Categorie

Haruki Murakami

Traduttore: G. Amitrano
Editore: Einaudi
Collana: I coralli
Anno edizione: 2001
Pagine: 236 p.
  • EAN: 9788806158194

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    leon

    26/10/2015 22.59.03

    Per fortuna che esiste Murakami! La piu' bella storia d'amaore "murakamiana".....si fa sempre fatica a commentare i suoi libri! Non viene nulla da dire, ma solo invitare "qualcuno" a leggerlo! Si, perche' Murakami (per fortuna) non e' per tutti.

  • User Icon

    Simona

    30/11/2014 11.23.34

    Libro meraviglioso, all'altezza delle aspettative. Libro di quelli che lasciano un vuoto da riempire ma che non potrà mai essere colmato, un equilibrio impossibile da riprendere, delle domande che non avranno mai risposta. Libro che in realtà ha il pregio di rendere consapevoli. Autore che amo.

  • User Icon

    Paola CEllario

    01/07/2014 18.26.18

    libro discreto anche se in alcuni punti troppo volgare e noioso, meno bello degli altri dell'autore.

  • User Icon

    pichetta

    16/01/2013 17.48.22

    Murakami alterna in questo romanzo più tecniche narrative,prima persona,terza persona e monologo interiore con grande efficacia, la storia è semplice ma incantevole come i personaggi che non vorresti mai abbandonare.Splendido epilogo,mi ha lasciato un vuoto dentro. Da leggere.

  • User Icon

    elda

    09/06/2011 11.00.40

    La tecnica narrativa è raffinata, la scrittura lineare e sempre impeccabile, ma la storia non mi ha del tutto convinto. Niente a che vedere con l'imperdibile "Norwegian wood"!

  • User Icon

    La Recherche

    20/01/2009 01.02.37

    Un uomo e una donna, Sumire, si completano perfettamente sul piano spirituale, ma la ragazza non ha attrazione sessuale per lui, che invece vorrebbe avere con lei una relazione normale, che sente, potrebbe essere bellissima. Improvvisamente la ragazza si innamora di una donna più adulta di lei, Myū, che la fa entrare nel suo mondo[...] Poi, di colpo, la ragazza sparisce, il mondo del reale, sembra capovolgersi, non si capisce da quale lato dello specchio ci si trovi, ciò che era reale sembra scolorare nell’irrealtà. La storia è narrata dall’uomo che, come spesso accade nei libri di Murakami, non ha nome, ed è molto semplice in molte delle sue parti, non vi è un frenetico susseguirsi di avvenimenti, ma, più che altro, l’autore ci dà i colori, il gusto di quanto accade attraverso bellissime metafore e descrizioni assai efficaci. [...] Il romanzo inizia in modo assolutamente realista ma poi, pian piano, comincia a scivolare verso una zona grigia fra realtà e sogno, affascinando il lettore. A tratti si ha l’impressione di una sorta di coloritura autobiografica del racconto, in cui Murakami si rispecchia nella ragazza [...] Il romanzo si può anche leggere in trasparenza sovrapponendolo al “paese delle meraviglie” con cui ha numerose analogie, soprattutto sul tema del viaggio, dello spostarsi, fisicamente, ma all’interno di noi stessi, ma da cui è stata concussa la parte della “fine del mondo”, forse Sumire non ha fatto in tempo a crearla nella sua mente per poi andarci, o forse è tutto il contrario, per Sumire la vita reale era “La fine del mondo” ed è semplicemente tornata nel suo paese delle meraviglie. Anche in un libro apparentemente semplice come questo, Murakami riesce a spargere una sorta di polvere magica che non si nota, ma in certe notti alcuni particolari brillano d’una luce peculiare che lascia presagire che vi sia molto di più, non distante, sotto i nostri occhi, ma che non riusciamo ad afferrare, per il momento…

  • User Icon

    Antonio Ciccarelli

    31/12/2007 21.40.23

    Libro bellissimo...mi ha colpito molto in alcune frasi che condivido...come il condetto di solitudine e malinconia che pervade la lettura. "Perchè dobbiamo restare soli fino a questo punto?Che bisogno c'è?Con tutte le persone che vivono su questo pianeta, e se ognuno di noi cerca qualcosa nell'altro, perchè alla fine dobbiamo essere così soli?A che scopo?Forse il pianeta continua a ruotare nutrendosi delle soulitudine delle persone?"

  • User Icon

    marco d

    15/05/2007 13.31.47

    cosa ci guida in un luogo? cosa siamo disposti a seguire? le storie di murakami ci trascinano sempre sull'onda di una scrittura contemporanea mai stancante o barocca. magnetico

  • User Icon

    Fabio Rossi

    24/05/2006 12.49.08

    Una delicata storia d'amore saffico descritta in modo magistrale e coinvolgente. L'autore pone in evidenza costantemente l'inquietudine esistenziale che pervade le protagoniste del libro. Veramente consigliato.

  • User Icon

    Matteu

    01/09/2004 17.09.49

    libro mooolto carino! originale la trama, con quel pizzico di "struggevolezza" e romanticismo tipici del modo di sentire orientale, si confonde un po' verso la fine, tra realtà e sogno, ma lo consiglio..

  • User Icon

    Sandra

    22/05/2003 15.29.40

    Bello bello bello! grandi emozioni, una storia originale e la bellissima sospensione tra realtà e immaginazione che Murakami sa trasmettere

  • User Icon

    Claudia Saia

    07/11/2002 02.13.39

    Una storia d'amore semplicemente eccezionale, avvolta da un velo di magia che ti lascia sognare ad occhi aperti.

  • User Icon

    Barbara

    07/03/2002 12.26.42

    Dalla prima all'ultima pagina un crescendo di emozioni rende la lettura di questo libro quasi un'esperienza mistica. Geniale il finale che conferma la bravura ed il talento di questo autore giapponese. Da leggere anche camminando per strada con le macchine che ti sfrecciano accanto...

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione