Quiet. Il potere degli introversi in un mondo che non sa smettere di parlare - Susan Cain - copertina

Quiet. Il potere degli introversi in un mondo che non sa smettere di parlare

Susan Cain

Scrivi una recensione
Traduttore: C. Prosperi
Editore: Bompiani
Collana: Overlook
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 17 ottobre 2012
Pagine: 424 p., Brossura
  • EAN: 9788845271496
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 14,45

€ 17,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto tornerà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il mondo è pieno di introversi: li vediamo, anche se non li sentiamo. A volte ci disturbano, con la loro reticenza. Altre volte ci affaticano, perché cedono sempre il passo a noi. Altre volte ancora li apprezziamo, perché sembrano innocui. Sono almeno un terzo delle persone che conosciamo: sono quelli che preferiscono ascoltare, invece che parlare; che preferiscono leggere invece cha fare vita sociale; quelli che creano e inventano, ma che non ostentano la loro opinione. A molti di loro dobbiamo alcuni dei più grandi progressi dell'umanità: dalla teoria della gravità, all'invenzione del computer, da Harry Potter a Google. Ma come trovano spazio gli introversi in una società che sembra premiare solo le personalità estroverse, competitive ed egocentriche? Raccontando anni di esperienza come consulente e il suo passaggio da una timidezza riluttante a una timidezza orgogliosa, Susan Cain accende un riflettore sugli introversi che sono fra di noi, spiegandone la forza e il ruolo nella nostra società.
4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Michela

    29/12/2013 19:34:30

    Un libro da leggere assolutamente da chi, come me, si sente introverso e riflessivo. Terminati i capitoli ti lascia un senso positivo di questa caratteristica che sembra appartenere a pochi, ma che in realtà si nasconde tra i finti estroversi. Il saggio è scritto bene, non annoia mai e le informazioni sono tutte documentate.

  • User Icon

    Carla

    02/12/2012 00:32:57

    Ho letto questo bellissimo saggio (persino divertente) in inglese poco dopo l'uscita in America, e mi è piaciuto molto. Non capisco però perché nella traduzione italiana si continui a fare riferimento ai "timidi", quando nel libro c'è un'intera sezione che spiega proprio come gli introversi non debbano essere confusi con i timidi. Misteri dell'editoria nostrana. Comunque, consigliato vivamente.

Note legali