Categorie

Karin Fossum

Traduttore: P. M. Marocco
Collana: Pandora
Anno edizione: 2011
Pagine: 303 p. , Rilegato
  • EAN: 9788820049812

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    MCF

    16/01/2012 16.10.42

    L'autrice nordica è bravissima nel creare un clima di suspence e nel tratteggiare i personaggi con indulgenza e simpatia; ci coinvolge immediatamente raccontandoci di una bimba simpatica e molto piccola che segue un uomo down nella sua casa; poi di una ragazza bella, intelligente e sportiva che viene ritrovata sulla riva del lago senza vita. Sullo sfondo, c'è la famiglia della vittima dove una madre molto autoritaria si contrappone a un padre di buon carattere e a una sorella superficiale e passiva; non manca il vicino originale e innamorato della ragazza uccisa. C'è il commissario che vive solo con un cane che adora; soffre di malesseri, ma non si sottopone a una visita perchè ha paura della diagnosi. Riuscirà infine, grazie a un piccolo indizio cui si accenna fin dall'inizio, a individuare l'assassino e il motivo delo delitto. L'unica imperfezione è che la parte finale è troppo breve rispetto al resto della narrazione. L'ho apprezzato molto anche se avevo già visto il film con Tony Servillo.

  • User Icon

    SILVIA LORENZET

    31/05/2011 11.33.09

    Ben scritto, scorrevole, bella analisi della personalità dei personaggi.Dopo la metà del libro la trama si affievolisce e diventa meno avvincente, comunque da leggere!

  • User Icon

    dani70

    14/05/2011 11.46.05

    "La ragazza del lago", in realtà, avrebbe dovuto intitolarsi "La ragazza dello stagno", perchè è sulla riva di uno stagno melmoso che viene ritrovato il suo corpo, e non sulle sponde di un fiabesco laghetto. A parte questo dettaglio, il romanzo si legge bene, è intrigante e fino alle ultime pagine non si sospetta chi possa essere l'assassino. In certi punti, però, è troppo angosciante e, secondo me, l'autrice si sofferma un po' troppo su alcuni particolari che non c'entrano poi molto con la storia.

  • User Icon

    Luca Reale

    17/03/2011 20.21.26

    Classico giallo scandinavo, ottima introspezione psicologica dei personaggi, ambientazioni grigio/azzurre. Peccato che il colpevole si intuisce a metà lettura.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione