Quartetti per archi vol.3 - CD Audio di Franz Joseph Haydn,Pro Arte Quartet

Quartetti per archi vol.3

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Franz Joseph Haydn
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Cdo
Data di pubblicazione: 2 febbraio 2004
  • EAN: 0723724351226

€ 5,50

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Franz Joseph Haydn Cover

    Compositore austriaco.Le vicende biografiche. Iniziò lo studio della musica sotto la guida del cugino J.M. Franck; a sei anni conosceva già molti degli strumenti che si usavano in orchestra; a otto anni si trasferì a Vienna, essendo stato prescelto da G. Reutter quale ragazzo cantore per la cappella di S. Stefano. Qui proseguì gli studi di canto, di violino, di clavicembalo e di composizione, raggiungendo un tale grado di maestria che quando, giunto alla muta della voce, fu dimesso dal coro, era già in grado di affrontare la professione di musicista. Ogni tipo di attività musicale gli era congeniale: dava lezioni di clavicembalo, suonava il violino in orchestra, scriveva facili composizioni «alla moda», accompagnava strumentisti e cantanti. Proseguiva intanto gli studi di composizione, allievo,... Approfondisci
  • Pro Arte Quartet Cover

    Quartetto d'archi belga fondato nel 1912 da Alphonse Onnou (primo violino), con Laurent Halleux (secondo violino), Germain Prevost (viola) e Robert Maas (violoncello). Raggiunse l'apice del successo fra le due guerre, distinguendosi nell'interpretazione della musica moderna, in particolare con prime esecuzioni di opere di Bartók, Casella, Honegger, Martinu, Milhaud. Alla morte di Onnou (1940) gli altri componenti si trasferirono negli Stati Uniti, dove nel 1947 il complesso si è ricostituito presso l'università del Wisconsin, con Rudolf Kolisch come primo violino sino al 1967, poi sostituito da Norman Paulu. In questa seconda fase il quartetto si è distinto per le sensibili interpretazioni dei classici viennesi (soprattutto di Haydn). Approfondisci
Note legali