stile diretto sono le caratteristiche che rendono questo saggio particolarmente apprezzabile anche dal grande pubblico, in particolare dalle coppie che vivono l'esperienza della separazione e magari di una nuova unione. A queste ultime l'autrice dedica un capitolo del libro scritto appositamente per la nuova edizione. Si tratta di pagine «un po' speciali», su «quando l'amore continua»: in esse vengono infatti esaminati «i fattori individuali, di coppia e sociali che aiutano a far evolvere positivamente i rapporti di coppia». Perché da un amore che finisce ne può sempre nascere un altro, più meditato, consapevole e duraturo.

Note legali