€ 4,99

€ 6,50

Risparmi € 1,51 (23%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    gianna

    25/06/2012 11:23:17

    Ammirevole Cristina Comencini! questo è un film di grandissimo valore, figlio di un libro eccezionale. L'argomento è l'amore materno. O meglio, il cruciale rapporto madre-figlio. Ormai abbiamo capito che spesso il profumo del latte e del borotalco a malapena copre l'odore del sangue delle ferite visibili ed invisibili di chi mette al mondo e di chi, innocente ed esigente, si installa nel mondo. L'umanità si mette in gioco. Marina la madre è chiusa in una claustrofobica vacanza in montagna con il figlioletto di due anni che la impegna a tempo pieno, non la fa dormire, è difficile da distrarre. Marina e il suo amore, Marina e il suo carnefice. Marina che perde la testa, e sbanda. Manfred, il duro. Da bambino la madre ha abbandonato lui e i fratelli, fuggendo da una vita evidentemente per lei insopportabile. I tre figli hanno vissuto la ferita della perdita in modi divergenti. Il maggiore è un uomo di straordinario equilibrio e sensibilità, del quale la moglie afferma "Io i figli li ho fatti per Albert". E la possiamo capire. Manfred, invece, sente che l'amore gli sarà per sempre sottratto e negato. Manfred ha fatto scappare moglie e bambini. Manfred sa cosa ha in testa Marina, e la incalza. E a modo suo la salva, salva il rapporto incrinato tra lei e il suo bambino. Le rimette in braccio suo figlio. Ma, nel mettere alle strette Marina, nell'affrontare a viso aperto la sua ferita di bambino abbandonato, Manfred si innamora per la prima volta, e Marina di lui. Sullo sfondo, la Montagna. Una dimensione straordinaria del vivere. Un paradiso sempre perduto, sostanzialmente irraggiungibile. Ma Manfred e Marina raggiungeranno insieme la vetta, sebbene poi il ritorno a valle, alla vita ordinaria, sia inevitabilmente segnato dal rimpianto.

  • User Icon

    cristina

    21/05/2012 12:02:59

    Un bel film, molto ben recitato. Uno di quelli che dopo averlo visto, non sai forse perché, ma senti che ti ha fatto insieme male e bene. E che vorresti inevitabilmente far vedere a qualcuno, qualcuno di importante.

  • User Icon

    ALBERTO CONTI

    05/05/2012 12:28:37

    Condivido l'entusiasmo di Rosa. E' un film che fa amare il cinema. Uno film dove il paesaggio è protagonista, insieme agli uomini e donne che lo popolano, e pare quasi ne amplifichi ed esasperi sentimenti ed emozioni. Attori superlativi.

  • User Icon

    ROSELLI ROSA

    10/02/2012 10:44:28

    Quando la notte è uno dei film più belli del 2011, un vero gioiello che la Comencini ci ha regalato, un sogno ad occhi aperti, un viaggio tra le bellissime montagne italiane, il viaggio della vita. Una vera rivelazione per me, più efficace di una seduta psicanalitica, un film capace di risvegliare i sentimenti più profondi,riportandoli ad un più alto livello,consolidando i veri valori, Un grazie e un inchino ai nostri grandi registi Italiani:Crialese con Terraferma e E.Winspear con il Miracolo. Buona visione!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2012
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 108 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Francese; Inglese; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: dietro le quinte (making of)