Quartetti per archi - CD Audio di Claude Debussy,Maurice Ravel,Henri Dutilleux,Arcanto Quartett

Quartetti per archi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Harmonia Mundi
Data di pubblicazione: 20 settembre 2010
  • EAN: 0794881966929
Quartetti di Ravel e Debussy, unici esemplari per quartetto d’archi nella produzione dei loro autori, sono spesso abbinati in molte edizioni discografiche.
Quartetti di Ravel e Debussy, unici esemplari per quartetto d’archi nella produzione dei loro autori, sono spesso abbinati in molte edizioni discografiche. Il nuovo CD include anche Ainsi la nuit di Dutilleux, sette movimenti concatenati ciascuno con un titolo suggestivo e riferito a un certo clima spirituale. L’Arcanto Quarett è formato da elementi che hanno singolarmente discografia Harmonia Mundi.

Fondato nel 2004, l'Arcanto Quartett si è affermato ben presto come uno degli ensemble cameristici migliori del mondo, grazie al virtuosismo dei suoi componenti, a un suono d'insieme di meravigliosa bellezza e a un repertorio molto stimolante.
  • Claude Debussy Cover

    Propr. Achille-Claude Debussy. Compositore francese.L'itinerario artistico e le opere principali. Figlio di piccoli commercianti di porcellane, entrò al conservatorio di Parigi nel 1872, studiando il pianoforte con A.-F. Marmontel e la composizione con E. Giraud. Nel 1884 ottenne il Prix de Rome con la scena lirica L'enfant prodigue (Il figliuol prodigo). A Roma, dove soggiornò dal 1885 all'87, scrisse La demoiselle élue (La fanciulla eletta), su testo di D.G. Rossetti. Rientrato a Parigi, prese a frequentare il salotto di Mallarmé e altri ambienti artistici legati al simbolismo e all'impressionismo. S'interessò, nel frattempo, all'o­pera di Wagner (viaggi a Bayreuth nel 1888 e nel 1889), al Boris di Musorgskij, alle musiche giavanesi ascoltate all'Esposizione di Parigi nel 1889. La maturazione... Approfondisci
  • Maurice Ravel Cover

    Compositore francese. Gli esordi. Figlio di Pierre Joseph, ingegnere svizzero, e della spagnola Marie Delouart, nel 1882 iniziò a Parigi con Henri Ghys lo studio del pianoforte, che proseguì dal 1888 con Émile Decombes.?Nel 1887 affrontò l'armonia con Charles René; l'anno seguente fece la conoscenza di Ricardo Viñes (1875-1943), futuro interprete di molte sue opere per pianoforte, col quale strinse un'amicizia duratura.?Recatosi all'Esposizione universale (1889), ascoltò musiche orientali restandone affascinato.?In quello stesso anno entrò in conservatorio.?Con Viñes nel '91 passò ai corsi superiori e si iscrisse ad armonia.?Lasciò il conservatorio dal '95 al '98 per rientrarvi frequentando la classe di contrappunto e fuga (tenuta da Gédalge) e il corso di composizione affidato a Fauré, col... Approfondisci
  • Henri Dutilleux Cover

    Compositore francese. Vincitore di un Prix de Rome nel 1938, docente all'École normale de musique e dal 1970 al conservatorio di Parigi, ha composto, in un linguaggio alieno da radicalismi e caratterizzato da tecniche poliritmiche e politonali ispirate a Messiaen, il balletto Le loup (1953), 2 sinfonie (1950, 1959), Métaboles (1964), Tout un monde lointain... (1968-70) per violoncello e orchestra, musiche di scena. Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali