Quella sporca dozzina di Robert Aldrich - DVD

Quella sporca dozzina

The Dirty Dozen

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Dirty Dozen
Paese: Stati Uniti
Anno: 1967
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 29 liste dei desideri

€ 8,99

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 7,89 €)

Durante l'ultima guerra, una fortezza imprendibile è in mano ai nazisti. Un maggiore arruola un gruppo di condannati a morte e li sottopone ad estenuanti esercitazioni per prepararli all'attacco. Grazie a questa esperienza nel gruppo nasce uno speciale affiatamento che porta al successo della missione. Ma solo uno di loro riuscirà a salvarsi.
3,75
di 5
Totale 4
5
0
4
3
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    abelix

    12/05/2020 16:28:48

    Discreto film bellico, la durata è un po' eccessiva e la parte centrale risulta noiosa, purtroppo l'azione è relegata negli ultimi 30 minuti della pellicola.

  • User Icon

    *Sir Psycho Sexy*

    19/10/2008 13:04:50

    bello...classico film genere "missioni"...grande cast...

  • User Icon

    Josh

    15/05/2006 14:52:32

    Il film parla di una dozzina di squinternati che si trovano davanti a un bivio.Venire impiccati ,oppure unirsi ad un reparto militare guidato dal maggiore Reismann con lo scopo di distruggere un importante obiettivo militare in mano ai tedeschi.La missione riesce ma dei 12 sene salva uno solo.

  • User Icon

    maurizio

    18/02/2005 21:38:19

    Un classico nel suo genere. Rende molto bene il testo originale, partito da un'idea improbabile, quella di utilizzare un gruppo di galeotti e aspiranti disertori come un commando specializzato. Ottimo il cast. Discrete le scene d'azione anche se a tratti si perde in commedia.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Produzione: Warner Home Video, 2004
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 145 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Francese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese; Francese; Tedesco; Spagnolo; Arabo; Bulgaro; Rumeno; Olandese
  • Formato Schermo: 16:9
  • Area2
  • Contenuti: trailers; curiosità
  • Robert Aldrich Cover

    Regista statunitense. Negli anni '40 è assistente di numerosi registi (J. Renoir, C. Chaplin, L. Milestone, M. LeRoy, R. Fleischer, W. Wellman, J. Losey, F. Zinnemann) e nel 1951 diviene produttore delegato dei film di B. Lancaster, che dirige in L'ultimo apache (1954), western antirazzista in cui – come nell'ironico Vera Cruz (1954) e nel parodistico Un bacio e una pistola (1955) – risaltano le caratteristiche del suo stile: inquadrature nette, ritmo veloce, prevalenza dell'azione e volontà di superare i generi tradizionali. Tratti d'autore che vengono confermati in Il grande coltello (1955), tragico ritratto di un attore schiacciato dal mondo del cinema, e in Prima linea (1956), acuto pamphlet antimilitarista. Nello stesso anno vince l'Orso d'oro al Festival di Berlino con Foglie d'autunno.... Approfondisci
  • Lee Marvin Cover

    Attore statunitense. Combatte durante la seconda guerra mondiale nel corpo dei marine, dal quale acquisisce una risolutezza di modi e una grinta mascolina che diverranno il suo biglietto da visita per tutta la carriera. Esordisce con poco più di una comparsata in Il comandante Johnny (1951) di H. Hathaway e dopo altri due film in ruoli di fianco si fa notare per la brutale caratterizzazione del gangster sadico e sfregiatore di donne di Il grande caldo (1953) di F. Lang. La sua maschera dai freddi occhi a fessura, con un che di odioso e letale nell'espressione, lo rende perfetto per dar vita a tipici «pendagli da forca», assai efficaci nel netto scontro tra bene e male caro al cinema hollywoodiano classico. In Il selvaggio (1954) di L. Benedek è il più carogna dei teppisti motociclisti capitanati... Approfondisci
  • Ernest Borgnine Cover

    Nome d'arte di Ermes Effron Borgnino, attore statunitense. Figlio d'immigrati italiani, trascorre parte dell'infanzia a Milano, studia negli Stati Uniti, si arruola in marina nel 1935 e si congeda dopo dieci anni. Incoraggiato dalla madre a studiare recitazione, comincia dal teatro e si fa conoscere al cinema con il ruolo del sergente sadico in Da qui all'eternità di F. Zinnemann (1953). La parte del sensibile innamorato in Marty, vita di un timido (1955) di Delbert Mann gli fa vincere un Oscar, ma il suo volto caratterizza più spesso personaggi di contorno, malvagi o perdenti. Tra i molti film, interpreta Quella sporca dozzina (1967) di R. Aldrich, con tutti i seguiti, Il mucchio selvaggio (1969) e Convoy - Trincea d'asfalto (1978), entrambi di S. Peckinpah, 1997 - Fuga da New York (1981)... Approfondisci
  • Charles Bronson Cover

    Nome d'arte di C. Buchinsky, attore statunitense di origine lituana. In gioventù cambia diversi lavori (è stato anche minatore) prima di esordire in teatro e successivamente nel cinema. Attore dal volto segnato e dalla struttura fisica particolare (occhi azzurri e miti in netto contrasto con l'atteggiamento freddo e burbero), è ritenuto perfetto per le forti caratterizzazioni. Dopo l'esordio con Il comandante Johnny (1951) di H. Hathaway, gli viene cucito addosso il ruolo grintoso del giustiziere e del pistolero che propone con I magnifici sette (1960) di J. Sturges, Quella sporca dozzina (1967) di R. Aldrich, C'era una volta il West (1968) di S. Leone. Negli anni '70 e '80 il cliché del vendicatore viene esasperato in Il giustiziere della notte (1974, cui seguono altri quattro «episodi»)... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali