Categorie

Neil Gaiman

Traduttore: K. Bagnoli
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: 356 p. , Brossura
  • EAN: 9788804567967

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Materlab

    28/08/2013 15.37.20

    Per chi conosce Neil Gaiman, e soprattutto per chi ha avuto la fortuna di leggere American Gods, questo romanzo non può che risultare una delusione: fiacco humor stile british, situazioni sostanzialmente scontate, atmosfere forzatamente a metà tra il pittoresco dickensiano e il dark fantasy... risultato: una storia che non rende onore al genio di Gaiman. Da leggere solo se si è veramente appassionati dell'autore.

  • User Icon

    maurizio .mau. codogno

    03/03/2013 15.58.43

    Gaiman ha un problema, quando scrive i suoi libri fantasy. Per le prime 150 pagine o giù di lì il protagonista è sfigato oltre che imbranato, e gliene capitano di tutti i colori. Anche in questo libro la situazione è la stessa, e la cosa inizia a scocciarmi un po'. Poi Gaiman scrive sempre bene, tradotto scorrevolmente da Katia Bagnoli (che però avrebbe potuto verificare cos'è una novelty song, e ricordarsi che un weasel è una donnola solo letteralmente, e nonostante le pagine finali del libro parlare di "faina" sarebbe stato meglio) e uno si diverte a vedere come le storie dell'inizio del mondo vengono declinate nel ventunesimo secolo, con il povero Charlie "Ciccio" Nancy che sembra tanto l'equivalente del bozzettiano Minivip: il figlio del dio Anansi che però non ha preso nulla della sua divinità, a differenza del fratello Ragno. (Ma è proprio un fratello? lo si vedrà alla fine del libro) Come sempre, i vari personaggi sono da un lato completamente improbabili, e dall'altro ci si aspetterebbe di vederli passare per strada, magari facendoci cambiare strada per evitarli.

  • User Icon

    Cody Edwards

    20/11/2011 11.14.56

    Neil Gaiman: un nome, una garanzia. Davvero ben riuscito il passaggio dai toni fantasy a quelli della commedia, spaziando anche attraverso il thriller. Charlie Nancy si è appena confermanto un posto d'onore fra i miei protagonisti preferiti.

  • User Icon

    Loris

    26/09/2011 14.03.56

    3,5 arrotondato a 4 in omaggio alla consueta abilita' affabulatoria di Gaiman. Si parla sempre di uomini e dei, come in 'American Gods' (romanzo a mio parere migliore), ma qui il registro drammatico cede il passo alla commedia. I fili della ragnatela narrativa non sempre si legano alla perfezione e alcuni personaggi non convincono del tutto. La 'tela' pero' nel complesso funziona e cattura il lettore, facendolo passare con naturalezza attrarverso mondi reali e onirici. Se Anansi e' il signore di tutte le storie, Gaiman ne e' un degno discepolo.

  • User Icon

    Michele

    02/12/2008 01.15.34

    356 pagine che scorrono ad una velocità emozionante!

  • User Icon

    Alicina

    11/11/2007 12.17.52

    Spettacolo

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione