Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Red girls. La leggenda della famiglia Akakuchiba - Anna Specchio,Kazuki Sakuraba - ebook

Red girls. La leggenda della famiglia Akakuchiba

Kazuki Sakuraba

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Anna Specchio
Editore: E/O
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 4,58 MB
Pagine della versione a stampa: 467 p.
  • EAN: 9788833571584
Salvato in 23 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

spinner

Scaricabile subito

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Una saga familiare, tre generazioni di donne giapponesi, una storia straordinaria e misteriosa, intrisa di realismo magico.

Manyo, un’orfana nata con l’abilità di profetizzare come una novella Cassandra, viene adottata dalla ricca e potente famiglia Akakuchiba e ne sposa in seguito l’erede. Nel corso della sua vita non rivela mai le sue predizioni sul futuro, inclusa quella della prematura morte del suo primo figlio. La figlia di Manyo, Kemari, trascorre la sua giovinezza ribelle insieme a una gang di motociclisti, sempre in sella, per poi diventare una popolare artista comica amata da tutto il Giappone. La nipote, Toko, è la narratrice della storia: un’autoproclamatasi “inutile” giovane donna, che si impegna a risolvere il mistero delle ultime parole pronunciate da Manyo in punto di morte: “Sono un’assassina”. Ambientato nel periodo di drastici cambiamenti che ha coinvolto il Giappone negli ultimi cinquant’anni, dal dopoguerra alla Guerra Fredda, durante la fase della bolla economica fino al Ventunesimo secolo, il destino degli Akakuchiba ha alti e bassi, e così anche quello delle donne della famiglia.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,28
di 5
Totale 27
5
14
4
9
3
3
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    luciano

    13/05/2021 21:07:15

    Dopo 467 pagine si scopre che trattasi della versione pocket ! Bello bello ...romanzo leggero, delicato ma anche pieno di riferimenti alle vicende reali del Giappone durante gli ultimi 70 anni circa. Una lettura che consiglierei alla mia figlia ventenne

  • User Icon

    Marty

    16/02/2021 09:30:40

    Non saprei definirlo: una favola per adulti? una leggenda in chiave moderna? una saga familoare? In realtà è tutto questo e molto altro, durante la lettura assistiamo alla trasformazione del Giappone in potenza industriale, alla sua modernizzazione, alle tensioni sociali che ne sono derivate, ma anche al ruolo della donna da vestale della famiglia a perno attorno al quale tutto ruota, al patto tra generazioni tra le varie donne della famiglia, tutto condito dai miti e leggende giapponesi

  • User Icon

    Ema

    15/05/2020 19:06:43

    Le ragazze della famiglia dei rossi sono donne come noi, con le quali ci si può facilmente identificare a seconda della generazione. Personaggi perfettamente delineati con la loro dose di paure e sofferenze che bloccano e mozzano il fiato, eppure sempre in grado di prendere in mano le redini delle famiglia, ognuna a modo proprio. “Red girls” è un romanzo intenso, ricco di storia e sentimenti, capace di commuovere, ma soprattutto una lettura molto interessante per chi, finora, non aveva mai avuto modo di approfondire la cultura giapponese.

  • User Icon

    Carmine

    15/05/2020 19:04:11

    Sakuraba Kazuki prima ancora di narrarci le vicende della famiglia Akakuchiba ci racconta la sua patria durante gli anni del secondo dopoguerra, quelli della ribellione giovanile e della disillusione comune, dei sogni infranti. Ogni donna di questa storia porta con sé non soltanto la propria storia, ma in primis quella del Giappone, di una società che comunemente si è portati a sentire come lontana e incomprensibile e che, invece, attraverso questo romanzo ho sentito terribilmente vicina – al di là delle differenze imprescindibili.

  • User Icon

    Andrea

    15/05/2020 18:57:19

    Sakuraba Kazuki ha circa cinquant'anni per raccontarci la storia della famiglia Akakuchiba attraverso le vicende di Man'yo, figlia della montagna e chiaroveggente, di sua figlia Kemari e della nipote Toko - che poi è anche la narratrice di questa storia. Un romanzo famigliare e di formazione che riesce a dipingere il Giappone come non lo avevate mai visto e ad avvicinarlo a noi lettori occidentali, per quanto sia possibile.

  • User Icon

    rob.s

    15/05/2020 16:08:34

    Saga familiare ambientata nel Giappone del dopo guerra. Seppur il romanzo non si presenti come romanzo storico, l’autrice riesce magistralmente a illustrarci la storia del Giappone fino ai nostri giorni, intrecciando suspense e un pizzico di surrealismo. Ho veramente apprezzato questo romanzo e devo dire che, soprattutto per quanto riguarda la prima parte, ho fatto fatica ad alzare gli occhi dalle pagine. Credo si tratti di un’opera adatta sia agli amanti del Giappone che non.

  • User Icon

    Manuela

    14/05/2020 14:25:30

    “Red girls” di Sakuraba Kazuki è una saga familiare attraverso cui ci viene offerto uno scorcio della storia giapponese a cavallo di tre generazioni e nell'arco di circa cinquant'anni, dal dopoguerra al ventunesimo secolo. Come spesso nella letteratura giapponese, ma anche ad esempio in quella latinoamericana, la storia si tinge di mistero e sovrannaturale, e così la vita delle tre protagoniste, rappresentanti di tre generazioni di donne della famiglia Akakuchiba, si colora di realismo magico, senza che la storia perda forza e concretezza. Seguiamo quindi le vicende di Manyo, giovane sposa che prevede il futuro, spesso doloroso, e di sua figlia Kemari, che si ribella a un futuro già scritto ai tempi della bolla economica e trova la sua strada di artista attraverso una dura formazione da motociclista in una gang, fino ad arrivare alla nipote di Manyo, Toko, che invece si sente spaesata nel presente e rimette a fuoco se stessa e le sua radici indagando nel passato per comprendere le misteriose e sconvolgenti ultime parole della nonna. Insomma, una trama complessa, fatta di immagini forti e peculiari, di echi che riescono a trascinare nel tempo e nello spazio il lettore assieme alle protagoniste. Un libro che offre, come facevano certi grandi romanzi del passato, il mezzo per un viaggio in un mondo lontano, particolare e coinvolgente, sempre in equilibrio su una scrittura elegante e scorrevole. Molto bella anche la copertina.

  • User Icon

    Alkestes

    13/05/2020 09:13:05

    Ben scritto e di piacevole lettura. Se devo muovere un appunto, sembra un romanzo della Allende trasposto in una situazione giapponese. Vi sono autori giapponesi di ben altro spessore.

  • User Icon

    Francesca

    12/05/2020 13:23:50

    Amo particolarmente gli autori Giapponesi e i loro fantastici racconti. In questo caso devo ammettere di aver fatto una bella scoperta. Lettura molto piacevole. Consigliato

  • User Icon

    Marisa

    12/05/2020 10:11:36

    La lettura di «Red Girls» prosegue benissimo. Scivoliamo dolcemente dalla storia di Man’yo a quella di Kemari, dalla mamma veggente alla figlia ribelle, dagli anni ‘60 agli anni ‘80. Trovo molto bello il modo in cui l’autrice riesce ad intersecare la storia di un’ intera nazione con quella di una singola famiglia. Ma in fondo è proprio vero che non si può percepire fino in fondo un cambiamento se non lo si vive in prima persona. E così le fabbriche, prima fonte di benessere e orgoglio, si scoprono essere fornaci velenose e mefitiche. I giovani, pieni di ideali, s’incupiscono in una ribellione violenta e senza causa. L’economia, prima forte e robusta, scoppia come una bolla di sapone. Sono queste le contraddizioni del Giappone degli anni ‘80, rese benissimo nel microcosmo di una famiglia. L’ultima parte sarà quella dedica alla nostra generazione. Sono curiosissima di scoprire il ritratto che ne verrà fuori

  • User Icon

    DreDre

    11/05/2020 16:14:03

    Incuriosita da questa nuova scrittrice non ho esitato ad acquistare questo libro! Bellissima la storia che intreccia la vita di tre generazioni all’epoca della rivoluzione industriale del dopo guerra, che inevitabilmente porterà profondi cambiamenti nelle loro vite. Tra storie d’amore, avvenimenti e tradimenti RedGirls è sopratutto la conferma delle forza delle donne di ieri, di oggi e di domani.

  • User Icon

    Alex

    11/05/2020 08:51:44

    Questo libro mescola insieme elementi di realismo magico e di mistero in un omaggio a Cent'anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez. Ottimo

  • User Icon

    betty

    24/04/2020 12:39:25

    Questo libro mi è piaciuto molto soprattutto la prima parte, è molto ben delineato il personaggio Manjo ma anche gli altri ben tratteggiati, brava l'autrice una descrizione di vita familiare davvero unica, consigliato.

  • User Icon

    Sara T

    04/03/2020 13:12:16

    Amo il mondo del Giappone e le storie che vi sono ambientate, però ho trovato questa storia meno "accattivante" e "misteriosa" di quello che mi aspettavo dopo aver letto la trama. La prima parte prometteva bene, la seconda non mi è piaciuta per niente, l'ho trovata molto noiosa, mentre la terza si lasciava leggere, ma l'ho letto fino in fondo giusto per sapere come si concludeva la storia. Mi dispiace ma non lo consiglierei.

