Categorie

Oriana Fallaci

Editore: Rizzoli
Collana: Saggi italiani
Anno edizione: 2015
  • EAN: 9788817087551

27° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Religione e spiritualità - Argomenti d'interesse generale - Problemi e controversie religiose

Disponibile anche in altri formati oppure usato:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    sonia

    30/12/2016 12.57.19

    Quando sono cadute le Torri io ero negli Usa e ancora oggi dopo tanto tempo quando vedo quelle foto non riesco a trattenete le lacrime per cui posso capire quello che ha provato la Fallaci in quei terribili momenti, quando le perone si gettavano dalle torri volando come uccelli e come deve essersi sentita ferita da tanta crudeltà. Nel suo libro esprime tutta la rabbia di quello che ha visto e ora dopo tanti anni troviamo tanta saggezza nei suoi articoli e lungimiranza, con i fatti che succedono oggi nelle nostre terra, che quella volta non siamo riusciti a cogliere o non abbiamo voluto per altre ragioni.......

  • User Icon

    Cristina

    04/03/2016 19.26.09

    Da premettere che ho sempre ammirato molto Oriana, soprattutto per la sua franchezza e forza. Nonché per la lotta femminista che ha perseguito attraverso il suo pensiero e i suoi scritti. Capisco che la rabbia e l'orgoglio è un libro dettato appunto dalla rabbia che tutti abbiamo provato dopo il tragico 11 settembre in cui sono state abbattute le 2 torri americane. Inoltre ammiro l'orgoglio patriottico della scrittrice e capisco il suo punto di vista. Oggi va tanto di moda citarla dicendo che sul terrorismo aveva ragione, ed è indubbio che noi tutti ci riconosciamo nella cultura occidentale. Tuttavia quella di questo libro non mi pare un'analisi molto lucida e soprattutto è piuttosto unilaterale. Incapace cioè di guardare i due, anzi i molteplici aspetti, del fenomeno. Mi sembra stupido confrontare la cultura occidentale con quella orientale asserendo che la nostra sia migliore. Semplicemente sono due culture diverse, magari la nostra sarà più ricca ma non bisogna dimenticare che finché stato e chiesa erano un'unica cosa anche da noi il progresso languiva... Inoltre penso che se molta parte del terrorismo dipende dalla cosiddetta guerra santa, credo che non bisogna sottovalutare la responsabilità americana che con la sua forsennata corsa al petrolio e la sua supremazia militare interviene nei territori dall'Oriente. Per finire trovo eccessivamente apocalittica la visione secondo la quale se facciamo entrare il nemico esso ci dominerà. Come può una cultura così inferiore ("i figli di halla") dominare una cultura così superiore e piena di risorse come la nostra?

  • User Icon

    s

    25/02/2016 15.43.43

    Con questo libro Oriana ha dimostrato di essere un Nostradamus. STUPENDO!

  • User Icon

    And the Oscar goes to ....

    18/02/2016 16.06.56

    Cosa si prova a leggere questo libro? Rabbia e orgoglio.

  • User Icon

    Freedom

    18/11/2015 09.32.59

    Una pietra miliare della lotta contro l'oscurantismo, contro il menefreghismo dei politici occidentali, contro l'attacco ai nostri valori!! Tutti lo hanno capito, ma l'ipocrita maggioranza ha fatto finta di aver a che fare con una persona esagerata nelle sue affermazioni. Oggi ne paghiamo le conseguenze. E ancora ci tappiamo gli occhi!

  • User Icon

    Elisa

    26/08/2015 09.44.53

    Andrò contro corrente, ma l'ho trovato piuttosto noioso. Forse non l'ho "preso nel modo giusto", forse mi aspettavo qualcosa di diverso, forse dovrei rileggerlo con uno spirito diverso. Mha...

  • User Icon

    danilobasile

    19/08/2015 20.10.24

    Un grido d'accusa molto potente e terribilmente circostanziato. Una predica forte per far scuotere le coscienze e cercare di far aprire gli occhi agli occidentali diventati troppo miopi, ipocriti, deboli, sornioni, sazi, smidollati. Un testo crudo e diretto per cercare di suscitare un rigurgito di orgoglio e al tempo stesso una lettera d'amore per la nostra patria troppo spesso vilipesa e ignorata.

  • User Icon

    Gianluca

    05/07/2015 13.34.42

    Inizialmente non ero propenso a terminare la lettura. Il libro di per sé è fluente e non troppo complesso. Non ho apprezzato i troppi termini volgari con cui Oriana enfatizza le sue argomentazioni e talvolta, a parer mio, esagera nelle critiche contro l'islam. Tuttavia a conti fatti è un "sermone" come lo definisce lei, molto bello, che risveglia le coscienze sopite degli italiani e ricorda loro di quanto s'è combattuto in difesa della patria e della nazione italiana. Consiglio la lettura!

  • User Icon

    Oriana

    18/01/2015 21.16.30

    Nella sua città ancora non sono riusciti a intitolare nemmeno una piazzetta a questa coraggiosissima donna. Grande giornalista. Donna superba che molti non riescono ad apprezzare per pura cocciutaggine ideologica. Un libro che molti vorrebbero non esistesse, ma per fortuna, ancora, viene edito. Obbligo di lettura.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione