Recte sapere. Studi in onore di Giuseppe Dalla Torre

Editore: Giappichelli
Anno edizione: 2014
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 3 voll., 1872 p., Rilegato
  • EAN: 9788834848456
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 204,25

€ 215,00

Risparmi € 10,75 (5%)

Venduto e spedito da IBS

204 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello
Ringraziamenti. – Percorso accademico. – Profilo scientifico. – Pubblicazioni. – DIRITTO CANONICO. – L’Amministrazione apostolica personale San Giovanni Maria Vianney (J.I. Arrieta). – Servizio alla persona e tecnica giudiziale nel diritto canonico (M.J. Arroba Conde). – Le radici conciliari delle prelature personali (E. Baura). – Peregrinazioni intorno al diritto ecclesiale (R. Bertolino). – La Chiesa e la cultura (T. Bertone). – «Societas delinquere potest». La responsabilità penale degli enti in diritto canonico (A. Bettetini). – Considerazioni sul pensiero politico dell’Alighieri. Spunti di indagine in tema di laicità e di impegno politico dei cristiani (D. Bianchini Jesurum). – Casi controversi di martirio nel diritto canonico (G. Boni). – La valutazione giudiziaria delle dichiarazioni di parte (P.A. Bonnet). – Error iuris quale capo di nullità di matrimonio (R. Leo Burke). – Il diritto metropolitico di spoglio sui vescovi suffraganei. Contributo alla storia del diritto canonico nell’Italia meridionale (M. Carnì). – Appunti sull’evoluzione normativa del diritto penale canonico nell’ultimo decennio (D. Cito). – L’ontologia del diritto in alcuni scritti di Benedetto XVI (F. Coccopalmerio). – Profili etici e giuridici del trattamento dell’infertilità di coppia (R. Coppola). – Primi interventi di Papa Francesco per una riforma degli organismi economico-finanziari della Curia romana: spunti di riflessione (M. Cozzolino). – L’esercizio del potere nella Chiesa cattolica: la potestà di governo e il dovere di servizio (G. Dammacco). – Fede e matrimonio. Riflessioni sul tema a partire dall’allocuzione del Papa Benedetto XVI alla Rota Romana del 26 gennaio 2013 (V. De Paolis). – La sacra liturgia, specie i sacramenti, quale bene giuridico ecclesiale (C.J. Errázuriz M. ). – Il primo discorso di Papa Francesco alla Rota Romana alla luce del magistero espresso dai suoi predecessori nelle allocuzioni al Tribunale Apostolico (F. Falchi). – Ecclesiologia e canonistica nel post-Concilio (C. Fantappiè). – Le proposte del Cardinale Pietro Gasparri nella Plenaria del 18 giugno 1925 per un regolamento delle conferenze episcopali (G. Feliciani). – Novus habitus mentis: the Popes and the authentic collections of canon law in the thirteenth century (B.E. Ferme). – Consideraciones sobre la disolución del vínculo conyugal (J. Fornés). – Il Concilio Vaticano II e il matrimonio canonico: capacità e consenso nella convergenza tra pastorale e diritto (O. Fumagalli Carulli). – Fede e matrimonio-sacramento (G. Girotti). – Carità intellettuale specialmente dell’Università Cattolica (Z. Grocholewski). – Il diritto alla tutela giudiziale e i ricorsi avverso la reiezione del libello di domanda. A proposito dell’art. 51 delle Norme della Rota Romana (J. Llobel). – Pio X e il processo di codificazione delle norme sui parroci. L’esperienza del pastore e le scelte del legislatore (C. Minelli). – Principi di organizzazione del governo patrimoniale delle entità ecclesiastiche (J. Miñambres). – La sfida educativa nel Mediterraneo, crocevia di popoli, culture, fedi (D. Mogavero). – Il rafforzamento della Rota Romana (P. Moneta). – «Claudatur cum indicatione loci» (can. 1612, § 4). Il luogo della decisione giudiziale canonica tra realtà, formalità e motivo di nullità (G. Montini). – Riflessioni e ipotesi sulle prospettive evolutive in tema di nullità e scioglimento dei matrimoni canonici (L. Musselli). – Álvaro del Portillo e la normativa sulle associazioni di fedeli (L. Navarro). – El dinamismo apostolico personal del fiel cristiano (R. Navarro-Valls). – Gli interventi pontifici sui territori insulari nel medio evo (A.M.N. Punzi). – L’impegno dei cristiani nella vita politica e civile «come stranieri e pellegrini, come uomini liberi, come servitori di Dio» (A. Nicora). – Il principio di sana collaborazione tra Chiesa e Comunità politica a cinquant’anni dal Concilio Vaticano II (F. Ricciardi Celsi). – Organismi di partecipazione ecclesiale: un’occasione mancata? (M. Rivella). – I ministeri laicali nella Chiesa latina (L. Sabbarese). – Caritate in vigilando: prime osservazioni sul motu proprio Intima Ecclesiae Natura (E.G. Saraceni). – Sulle frontiere della vita (E. Sgreccia). – L’operosa convergenza per il bene comune nei discorsi di Giorgio Napolitano, Benedetto XVI e Francesco (A.P. Tavani). – L’organizzazione della Chiesa cattolica in Europa e la politica europea di Giovanni Paolo II (P. Valdrini). – L’amore “affidabile”: natura, cultura e grazia nell’indissolubilità del matrimonio (I. Zuanazzi). – DIRITTO ECCLESIASTICO. – I matrimoni interconfessionali (A. Albisetti). – Il primato della coscienza e l’identità del giurista cattolico (S. Amato). – I rapporti tra lo Stato e la Chiesa cattolica negli interventi dei deputati democristiani all’Assemblea costituente (R. Astorri). – Chiesa cattolica romana e vicenda politica d’Italia (P. Bellini). – Spazio pubblico e coscienza individuale: l’espansione del penalmente rilevante nel diritto canonico e nel diritto ecclesiastico (S. Berlingò). – Regioni (e circoscrizioni) ecclesiastiche nell’Italia unita (F. Bonini). – Laicità e Conciliazione dopo la Grande Guerra: spunti di riflessione (S. Bordonali). – Il modello italiano di insegnamento della religione: tra evoluzione e questioni aperte (E. Camassa). – L’assistenza spirituale alle Forze armate tra novità formali e vecchi privilegi (M. Canonico). – Metamorfosi dei diritti umani. Dal nuovo Sinai di Hannah Arendt alla nuova torre di Babele (C. Cardia). – Curia Romana, enti canonici operanti nello Stato della Città del Vaticano o negli immobili “immuni”, enti vaticani. Incerti confini e rapporti con il Giudice dello Stato italiano (S. Carmignani Caridi). – Il principio di laicità nel pensiero di Giuseppe Dalla Torre e la sua recente evoluzione nell’esperienza francese (P. Cavana). – Libertà religiosa e processo penale nella giurisprudenza della Corte europea dei diritti umani (M. Chiavario). – Diritto, religione e secolarizzazione (F. D’Agostino). – La cristiandad y la monarquía hispánica (A. de la Hera). – Osservazioni sulle Proposte di legge n. 2422 e n. 2769 del 2009 presentate alla Camera dei Deputati in materia di burqa e niqab (S. Domianello). – Le religioni nella sfera pubblica. Modelli e dinamiche europee (S. Ferrari). – Associazioni ed enti nell’agire solidale. Le risposte del diritto canonico e del diritto ecclesiastico (P. Floris). – La legislazione vaticana in materia finanziaria: un banco di prova dell’art. 17 TUE e dei principi di collaborazione e cooperazione tra Chiese Stato e Unione (M.C. Folliero). – Il diritto ecclesiastico svizzero: un cantiere aperto nei termini e nei contenuti (L. Gerosa). – Giurisdizione ecclesiastica matrimoniale: tra diritto positivo e diritto vivente (E. Giacobbe). – Brevi notazioni sulla nullità di matrimoni concordatari dichiarata da Tribunali ecclesiastici ubicati al di fuori del territorio italiano (E. Giarnieri). – I principi costituzionali nell’insegnamento di Giuseppe Dalla Torre (P. Lillo). – La Conferenza Episcopale Italiana ed il delictum gravius contra mores: salvaguardia dell’indipendenza della comunità ecclesiale e leale collaborazione con la comunità politica (P. Lo Iacono). – L’Unione Europea e le Chiese: l’art. 17 TFUE, nella prospettiva del principio di attribuzione, del rispetto delle identità nazionali e della libertà religiosa (M. Lugato). – Arturo Carlo Jemolo e l’Ebraismo. Brevi note ricostruttive (M. Madonna). – La condizione e il contributo delle Chiese nell’Unione europea (V. Marano). – Simboli religiosi nella realtà giuridica spagnola (J.T. Martín de Agar). – Le relazioni tra Chiesa e Stato in Austria durante il XIX secolo. La “Instructio” austriaca del 1856 (M. Martinelli). – Considerazioni giuridico-ecclesiologiche in merito alle minoranze cristiane in area arabo-islamica (R. Mazzola). – Diritti della personalità e segni identificativi delle persone (fisiche e giuridiche). Note a margine del d.p.c.m. 28 gennaio 2011 (M. Miele). – Il contributo di Giuseppe Dalla Torre al dibattito bioetico e biogiuridico (L. Palazzani). – Preamboli costituzionali e fattore religioso. Il caso irlandese (A. Rinella). – Réflexions juridiques autour de la notion d’objection de conscience institutionnelle (J-P. Schouppe). – La vicenda risorgimentale tra politica e foro interno: la coscienza del re e il tormento di un papa re (A. Talamanca). – Laicità e laicismo: origini storiche e ragioni attuali di una dicotomia (V. Turchi). – Questione cattolica e questione romana agli esordi del Partito Popolare italiano (G.B. Varnier). – L’eredità di Villa Madama: un decalogo (M. Ventura). – In tema di delibazione e solidarietà familiare (E. Vitali). – La dissoluzione della distinzione tra pubblico e privato e la difficile sopravvivenza del sacro (A. Zanotti). – MISCELLANEA. – Homines in ventre (M.P. Baccari Vari). – La gerarchia delle fonti nell’Unione europea: un riesame (R. Baratta). – Immedesimazione giuridica dei valori etici (alla ricerca di un diritto più giusto) (C. Bianca). – Alla base dei diritti: doveri e responsabilità (P. Biavati). – Giuseppe Dalla Torre e l’Osservatore Romano (A. Blasi). – Sulla crisi della distinzione tra pena e sanzioni extra-penali (I. Caraccioli). – La nozione giuridica di agricoltura (incisivi mutamenti e nuovi problemi) (E. Casadei). – La persistente sovranità (G. de Vergottini). – La dimensione collettiva della tutela contro le discriminazioni secondo il diritto dell’Unione europea (C. Favilli). – Responsabilità “da reato” ex d.lgs. n. 231/2001 ed enti ecclesiastici: limiti di applicazione (D. Fondaroli). – Il nuovo art. 337-sexies c.c.: appunti e spunti (G. Frezza). – Declinazioni ed evoluzioni dello stato amministrativo (V. Gasparini Casari). – Caritas e valori giuridici: spunti per una riflessione (G. Giacobbe). – Il canale della Manica non è poi così largo: sovereignty of Parliament e rule of law tra esperienza britannica e dimensione europea (E. Gianfrancesco). – L’«Archivio Giuridico» di Giuseppe Dalla Torre e il diritto romano (L. Labruna). – La scuola per la Costituzione e la Costituzione per la scuola: qualche riflessione sulla formazione degli insegnanti (G. Laneve). – Unica libertà, positiva e negativa: valore relazionale nella Costituzione italiana (A. Loiodice). – La de-naturalizzazione del diritto nel positivismo (F. Macioce). – La terapia staminale: problemi e limiti giuridici (F. Mantovani). – La cooperazione giudiziaria europea e il principio fondamentale di tutela della dignità umana (P. Mengozzi). – Le condizioni generali del contratto di trasporto ferroviario di persone e bagagli (F. Morandi). – Note sul principio di ordine pubblico nell’attuale ordinamento italiano (P. Papanti-Pelletier). – Anche i giuristi vanno in Paradiso: Sant’Alfonso Maria de’ Liguori e le regole morali della professione forense (B. Perrone). – Bonaventura da Bagnoregio: la storia come cammino di salvezza e di espiazione (R. Pezzimenti). – Sciopero e lavoro, oggi (I. Piccinini). – Dalla crisi del monopolio statale della giurisdizione al superamento dell’alternativa contrattualità-giurisdizionalità dell’arbitrato (C. Punzi). – La dottrina del doppio effetto degli atti umani e la legittima difesa (M. Ronco). – “Tempo scaduto” per la chiusura del fallimento (I. Scalera). – Stato unico di filiazione e diritto ereditario (M. Sesta). – Il peso del diritto penale nel “fardello temporale” (F. Sgubbi). – La religione in carcere: la libertà dietro le sbarre (P. Spagnolo). – Funzione nomofilattica e giurisdizione minorile nelle pronunce della Corte costituzionale (P. Stanzione). – Brevi note sul consenso informato (A. Tarantino). – Dalla teologia politica alla teologia della politica: le implicazioni costituzionali (V. Tondi della Mura). – Dignità umana e diritti fondamentali all’epoca della ricerca genetica (L. Violini). – La funzione “equitativa” del risarcimento del danno non patrimoniale e la prova del pregiudizio: un binomio inscindibile (P. Virgadamo).