  • User Icon

    Diego G

    06/01/2020 18:29:07

    Non un libro semplice, ma ricco di fascino in stile tipico giapponese, che fa scoprire lati meno conosciuti di un paese da noi lontano ,ma che mi attrae come una calamita.A tratti quasi al limite del paradossale ma scritto con un ottimo gioco di incastri tra le varie generazioni

  • User Icon

    lela

    31/10/2019 11:48:38

    Mi è piaciuto molto, sia per l'originale modo di raccontare la più recente storia del Giappone, sia per le splendide protagoniste, tre donne forti e magiche che vivono a modo loro i tempi che cambiano. Ho trovato affascinante la descrizione del paese in cui si svolge la storia, dominato dall'altoforno e dalla "immensa" dimora delle protagoniste. Consiglio vivamente.

  • User Icon

    l'ostetrica lettrice

    25/10/2019 14:59:31

    Red girls è un tuffo a pieni polmoni nella cultura giapponese . Racconta la storia di 3 donne dallo stesso sangue ma di tempi diversi . La natura giapponese fa da sfondo ad una storia di visioni , intrighi ed infine di un mistero da risolvere . La fine ti riporta alle prime pagine chiudendo un cerchio perfetto nel quale una nonna , una figlia ed una nipote vivono l’una nell’ombra dell’altra vivendo anni diversi di una storia millenaria , quella appunto giapponese . Consigliato! Ora che l’ho concluso , ne sento terribilmente la mancanza .

  • User Icon

    Filippo

    17/10/2019 07:50:27

    Definire questo libro un "giallo" è riduttivo e fuorviante in quanto il giallo compare in realtà nella terza e ultima parte, quella che riguarda la nipote Toko. E' più che altro un romanzo che parla della storia di una famiglia di donne forti, delicate e ribelli - ognuna a modo suo - in un Giappone del dopoguerra in continua evoluzione. Trovo che l'autrice abbia saputo raccontarne le peripezie sempre con eleganza e con la dovuta leggerezza, ma senza superficialità, e più volte mi sono trovato a sorridere o a emozionarmi di fronte a ciò che leggevo. La famiglia Akakuchiba già mi manca!

  • User Icon

    Maria vittoria

    14/10/2019 17:57:05

    Sarà perché il Giappone e la sua cultura non mi incuriosisce più di tanto ma in alcuni punti ho trovato il racconto davvero lento e noioso. Nel complesso l'idea non è male ma non mi ha suscitato grandi emozioni.

  • User Icon

    sofia

    25/09/2019 14:41:40

    Non mi piace, mi annoia molto che peccato mi aspettavo di più

  • User Icon

    Massimo

    25/09/2019 08:12:51

    Una storia che mi ha sorpreso e conquistato pagina dopo pagina. Una lettura ipnotica.

  • User Icon

    Ita

    24/09/2019 09:57:15

    Difficile da comprendere ma originale e leggero nella lettura, una scrittura semplice e diretta che mi ha aperto un mondo sull'oriente in stile giallo. Storia avvincente, idea regalo perfetta.

  • User Icon

    ghera

    23/09/2019 15:07:57

    Belloooo

  • User Icon

    Mirco

    23/09/2019 09:20:16

    Interessante scoprire un nuovo lato del Giappone di cui poco si legge altrove: il Dopo Guerra. Lo consiglio perché l'autrice è riuscita a farmi immedesimare con successo nelle vicende di queste 3 ragazze.

  • User Icon

    desire

    21/09/2019 17:57:49

    Ragazze toste, queste raccontate da Kazuki Sakuraba, ragazze "rosse", tre generazioni a confronto, ognuna con i suoi problemi e le sue aspirazioni per il futuro e ovviamente i suoi...guai! Escamotage ben riuscito per raccontare il Giappone del dopoguerra attraverso le storie di Manyo, Kemari e Toko. Ragazze che con le loro storie e la loro forza rimarranno nella vostra testa per un bel po'. Lo consiglio.

  • User Icon

    Gianna

    20/09/2019 16:15:42

    Che lettura delicata, dolce, malinconica. E poi avventurosa e forte. Con la storia di Manyo, un’orfana novella Cassandra. Ho amato le parole di questo libro. Le ho fatte mie facendo arpeggiare tra le corde del cuore. Un libro da regalare a chi ami. Io sto pensando di donarlo a mio marito. Gli piacerà sicuramente.

  • User Icon

    Lasaba

    19/09/2019 15:51:38

    Ragazze toste, queste raccontate da Kazuki Sakuraba, ragazze "rosse", tre generazioni a confronto, ognuna con i suoi problemi e le sue aspirazioni per il futuro e ovviamente i suoi...guai! Escamotage ben riuscito per raccontare il Giappone del dopoguerra attraverso le storie di Manyo, Kemari e Toko. Ragazze che con le loro storie e la loro forza rimarranno nella vostra testa per un bel po'. Lo consiglio.

Vedi tutte le 27 recensioni cliente
Note legali
Chiudi