Le ragazze di Pompei

Carmen Covito

Editore: Barbera
Collana: Centocinquanta
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 2 febbraio 2012
Pagine: 144 p., Brossura
  • EAN: 9788878995093
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 6,50

€ 13,00

Risparmi € 6,50 (50%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 5,72 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Miro

    08/08/2012 13:23:47

    Deliziosamente evocativo. Nessun particolare, storico e archeologico, fuori posto. Arguto e malinconico.

  • User Icon

    Iannozzi Giuseppe

    29/02/2012 14:12:42

    Carmen Covito, con Le ragazze di Pompei, consegna a noi lettori dappoco un romanzo superlativo, una storia destinata a essere sicuro oggetto di discussione per i posteri: siamo di fronte a un lavoro di cesello, Letteratura che, oggi come oggi, solo in pochi sanno creare. Stile invidiabile quello di Carmen Covito, per certi versi più raffinato e rappresentativo del miglior Aldo Busi. Le ragazze di Pompei, per il suo realismo descrittivo, è opera che merita a pieno titolo di stare almeno almeno accanto al Satyricon di Petronio.

  • User Icon

    Jacopo Varazze

    22/02/2012 22:39:47

    Questo si che è il romanzo di una persona che sa scrivere e rende piacevole la lettura...Covito oggi è la scrittrice più snob, divertente e colta d'Italia.Altroché Littizzetto. Bravi quelli che l'han scovata di nuovo. Era sparita ma è tornata piena di cose da dire.Il più bel libro di Febbraio 2012!

  • User Icon

    Debora

    21/02/2012 19:00:15

    Delizioso. Peccato che duri poco, avrei continuato a leggerlo con piacere per altrettante pagine.

  • User Icon

    Smi

    17/02/2012 12:26:13

    Ironico, divertente, sottile.. Ben tornata Carmen!!

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione