Categorie

Alvise Zorzi

Editore: Bompiani
Collana: Tascabili. Saggi
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
Pagine: 762 p.
  • EAN: 9788845291364
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    simone

    01/04/2015 22.31.08

    Un opera eccellente, traccia in maniera affascinante la millenaria storia della Repubblica Veneta. Zorzi e Frederic J. Lane sono tra i migliori storici per quanto riguarda la Repubblica di Venezia. Consigliato a tutti.

  • User Icon

    Joker

    27/02/2014 05.23.14

    Fra le grandi sintesi "generaliste" (absit iniuria verbis) della storia veneziana, La Repubblica del Leone é destinata a rimanere un classico. Fu il mio testo di Storia del Veneto all'universitá, e tuttora lo rileggo periodicamente come faccio con i miei romanzi preferiti. Allora il professore mi aveva detto: "un po' filoveneto, ma un'ottima sintesi". Entrambe le cose erano vere. Zorzi, da grande divulgatore qual é, tiene incollato il lettore con grande padronanza, lo guida nel complicato ma affascinante mondo delle istituzioni veneziane, lo trasporta nel fervore artistico e culturale della Serenissima, arricchisce la narrazione degli eventi militari, politici, commerciali con interessanti descrizioni di usi e costumi, spaccati di vita d'epoca, storie di uomini e leggende popolari. Parallelamente (ma non é necessariamente un difetto), il libro non nasconde il risentimento verso luoghi comuni e calunnie diffusi dalla cosiddetta "storiografia dell'antimito", sviluppatasi in ambito illuminista francese, e cerca di demolirli a costo di sembrare a tratti una vera e propria apologia di Venezia. Giustamente, non tace nulla nemmeno dello scempio messo in atto dalle truppe napoleoniche al momento della caduta della Repubblica (argomento che l'autore ha ben approfondito in altre opere). A voler trovare una debolezza, si potrebbe citare il vago snobismo, perlatro comune a molti venezianisti "autoctoni", con il quale é trattata la terraferma nel periodo antecedente le dedizioni, che a volte sconfina nella superficialitá (ci sono due errori, venali ma macroscopici, nelle poche righe dedicate agli Scaligeri). Una terraferma che non era fatta solo di feudalesimo feroce, ma anche di cittá fiorentissime, popolo grasso e, a volte, sovrani illuminati. Ma non basta a togliere il 5/5 ad un libro i cui contenuti, se non fosse per il trattamento riservato alla storia locale dalla Pubblica Istruzione, andrebbero in gran parte insegnati nella scuola dell'obbligo, per lo meno in Veneto.

  • User Icon

    Leonardo Renzi

    30/05/2011 00.33.27

    Opera fondamentale: riesce ad unire chiarezza d'esposizione e completezza di dati, nomi, eventi. Giustamente l'autore si esime da qualsiasi aggangio all'attualità e a certi movimenti politici che vorrebbero fare della Repubblica Veneziana un modello di comunità chiusa in sé stessa, quando la storia della serenissima mostra come fosse possibile un "multiculturalismo" basato sulla concretezza del merito individuale e delle abilità commerciali, senza per questo rinnegare le particolarità di usi e costumi, una lezione di civiltà che oggi è più che necessaria. Da leggere e rileggere.

  • User Icon

    Luigi Fedrighelli

    01/03/2011 09.35.23

    Un acquisto azzeccato. Un ottimo testo per conoscere la storia di quella gloriosa repubblica che fu quella di Venezia. Un grazie all'autore per questo splendido testo.

  • User Icon

    Maurizio Bozzo

    13/07/2006 13.32.12

    Un'ottima opportunità per conoscere e approfondire la storia della Repubblica di Venezia. Il libro è scorrevole e avvincente come un romanzo. Ricco di informazioni, poco note anche ai veneziani, sulle tradizioni e i costumi della repubblica e sul ruolo che essa ha avuto nell'arco dei dieci secoli della sua storia. Il lettore prosegue la lettura senza mai annoiarsi, preso dall'incalzare degli avvenimenti abilmente riportati dall'autore senza peraltro essere mai lento o pedissequo. In definitiva una lettura avvincente ed affascinante che alla fine porta a tenere il libro in evidenza per poterlo consultare in ogni occasione. Lo consiglio soprattutto ai veneziani che come me amano la loro città ma poco conoscono della sua incredibile ed unica storia

  • User Icon

    Giovanni Fabiani

    04/06/2003 17.18.58

    Sicuramente, malgrado l'esposizione in alcuni tratti risulti poco scorrevole questo saggio è da considerarsi un punto di riferimento sulla gloriosissima storia della Serenissima. Il testo tratta non solo i grandi eventi storici che coinvolgno La Repubblica durante i suoi quasi 1000 anni di storia, ma delinea altresì numerosi "spaccati" della vita veneziana di allora. Il libro consente inoltre al lettore di capire, pur con qualche difficoltà, la complessa evoluzione ed il funzionamento delle istituzioni Veneziane, attraverso le quali la Serenissima si affermerà come l'unico stato Italiano, indipendente e sovrano nonchè una delle rare democrazie europee dal 1400 in avanti. L'autore ne passa inoltre in rassegna, con estrema meticolosità, le numerose vicende militari contrassegnante non solo da grandiose vittorie ma anche da disastrose sconfitte. L'opera si rivolge per la chiarezza dell'esposizione sopratututto ai "non storici".

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione