Racconti di pace in Oceania. La vicenda dei sette martiri anglicani della Melanesian Brotherhood

Monica Attias

Anno edizione: 2012
In commercio dal: 1 luglio 2012
Pagine: 216 p.
  • EAN: 9788840190129
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Verso la fine degli anni Novanta a Guadalcanal, nelle Isole Salomone a nord-est dell'Australia, esplode una guerra civile tra autoctoni e coloni originari della vicina isola di Malaita. Nel corso del conflitto, molte comunità religiose, anglicane e cattoliche, aprono le loro case per soccorrere la popolazione e le Chiese mobilitano la società civile per far convergere le parti attorno al tavolo della pace. Sette membri della Melanesian Brotherhood, fraternità anglicana impegnata nel disarmo, vengono uccisi nel corso di un tentativo di aprire il dialogo con un leader della guerriglia. Attraverso documenti e interviste, l'autrice ricostruisce la continuità spirituale che lega questi martiri contemporanei a quelli dell'epoca dell'evangelizzazione delle Isole Salomone. "Il martirio di sette di questi fratelli per mano del capo di una feroce milizia ha scioccato l'intera popolazione delle isole e ha avuto un ruolo importante nell'accelerare l'avvento di una soluzione pacifica (?). Alcune loro memorie, oggetti religiosi a loro appartenuti, sono preziosamente custodite nella chiesa di San Bartolomeo a Roma dalla Comunità di Sant'Egidio, la cui visione e testimonianza evocano, con molte somiglianze, l'impegno appassionato della Fraternità". (Dalla prefazione dell'Arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams).

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giovanni Caprile

    03/04/2015 00:12:12

    Racconti di pace in Oceania. La vicenda dei sette martiri anglicani della Melanesian Brotherhood traccia una anche carrellata sulla presenza anglicana appunto in Oceania. Cosi' per esempio in Australia se i membri della Chiesa anglicana non superano il 40% della popolazione; invece nella Nuova Zelanda, pur aggirandosi intorno al 50% si lamenta un grande abbandono della pratica religiosa. Come dire, tanti martiri e martirii morti per la fede ed in nome della fede e pochi risultati raggiunti. Tranne alcune eccezioni. Un buon testo valido sia per gli amanti dell'Oceania che per gli storici questo scritto da Monica Attias, che vale davvero la pena di leggere e che per questo personalmente vivamente Vi consiglio!

Scrivi una recensione